BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Roma Porto streaming live gratis e in chiaro. Vedere, dove al meglio

Tutto pronto per il fischio d'inizio di una partita che vale una stagione. Verso il recupero del difensore greco Manolas.




Appuntamento per la Roma domani sera, impegnata nella gara di ritorno dei preliminari di Champions League, all'Olimpico, contro il Porto. Lo partita di andata è terminata 1-1: dopo un'autorete di Felipe a metà del primo tempo, André Silva ha firmato il pareggio per i padroni di casa dal dischetto. La Roma ha giocato per quasi un'ora in 10 uomini per l'espulsione di Thomas Vermaelen, all'esordio in giallorosso. Proprio la squalifica del centrale belga impone un cambio nella formazione. Peccato solo che il greco Manolas non stia benissimo, anche se da Trigoria filtra un certo ottimismo sul suo impiego sin dal primo minuto di gioco. Vale la pena ricordare che Danilo Pereira del Porto (Parma) e Alex Telles (Inter) hanno giocato in Italia.

In ogni caso, i giallorossi si presentano a questo appuntamento con il vento in poppa per via del debutto più che positivo in campionato. Davanti al proprio pubblico, nel primo anticipo della serie A 2016-2017, la Roma ha battuto per 4-0 l'Udinese di Beppe Iachini. A decidere la sfida la doppietta di Perotti(entrambe le reti su calcio di rigore), pronto a scendere in campo sin dal fischio d'inizio contro il Porto, e i gol del ritrovato Dzeko e di Salah. La svolta del match al 19' del secondo tempo. Bruno Peres serve in profondità Dzeko, bravo a sterzare. Danilo lo atterra e Di Bello concede il penalty: è il 20' e Perotti segna con grande freddezza. Quattro minuti dopo Manolas, che potrebbe recuperare con i lusitani, sfiora il 2-0 con un bel colpo di testa.

Al 30' il secondo rigore e anche il secondo gol di Perotti e della Roma. Proprio l'esterno argentino serve in profondità Salah, che salta Karnezis, prima di essere steso da Badu. Altro penalty freddo (con cambio di lato) dell'ex Genoa. Da qui in poi i padroni di casa dilagano. Al 37' segna Dzeko, con tap in da due passi, su assist in spaccata di Nainggolan. Due minuti più tardi arriva il poker: sul traversone di Perotti dalla fascia sinistra, Salah prima impatta di testa e poi, a seguire della ribattuta disperata di Karnezis, insacca a porta vuota. Vittoria della Roma meritata; punteggio troppo severo per l'Udinese. Per Spalletti non poteva esserci partenza migliore in campionato. Ideale viatico per il ritorno del preliminare di Champions.

Se c'è una cosa che non manca a Spalletti è la fiducia "Non ci affideremo al destino, saremo noi a determinare il nostro destino. Giocheremo a testa alta, tentando di vincere da subito, non aspetteremo il Porto. Noi stanotte dormiremo, i giocatori sanno quanto hanno faticato per esserci, domani a casa nostra dovremo fare i padroni, saranno gli altri a doversi adattare".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il