BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie tra le novità Pil domani e Confindustria-Sindacati al via per novità mini pensioni, quota 41, quota 100

I prossimi appuntamenti importanti di questa settimana che potrebbero avere importanti effetti su novità per le pensioni: cosa aspettarsi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:12): Dall'altra parte il ragionamento che fanno le forze industriali si vuole basare sull'offerta per stimolare la domanda come spiegato direttamente anche dal Presidente nelle ultime notizie e ultimissime. Migliorare l'offerta significa dare una nuova propulsione alla domanda. E si può migliorare la domanda interna solo con un aumento degli stipendi e nel dare stipendio a chi non ce lo ha con nuove assunzioni. Ma le nuove assunzioni al momento è meglio farle con novità per le pensioni, non potendo assumere nuovo personale solo perchè ci sono gli incentivi data la situazione economica. Non solo. Così si darebbe anche una pensione a chi la vorrebbe e aumenterebbe la fiducia di questi neo-pensionati così come per i giovani assunti creando una spirale positiva. (sneza dimeticare l'aumento della produttività)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:48): Al via la riunione tra Confidustria e sindacati che nella riforma dei contratti tratterà anche di novità per le pensioni e sostegno per gli occupati che paradossalmente e a sorpresa (ma mai così tanto visto che la produttività e l'aumento dei consumi e la fiducia sono fondamentali e le novità per le pensioni possono dare tutto questo) interessano e molte l'Associazione degli Industriali. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:40): Mentre è iniziato il bilaterale tra Germania-Italia dove si proseguirà a discutere sui margini generali su cui si baserà il documento economico finanziario, domani vi sarà la riunione più strettamente legata alle novità per le pensioni e occupazione tra Confidustria e Forze Sociali, con i primi che saranno protagonisti insieme anche nel consueto meeting sul lago di Como dove vi potrebbero essere maggiori novità sulle pensioni come alcune ultime notizie e ultimissime riportano tra i possibili argomenti affrontati.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:40): Numerose sono le attese per la giornata odierna di mercoledì, ma anche giovedì e venerdì con l'attesa di diverse ultime notizie e ultimissime che potrebbero essere molto importanti per le novità per le pensioni:

- pensioni novità con bilaterale che si terrà nella giornata odierna
- pensioni novità con riunione Confidustria-Forze Sociali giovedì
- pensioni novità da Cernobbio che continueranno nel week-end, ma lo stesso venerdì ci sarà la presentazione ufficiale del dato dell'andamento economico fondamentale per capire cosa sarà inserito nel documento economico di programmazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Saranno i prossimi i giorni decisivi per le novità per le pensioni? Forse non saranno quelli della svolta, ma per le ultime e ultimissime notizie, le riunioni e i confronti attesi, sia che riguardino la maggioranza, sia i rappresentanti degli industriali o le stesee forze sociali, saranno centrali per ribadire posizioni o guadagnare punti nel dibattito sulle novità per le pensioni.

Si preannunciano giorni decisamente importanti per la maggioranza che a seguito delle ultime vicende che hanno travolto il nostro Paese e le ultime notizie sull’andamento della nostra economia dovranno mettere a punto soluzioni e misure capaci, ancora una volta, di rilanciare l’Italia verso una nuova crescita, a questa volta davvero. E in vista del voto costituzionale, l’imperativo per premier e maggioranza dovrebbe essere quello di non sbagliare ma sono tante le perplessità in merito. Ad ostacolare ogni possibile misura che si vorrebbe realizzare, da taglio delle imposte a misure per la crescita delle imprese, a novità per le pensioni per tutti, è la mancanza di un budget adeguato, motivo per il quale il premier ha chiesto, settimane fa, all’Europa un nuovo extra budget che potrebbe servire per realizzare almeno quegli interventi prioritari necessari. Su questo punto, però, vale a dire sulla priorità di misure da attuare, la stessa maggioranza appare piuttosto divisa, tra coloro, soprattutto i tecnici dell’Economia, che spingono per mettere prima in atto misure a sostegno delle imprese, piano di riduzione delle imposte e sblocco dei contratti per gli statali e solo successivamente le novità per le pensioni vere e proprie; e coloro che invece puntano proprio sulle novità per le pensioni di uscita prima come volano per un rilancio dell’occupazione giovanile, e quindi di produttività e consumi.

Il problema è che per tutte queste misure il budget non basta, come non basterebbe, però, nemmeno solo per le novità per le pensioni, considerando tutti i sistemi di uscita prima oggi al vaglio tra quota 41, mini pensione per tutti, e quota 100. Proprio per capire come potrebbero concludersi le trattative europee sulla concessione dell’extra budget richiesto dall’Italia, domani a Maranello è in programma una nuova riunione tra premier e cancelliera tedesca che, in parte, riprenderà il discorso di Ventotene, senza la presenza del presidente francese però, su questione budget, e quindi novità per le pensioni. Nella precedente riunione di Ventotene, infatti, la cancelliera tedesca non si era mostrata particolarmente disponibile alla concessione di ulteriore budget al nostro Paese, contrariamente alla posizione di apertura che aveva invece mostrato il presidente francese.

La riunione a due di mercoledì a Maranello potrebbe dunque avere importanti effetti tanto sulle novità per le pensioni quanto sulle ulteriori possibilità di nuovi margini entro cui l’Italia potrebbe muoversi per sostenere una crescita concreta. O, al contrario, potrebbe anche significare la necessità di attuare misure peggiorative in mancanza del budget richiesto, cosa che alle soglie del voto costituzionale che si terrà in autunno, certo non porterà alcun giovamento alla maggioranza. Se le trattative si concluderanno nel modo giusto si potrebbe avere un netto aumento del budget a disposizione da destinare alle modifiche della mini pensione, senza penalizzazione per alcune categorie di persone più svantaggiate.

Giovedì primo settembre, invece, cocchi puntati sulla nuova riunione che si terrà tra Confindustria e forze sociali, una delle riunioni considerate più delicate, considerando la chiara posizione espressa da Confindustria di appoggio alla realizzazione di novità per le pensioni e le richieste delle forze sociali. Confindustria, oltre ad aver nuovamente espresso appoggio a novità per le pensioni di uscita prima, soprattutto perché collegate all’occupazione, e al suo rilancio, e quindi produttività, si è detta pronta a destinare lo 0,30% del fatturato per novità per le pensioni oggi indirizzato al fondo di mobilità che scomparirà dal 2017 e che porterebbe risparmi annui per 6000 milioni di euro.

Venerdì 2 settembre, invece, a Cernobbio inizieranno ad arrivare le prime persone per il via al Forum di Cernobbio, cui prenderanno parte il premier e il responsabile del Dicastero dell’Economia, pronti ad affrontare, come ci si aspetta, i temi principali di una ripresa economica che ancora stenta a decollare, sperando in particolari riferimenti alle novità per le pensioni, con la speranza che qualcosa sia detto in maniera diretta per capire se le stesse novità per le pensioni potrebbero davvero rientrare tra le misure necessarie ma anche prioritarie per la ripresa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il