BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie molte novità settimana riunioni e Renzi cambia progetto per novità mini pensioni, quota 41, quota 100

Gli avvenimenti delle scorse settimane e le prospettive dei prossimi giorni importante per capire il futuro delle novità per le pensioni: cosa aspettarsi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:06):  E anche le mini pensioni potrebbero rappresentare una novità per le pensioni più in vista di un inizio, di una prospettiva di assegno universale che altro, ovvero una forma di sostegno per le famiglie che hanno più difficoltà come ha precisato al SOLE il Presidente dell'Istituto di Previdenza. Mentre sul primo punto del cambio di strategia, la fonte è il Corsera come specificano le ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:06): Una delle novità per le pensioni che potrebbe avvenire accanto alle mini pensioni è quella di un aumento delle pensioni più basse. Non si tratterebbero più, però, di un taglio alle imposte come quello che si era detto finora nelle ultime notizie e ultimissime, ma Renzi ha incaricato di verficare i tecnici la fattibilità proprio di occuparsi delle pensioni più basse con un aumento netto, semplice da capire in ottica anche pro consensi molto meno complicato del taglio delle imposte da comprendere..

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:05): Il rischio che per l'ennesima volta non si faccia nulla per le novità per le pensioni cresce, come dimostrano le ultime notizie e ultimissime che vedono una maggioranza e importanti esponenti dei vari Dicasteri divisi tra loro. E nonostante alcuni nelle ultime notizie e ultimissime cercano di rassicurare e come abbiamo visto riunioni su vari livelli continuano questa settimana (e non sono mai realmente smessi), altri ipotizzano o addirittura spiegano che è meglio non fare nulla al momento, ma concentrarsi su proprirità come ulteriore taglio cuneo con strategie che finora non hanno portato nulla e sono costate più delle novità per pensioni. Dall'altra parte anche i numeri mostrano che i margini al momento sono molto stretti e su tutto, non solo per le novità per le pensioni, si rischia di non fare nulla o qualcosa di puramente simbolico che servirebbe a poco. E anche se la Comunità europea ci concedesse il tanto atteso extra budget che tutti invocano servirebbe più per coprire i vecchi impegni che rilanciare realmente la ripresa. Per fare davvero qualcosa servirebbe un bilancio da almeno 40 miliardi e al momento facciamo fatica ad averne 20.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:12): Altro confronto importante vi sarà giovedì prossimo con l'Associazione degli Industriali impegnata in una prima riunione con le forze sociali per l'analisi delle varie tipologie di contratti, dove vi potrebbero essere delle novità per le pensioni, in quanto le ulime notizie e ultimissime hanno ribadito un interessamento importante per le novità per le pensioni stesse dalle varie forze economiche per ringiovanire il personale e rafforzare la produttività e poi nello stesso tempo tra i temi ufficiali già dichiarati per il confronto sono state indicate le novità per le pensioni e le forme di potenziale sostegno ad esse collegate.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:15): E già nella giornata odierna, dunque, si attendono novità per le pensioni dal Consigliere Economico che se ne sta occupando dopo che nell'ultimo periodo non ha più parlato e si sono susseguite ultime notizie e ultimissime tra le più differenti dove si è creato di fatto uno schieramento in favore delle novità per le pension (diviso al suo interno su quali novità per le pensioni fare subito) e uno contrario, che con i margini così ristretti, vorrebbe far slittare ancora tutto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:35): Si accentueranno, inoltre, le riunioni dei tecnici per capire quali novità per le pensioni da subito si potranno fare, nonostante i margini stretti indicati nelle ultime notizie e ultimissime e i continui ostacoli che sembrano costantemente emergere. Anche perchè dalla settimana prossima ci saranno prima le riunioni tecniche, poi quelle di merito con le forze sociali e nello stesso tra i tecnici dei vari dicasteri per presentare il documento di base finanziario.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:32): Si aprono, poi, le varie Feste della maggioranza, dove sono attese importanti esponenti che dovrebbero dare ulteriori dettagli sulle novità per le pensioni su cosa potrebbe passare realmente, come e quando.  Importante quella di Catania, ma non solo dove si attendono ultime notizie e ultimissime chiarificatrici o almeno parzialmente tali

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:33): Si riprende ad occuparsi delle novità per le pensioni, seppur come hanno dimostrato le tante ultime notizie e ultimissime notizie di questo periodo, il tema è sempre stato centrale e le varie autorità impegnate hanno continuato ad impegnarsi sui vari aspetti e fronti seppur in un continuo peggiorare del quadro d'insieme. 

Tra le attese ufficiali possiamo ricordare:

- novità pensioni con il consigliere economico di Palazzo Chigi che dialogherà con le forze sociali lombarde
- novità pensioni con riunione tra Italia e Germania per capire quali margini effettivamente vi siano.

(continua..)

