Cellulari iPhone Apple sbloccati: Apple rilascerà un software di aggiornamento che li potrebbe blocc

Apple annuncia che presto verrà rilasciato l'aggiornamento software per iPhone, dichiarando che gli smartphone sbloccati sono a rischio: danneggiano definitivamente l'apparecchio, rendendolo inutilizzabile



Continua l'interminabile dialettica tra Apple e gli hacker che hanno sbloccato iPhone. L'ultima dichiarazione in ordine cronologico, proveniente da Cupertino, sottolinea che i sistemi di crack diffusi in rete (come anySim) rischiano di danneggiare lo smartphone in modo definitivo. Un grosso rischio, quindi, per tutti coloro che considerano lo sblocco come una soluzione. Inizialmente trapelate sotto forma di indiscrezioni e confermate ufficialmente da Apple, i possibili malfunzionamenti di iPhone sono prima di ogni cosa una minaccia attuata per disincentivare chi vuole sbloccare il proprio smartphone.

I software per sbloccare il telefono di Apple, sviluppati da numerosi hacker, si sono infatti diffusi in rete permettendo a chiunque di utilizzare iPhone anche al di fuori dell'America e con qualsiasi operatore. Non c'è bisogno di essere un hacker per sbloccare il cellulare, perché le applicazioni sviluppate dai professionisti risolvono tutto. Per questo motivo, è importante da parte di Apple scoraggiare la diffusione di queste tecniche che, al di là del danno economico per l'azienda (ma anche per l'operatore At&t), corrompono il sistema operativo di iPhone.

Il danno, quindi, può essere notevole, in quanto i software operano direttamente sul firmware del cellulare, e una qualsiasi complicazione può rendere inutilizzabile l'hardware. Inoltre, se l'apparecchio viene craccato, non è più coperto da garanzia, come accade per tutti i pezzi di elettronica, dalle console ai lettori dvd. Ma, come è ovvio in questo campo, a ogni azione corrisponde una reazione. Entro questa settimana è atteso un aggiornamento software di Apple che, ovviamente, porrà fine a quei buchi di sicurezza che, oggi, permettono di inserire qualsiasi scheda Sim negli iPhone sbloccati.

L'aggiornamento sarà caldamente consigliato, ma probabilmente anche obbligatorio alla prima connessione del cellulare al computer; è pertanto probabile che gli hacker dovranno ripartire da zero per sbloccare il firmware post-aggiornamento e che gli iPhone craccati troveranno proprio nell'aggiornamento la propria fine, bloccandosi per sempre.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il