BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 al via confronti Governo Renzi con Gruppi, Europa, Forze Sociali

I prossimi incontri in programma del governo con Europa, forze sociali e gruppi online: richieste novità pensioni e cosa potrebbe davvero cambiare




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): I confronti più importanti saranno quelli con l'Europa in quanto con essa si dovrà decidere come confermano le ultime notizie e ultimissime gli extra budget eventualmente disponibili. Una volta decisi, si capirà quanti possano andare effettivamente alle novità per le pensioni con i successivi confronti fra le forze sociali e Goverbo Renzi e Comitati Online.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Stanno per iniziare, o alcune per meglio dire riprendere, i confronti tra diversi attori e su diversi aspetti sulle novità per le pensioni come da ultime notizie e ultissime alcune già ufficiali, altre ufficiose tra cui:

- pensioni novità da confronti tra Governo Renzi e Europa, che in realtà proseguono dopo i vari ufficiosi e uno ufficiale che c'è stato.
- pensioni novità confronti con Gruppi, tutti confermati anche se manca ancora per alcuni l'ufficialità precisa. 
- pensioni novità confronti con forze sociali, prima con ancora due riunioni tecniche a cui seguiranno riunioni tra i vari esponenti a livello di scelte, preferenze e orientamenti.

Nei prossimi giorni continueranno i confronti del Governo Renzi con l’Europa, le forze sociali e i Gruppi online, incontri che potrebbero rivelarsi decisamente importanti in vista di possibili approvazioni di novità per le pensioni nella prossima Manovra. Cruciale potrebbe essere innanzitutto il prossimo incontro fissato per il 31 agosto tra il premier Renzi e la cancelliera tedesca Merkel che, all’indomani del vertice a tre anche con la Francia tenutosi la scorsa settimana a Ventotene, potrebbe fornire nuove e interessanti indicazioni sulle trattative europee per la concessione dell’extra deficit richiesto dall’Italia, incontri che, però, continueranno ancora nelle prossime settimane almeno fino alla presentazione del Documento economico programmatico rivisto. Solo allora si sapranno le reali intenzioni del governo sui provvedimenti da inserire nella nuova Manovra ma soprattutto il budget disponibile che, in caso di risposta positiva dall’Europa, potrebbe aumentare ma comunque non basterebbe per fare tutto quello che si vorrebbe, tra taglio delle imposte, misure sociali e novità per le pensioni, e sarà necessario in ogni caso fare delle scelte.

Per modificare il sistema di uscita prima basato sulla mini pensione definendo detrazioni reali per coloro che percepiscono trattamenti più bassi ma anche rilanciare su quota 41, cumulo gratuito dei contributi previdenziali e aumento delle pensioni più basse, nei primi giorni di settembre sono stati organizzati nuovi confronti tecnici e politici con le forze sociali, a partire dal 6 e 7 settembre. E si tratterà di incontri importanti considerando le ultime incerte posizioni delle stesse forze sociali che, pur continuando a volere novità per le pensioni che non interessino la mini pensione, piuttosto che continuare a spingere su una sua completa revisione come inizialmente fatto, sembrano voler ormai raggiungere un compromesso su questo sistema con l’esecutivo. Cadute nel dimenticatoio richieste di modifiche per penalità (da ridurre) e anni di anticipo di uscita dal lavoro (da aumentare), le forze sociali chiedono che quanto meno vengano definite reali e importanti detrazioni per coloro che si ritrovano in situazioni di particolare difficoltà e lavoratori disagiati, quasi, dunque, un consenso al sistema di uscita prima con mini pensione che, in realtà, non ci si sarebbe aspettati, considerando che le stesse forze sociali hanno sempre parlato di questa novità per le pensioni come di un flop già annunciato.

Se, dunque, sarà raggiunto il compromesso tra governo e forze sociali sulla mini pensione, quale sarà il destino delle altre novità per le pensioni richieste da quota 41 a cumulo gratuito a trattamenti mensili più alti? Se la posizione delle forze sociali sembra dunque vacillare, al momento più salda appare quella dei Gruppi Online, ben decisi a portare avanti novità per le pensioni di quota 100, quota 41, cumulo gratis dei contributi previdenziali con nuove iniziative che possano coinvolgere anche i giovani di oggi e non solo i pensionandi considerando che la necessità di revisione delle attuali norme previdenziali vale anche per poter permettere ai raggi di oggi di costruirsi un futuro pensionistico che non sembra oggi essere poi così roseo. E si preannunciano nuovi incontri anche tra gruppi online e consigliere economico di Palazzo Chigi, dopo quelli già svoltisi prima della pausa estiva, eventi durante i quali sono state espresse aperture nei confronti di novità per le pensioni che, oltre la mini pensione, riguardino anche la quota 41. Resta da capire quale sarà la soluzione reale che sarà messa a punto, visto che al momento c’è solo ancora grande confusione e incertezza, ma soprattutto un ridotto budget da poter impiegare.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il