Continua ad essere decisamente vivace la discussione sulle novità per le pensioni e all’indomani dei giorni estivi e in vista della ripresa dei lavori parlamentari e dell’avvio dei confronti per la definizione dei provvedimenti da inserire nella prossima Manovra, ci si chiede quali siano le effettive intenzioni dell’esecutivo e quali potrebbero essere i cambiamenti in fase di reale approvazione. Al momento si tratta di interrogativi ancora decisamente aperti, soprattutto alla luce delle ultime notizie che continuano a parlare in un budget molto limitato che al momento non permetterebbe di realizzare tutti gli interventi che si vorrebbero tra taglio delle imposte, novità per le pensioni, sblocco dei contratti statali, nuove spinte agli investimenti. Le prospettive dei prossimi giorni vedono in programma un nuovo incontro, che dovrebbe svolgersi lunedì, tra forze sociali e consigliere economico di Palazzo Chigi, nuova occasione durante la quale si tornerà certamente a parlare di novità per le pensioni, dopo che già nelle scorse settimane lo stesso consigliere economico è più volte intervenuto in materia.

Due, in particolare, le interviste rilasciate dal consigliere economico in cui ha spiegato un lavoro sulle pensioni in due fasi: la prima che dovrebbe riguardare mini pensione, taglio delle imposte per le pensioni, quota 41 per chi ha iniziato a lavorare prestissimo e cumulo gratuito dei contributi previdenziali; la seconda, invece, dovrebbe riguardare una revisione più profonda delle norme pensionistiche attuali e ulteriori novità per chi è entrato giovanissimo nel mondo occupazionale e chi è impegnato in lavori faticosi e qui è già comunque sorta una prima contraddizione: alla luce di queste parole, infatti, ci si chiede quando si faranno effettivamente novità pensioni per chi ha iniziato a lavorare giovanissimo e chi svolge occupazioni faticose e quali saranno le misure eventuali della prima e nella seconda fase per queste specifiche categorie di lavoratori? Nella seconda intervista, poi, il consigliere del premier ha parlato del budget disponibile e di ulteriori disponibilità che dipenderanno, però, dalla concessione, o meno, dell’extra budget da parte dall’Europa. Anche in tal caso, comunque, si tratterebbe di un budget ridotto rispetto agli interventi che si vogliono fare.

Dopo il nuovo incontro di lunedì tra forze sociali e consigliere economico, mercoledì 31 agosto è in programma un nuovo confronto bilaterale tra premier italiano e cancelliera tedesca Merkel per tornare a discutere di extra budget e potrebbe essere un’occasione decisiva per capire quali potrebbero essere gli esiti delle trattative europee. Si tratta di un incontro a due che seguirà quello a tre, con il presidente francese, tenutosi a Ventotene qualche giorno fa, un incontro da cui è chiaramente emersa una apertura da parte del presidente francese alla richiesta di extra budget presentata dall’Italia, mentre perplessità ha destato la posizione della cancelliera tedesca che sin dal momento della presentazione della nuova richiesta  italiana si è dimostrata contraria. Bisognerà, dunque, capire come si chiuderà questa partita che in tema di budget da impiegare per realizzare tutte le misure che si vorrebbero nella nuova Manovra sarà fondamentale, anche perché le ultime notizie su quanto accaduto in Italia, il terribile e tragico terremoto che ha colpito il Centro Italia, sottrarranno certamente budget all’attuazione di altre misure che certamente passeranno in secondo piano.

Pur non essendoci ancora stime di danni e quanto servirà per le prime opere di ricostruzioni, si tratterà di importanti costi, inaspettati, che lo Stato dovrà sostenere ed è chiaro come in una situazione del genere la concessione dell’extra budget dall’Europa sia cruciale per riuscire a mettere in atto tutto, novità per le pensioni comprese anche se, come già detto, anche in questo caso bisognerà scegliere cosa fare, sempre alla luce del budget che sarà disponibile, tra quota 41, mini pensione da rivedere e, cosa decisamente difficile da fare al momento, quota 100.

Ma proprio sulla quota 100 le forze sociali, così come il Comitato ristretto per le pensioni, vorrebbero rilanciare, considerando che, seppur costosa, sarebbe la soluzione di uscita prima ideale per tutti. Non avendo, però, certezza di poter procedere su questa strada, dai confronti tenutisi prima della pausa tra forze sociali ed esecutivo, è emersa l’intenzione di concentrarsi tanto su misure occupazionali quanto su novità pensioni di quota 41, per sostenere quelle categorie di lavoratori, tra chi ha iniziato a lavorare giovanissimo o chi è impegnato in occupazioni pesanti, che sono state fortemente penalizzate dalle attuali norme previdenziali in vigore; modifiche della mini pensione modulata dall’esecutivo ma che così com’è non risulterebbe per nulla vantaggiosa; cancellazione dei costi elevati a carico di chi vuole riunire tutti i propri contributi previdenziali, nonché revisione del sistema di recupero degli anni scolastici, di cui si è particolarmente parlato mesi, proposta poi però messa da parte.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il