BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie e prospettive novitÓ Governo Renzi diviso su legge di bilancio novitÓ mini pensioni, quota 41

Ci sono diverse squadre al lavoro sulle novitÓ per le pensioni, ma con prospettive differenti.




Il destino delle novità per le pensioni continua a essere incerte, anche e soprattutto perché non ci sono prospettive comuni nella maggioranza. In linea di massima esistono due punti di vista. Da una parte c'è chi spinge per introdurre cambiamenti più evidenti ovvero cavalcare la richiesta di interventi sulle pensioni che arrivano anche dal mondo delle imprese e da quello dei lavoratori e di facilitare l'uscita un po' prima dei pensionandi. Dall'altra c'è chi frena sulle novità per le pensioni, per ragioni economiche, e invoca piuttosto provvedimenti per rilanciare il mercato del lavoro e facilitare la ripresa della produttività del comparto industriale.

Volendo entrare maggiormente nel dettaglio dei gruppi di lavoro a Palazzo Chigi, c'è un quello coordinato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e consigliere economico del premier, che anche in recente incontro pubblico ha illustrato le intenzioni dell'esecutivo. Tutto ruoterà attorno al budget che sarà stanziato, ma la volontà è di andare anche al di là del progetto delle mini pensioni prospettato da alcune settimane. Non sarà semplice e per alcune categorie di lavoratori, come coloro che svolgono attività prevalentemente usuranti, occorre un supplemento di indagine e di ricognizione, ma lo sforzo è di non escludere nessuno.

Poi c'è il gruppo di lavoro del Ministero dell'Economia che spinge per interventi marginali ovvero correttivi dell'attuale legge sulle pensioni. Nessuno stravolgimento e comunque nessuna manovra avventata per i conti pubblici e con la priorità assegnata alle politiche sul lavoro. Di più: l'unica ricetta suggerita per rimettere in moto l'Italia è considerata quella di tagliare le tasse. Una strada che il governo ha imboccato fin dai suoi primi provvedimenti e che tenterà di proseguirà anche nel 2017. Lo stesso premier rivendica i risultati ottenuti nei primi due anni e mezzo alla guida del Paese e annuncia qualche novità in arrivo con la nuova legge di Bilancio.

A partire dall'introduzione dell'Iri per le imprese individuali, che, così come la gemella Ires, sarà del 24% e dal canone Rai, che sarà ritoccato al ribasso anche nel 2017. Di conseguenza, le novità per le pensioni slittano nella lista delle priorità. Attenzione poi al gruppo di studio sulla spending review ovvero al taglio della spesa pubblica, anche sulle pensioni. A capo di questo staff c'è Yoram Gutgeld, consigliere economico del presidente del Consiglio e deputato del Partito democratico. Il punto è che quanto realizzato fino a questo momento è stato insufficiente rispetto alle aspettative iniziali.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il