BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie recenti novità posizioni Movimento 5 Stelle, Pd, Centro Destra su novità quota 100,mini pensioni, quota 41

Le opposizioni all'esecutivo continuano ad attrezzarsi e a organizzarsi anche sul versante specifico delle novità per le pensioni.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:36): E non è un caso che sul voto istituzionale la formazione più agguerita sui cambiamenti di prospettive delle ultime notizie e ultimissime è quella del Movimento 5 Stelle che sta accompagnado la campagna del no come voto per far cadere l'attuale maggioranza supportando anche le tante persone che vogliono le novità per le pensioni e che vedono in nuove elezioni l'unica vera speranza per novità reali, concrete e profonde.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01):  A livello teorico tutte le forze hanno delle posizioni molto chiare e nette sulle novità per le pensioni che si sono andate a rafforzare negli ormai costanti confronti che non mancano mai nelle ultime notizie e ultimissime:

- novità pensioni da parte del Movimento 5 Stelle che spinge per l'assegno universale anche per aumentare le pensioni più basse a cui si accompagna l'età di 60 anni per tutti per andare in pensione e una pensione massima da stabilire, con un tetto definito.

- novità pensioni dal Centro-Destra che è in via di formazione come nuovo gruppo unito e che avrebbe nel'agenda di Parise come primo punto proprio l'abolizione della normativa attuale per riscrivirla in toto.

- novità pensioni del Pd, con una maggioranza che è internamente divisa con una minoranza che punta a novità per le pensioni come quota 100 e quota 41, ma che non riesce o non vuole raggiungere l'obiettivo anche se ormai la stessa maggioranza, vedasi anche diverse correnti, vuole novità per le pensioni importanti e ne pare finalmente capire il significato anche se finora non le ha ritenute e probabilmente non le ritine ancora prioritarie e i metodi che sta avanzando sono davvero poco significativi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Uno dei dei temi fondamentali per le prossime elezioni sia che siano prima del previsto che alla scandenza naturale saranno le novità per le pensioni. E non è un caso che le ultime notizie e ultimissime sulle pensioni, proprio per l'importanza, non hanno mai cessato di essere centrali nell'attualità nonostante il periodo. E, dunque, è interessante analizzare le posizioni attuale delle varie forze.

Si va verso l'arricchimento degli attori politici protagonisti del confronto sulle novità per le pensioni e sul rilancio delle proposte politiche in campo previdenziale. Per ora le principali attenzioni sono catturate dalle mosse di quella parte del centrodestra che fa riferimento a Forza Italia e in passato favorevole a novità per le pensioni soprattutto nell'ottica di innalzare gli assegni al minimo. C'è però l'urgenza di trovare una nuova figura attorno al quale far convergere gli sforzi organizzativi. Per ora non c'è alcun incarico stabilito, ma mani libere per poter ridisegnare e rilanciare il marchio di Forza Italia e lavorare a un progetto, magari un nuovo partito la cui missione è chiara: rimettere insieme tutti i moderati.

Si tratta del progetto che Silvio Berlusconi ha pensato per Stefano Parisi, già candidato sindaco al Comune di Milano. Nessuna intenzione di tergiversare, anzi pare che proprio da Arcore gli abbiano consigliato di accelerare l'operazione Parisi per evitare che il manager venisse imbrigliato in discussioni con i dirigenti azzurri. Il mandato è elaborare un progetto da varare in autunno con la convention programmatica che l'ex candidato del centrodestra a Milano ha in programma proprio nel capoluogo lombardo per metà settembre. In questo contesto le novità per le pensioni rappresentano una carta da giocare con attenzione, come sa bene lo stesso Berlusconi.

Parisi avrà mani libere su tutto, solo un unico avvertimento sarebbe arrivato dall'ex premier: non schiacciarsi troppo su Alfano perché l'obiettivo non è il 3% del Nuovo centro destra. Molti big azzurri però non nascondono il malumore per quella che definiscono una scelta unilaterale da parte del Cavaliere. C'è comunque da fare in fretta perché il Movimento 5 Stelle affina la sua proposta politica e sul versante delle novità per le pensioni continua a insistere sull'assegno universale per cittadini italiani, comunitari o proveniente da un Paese che ha firmato un trattato con l'Italia per garantire diritti sulla sicurezza sociale, con più di 18 anni, disoccupati, percettori di un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà o di una pensione inferiore alla soglia di povertà.

E poi c'è il lavoro dell'esecutivo. Il punto è che la priorità è stata assegnata alla riduzione delle imposte anziché alle novità per le pensioni. Tra le opzioni sul tavolo dei tecnici di Palazzo Chigi c'è l'anticipo al 2017 del taglio strutturale di 4-6 punti del cuneo sui neoassunti a tempo indeterminato. In questo caso non verrebbe prorogata la decontribuzione in forma ultralight. Il taglio delle aliquote Irpef potrebbe essere annunciato dalla prossima manovra di bilancio ma con effetto dal 2018. Tra le ipotesi allo studio c'è anche quello dell'anticipo al 2017 di una prima sforbiciata, ma le risorse attualmente disponibili sono poche. Sul fronte delle pensioni, il piano per consentire agli over 63 di uscire prima con assegni penalizzati dovrebbe essere inserito nella prossima legge di bilancio ma è condizionato dal confronto in corso con le forze sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il