BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 in modo indipendente comuni, regioni, aziende si muovono

Esempi di realtà aziendali private e Comuni e Regioni che hanno già avviato novità per le pensioni nell’attesa di una soluzione universale dalla maggioranza




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Una doppia via per le novità per le pensioni stanno perseguendo in maniera del tutto autonoma tante aziende, comuni e regioni come hanno evidenziato numerose ultime notizie e ultimissime. La prima consiste, soprattutto da parte di aziende e comuni, di favorire le novità per le pensioni tra giovani e anziani, adottando metodi che si sono rivelati più efficaci di quelli statali, ma che, per i problemi organizzativi e costi, sono stati concentrati quasi esclusivamente nelle aziende più grandi e nelle città più importanti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Sono le ultime e ultimissime notizie a rivelare che laddove lo Stato non riesce o non vuole intervenire sulle novità per le pensioni ci pensano gli enti locali o le stesse aziende a mettere in piedi provvedimenti per favorire il ricambio tra giovani e anziani o per tutelare chi è senza una occupazione

Regioni, Comuni e aziende private continuano ad approvare novità per le pensioni in piena autonomia nell’attesa che finalmente la maggioranza riesca a mettere a punto soluzioni universale e definitive a tutti gli errori e le distorsioni causate dall’entrata in vigore delle attuali norme pensionistiche: nulla di più facile, si potrebbe pensare, soprattutto dopo che nel corso di questi mesi, ma potremmo dire di due anni di governo Renzi, si sono susseguite proposte di modifiche delle pensioni avanzate da tutti, tra forze politiche e sociali e gruppi stessi di cittadini, e per tutti, tra novità per le pensioni di quota 41, novità per le pensioni di quota 100, mini pensione per tutti ma anche introduzione di quell’assegno universale per tutti gli over 55 che già esiste in quasi tutti gli altri Paesi europei ma che nel nostro ancora manca e probabilmente ancora bisognerà aspettare per vederlo effettivamente realizzato così come proposto. L’alternativa all’attesa che la maggioranza faccia qualcosa è rappresentata dalle iniziative singole e private.

Partendo dalle aziende private, alcune hanno già avviato da tempo la staffetta per sostenere il ricambio generazionale volto a dare nuova spinta alla produttività ma non solo: partendo dal caso della Virgin, il patron Branson mesi fa aveva approvato una novità per i propri dipendenti lasciandoli liberi di scegliere quando e quanto tempo andare in ferie, purchè entro il determinato periodo fissato per la presentazione o realizzazione di un progetto quest’ultimo fosse pronto e fatto al meglio. Secondo la filosofia Virgin, il lavoratore può essere libero di impiegare il proprio tempo come vuole senza l'obbligo di dover andare per forza a lavorare ogni giorno purchè raggiunga gli obiettivi fissati.

Per Branson questa novità rappresenta un fattore decisamente positivo, che permette ai dipendenti di lavorare serenamente, con la possibilità di raggiungere altrettanto serenamente l’età pensionabile. Tra i casi di aziende particolarmente impegnate nella realizzazione di novità per le pensioni e sostegni ai propri dipendenti c’è anche Luxottica: le ultime notizie riguardano il bonus vita da erogare ai dipendenti e l’avvio del patto generazionale, per consentire a cento lavoratori cui mancano solo tre anni al raggiungimento dei requisiti pensionistici, che diventano 5 nei casi di lavoratori affetti da gravi patologie o malattie invalidanti, di passare da impiego full time a impiego part time al 50% senza penalità del proprio reddito pensionistico finale, con contestuale assunzione a tempo indeterminato di nuovi giovani. Il bonus vita, invece, è una vera novità e decisamente importante per i dipendenti dell’azienda che prevede il versamento di un contributo del valore di 30 mila euro, che diventano 70mila nei casi di presenza nel nucleo familiare di un minore, studenti fino ai 30 anni di età, persone con disabilità o un mutuo in essere sulla prima casa per gli eredi legittimi o testamentari, in caso di decesso del dipendente.

Anche Enel ha dato il via alla staffetta per sostenere il turn over in azienda e si tratta di novità per le pensioni circoscritte al privato che però vengono affiancate da iniziative che sono partite anche in Comuni, regioni e singole città italiane: mentre già mesi fa, in Sicilia è stata approvata la novità per le pensioni di quota 100 per i dipendenti in esubero della Regione; e in Calabria è stato dato il via ad uno scivolo di accompagnamento alla pensione per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato della Regione per favorire le assunzioni di nuovi giovani, in Piemonte, il presidente della Regione ha avviato un sistema di uscita prima per gli over 50 cui mancano pochi anni al raggiungimento della pensione, con l’anticipo per l’uscita prima che verrebbe erogato dalla regione stessa grazie alla costituzione di un fondo creato in collaborazione con le banche.

Tra le novità per le pensioni, spostandoci invece in regioni come Friuli Venezia Giulia, Molise, Lombardia, Puglia e città di Trento, sono i luoghi in cui a livello locale è partito l’assegno universale per chi è rimasto senza lavoro e per coloro che vivono in condizioni di reali e grosse difficoltà economiche. Alla città di Trento, dovrebbero affiancarsi anche i Comuni di Torino e Roma dove è stato annunciato da entrambe i neo sindaci, Appendino e Raggi del M5S, l’avvio dello stesso assegno universale per i più indigenti e se anche in questi due Comuni partirà, sarà l’ennesima dimostrazione di come modifiche e novità per le pensioni possano essere avviate a livello locale prima che la maggioranza ne definisca un piano nazionale e per tutti che continua, tuttavia, ad essere necessario, perché l’avvio di novità per le pensioni in singole realtà e non in tutte potrebbe creare ulteriori differenze e diseguaglianze sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il