Finanziaria 2008 presentata dal Consiglio dei Ministri. Il momento della verità sarà in Parlamento

Il Consiglio dei Ministri approva il disegno di legge di bilancio, affiancandolo a un decreto legge che distribuisce sette miliardi e mezzo di entrate



Con la Finanziaria per il 2008 "cominciamo a pagare i debiti di Berlusconi verso la Comunità internazionale, stanziando circa un miliardo di euro per il Fondo globale per la lotta all'Aids e per gli altri impegni assunti dall'Italia nel G8 e nelle Nazioni Unite". A parlare, poco prima della chiusura del Consiglio dei Ministri, è il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Enrico Letta, che poi aggiunge: "Negli scorsi anni non sono mai stati pagati i contributi per la lotta all'Aids e per gli impegni presi nel G8 e nelle Nazioni Unite. Con l'intervento di oggi paghiamo circa un miliardo di debiti del precedente Governo". In precedenza, lo stesso Letta aveva annunciato che sarebbe ammontata a 11 miliardi di euro la manovra finanziaria, che verrà affiancata da un decreto legge che vale 7,5 miliardi di euro, che provvederà a redistribuire le maggiori entrate fiscali di quest'anno.

Confermata dunque l'entità complessiva di 10,7 miliardi, di cui circa quattro e mezzo provenienti da tagli alle spese, e poco più di tre miliardi dalle riduzioni fiscali.
Sul fronte dei conti, la notizia positiva è che per il 2007 ci si dovrebbe assestare al di sotto del 2,5% del deficit/pil (al 2,4%), migliorando così le previsioni di luglio.

Welfare -"Apprendo con preoccupazione la decisione del governo di rinviare il protocollo sul Welfare a dopo la Finanziaria". Così Lamberto Dini, nel corso della riunione, che poi aggiunge: "Noi liberaldemocratici non vorremmo che sia preludio a un annacquamento se non addirittura l'abbandono del protocollo stesso". In realtà, si tratta di uno scorporo del provvedimento, che proseguirà il suo corso nelle prossime settimane.
Vi sarà infatti un taglio delle tasse per i ceti meno abbienti, e risorse per scuola e trasporti, dove entrano in gioco i famosi mille treni nuovi per i pendolari.
Alla Finanziaria sarà poi affiancato un collegato che conterrà anche le misure sul Welfare, presumibilmente approvato il prossimo 12 ottobre.
Smentendo alcune voci circolate in giornate, non ci sarà nessun nuovo aiuto alle imprese, ma solo semplificazione e rimodulazione. Romano Prodi avrebbe rassicurato così i ministri della sinistra, dato che dovrebbero esserci solo sgravi derivanti da riordino di obblighi fiscali delle imprese per le quali i minori oneri, dunque, giungeranno da "operazioni a saldo zero".

Riforme -Per quanto riguarda il capitolo delle riforme, la dichiarazione del governo sottolinea che "mentre il Parlamento affronta il tema della legislazione di attuazione del Titolo V della Costituzione, il governo sottolinea l'urgenza di alcune riforme indispensabili per migliorare il funzionamento delle istituzioni parlamentari e di Governo, per dare un assetto coerente alle relazioni tra Stato centrale e autonomie regionali e locali e per rafforzare la fiducia dei cittadini nel funzionamento delle istituzioni e della democrazia

Ambiente -Inoltre, viene confermata fino al 2010 la detrazione del 55% per le opere riguardanti la riqualificazione eco-sostenibile degli edifici. Da quanto si apprende, le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni "verdi" rimangono in piedi e confermate per altri tre anni, contenendo benefit anche per chi decide di installare pannelli solari per produrre acqua calda (il solare termico).

Parlamentari -Prima di iniziare la discussione sulla finanziaria, il governo ha poi approvato una dichiarazione impegna il governo ad attivare una riduzione del numero dei parlamentari: 315 per la Camera e 200 per il Senato: un'operazione che sarà coperta, secondo quanto dichiarato dal ministro per l'Attauzione del programma Giulio Santagata, attraverso maggiori entrate fiscali e da risparmi di spesa, in egual misura.

Ici - L'esenzione Ici sulla prima casa potrà dovrebbe contare su un'ulteriore detrazione fino a 200 euro, da sommare agli attuali 103. Gli inquilini potranno così detrarre un ulteriore 1,33 per mille dalla base imponibile. Per gli affitti, invece, sono previste detrazioni di 300 euro per redditi fino a 15.493 Euro, 150 euro fino a 30.987 Euro.

Scuola - Per quanto riguarda la Pubblica istruzione, si annunciano cinquanta milioni di euro per il 2007, almeno secondo l'ultima bozza. L'intenzione è quella di supportare l'adempimento dell'obbligo di istruzione introdotto con la manovra di bilancio dello scorso anno. Sarà un decreto del ministro della Pubblica istruzione a definire i criteri e le modalità di assegnazione delle predette risorse.

L'opposizione  -Alla variabile ma complessiva soddisfazione della maggioranza, come naturale fa da contraltare lo scontento dell'opposizione: "Oggi è stato di scena il circo: Prodi in calzamaglia fa il trapezista senza rete e sotto di lui tutti i suoi pagliacci non aspettano altro che si sfracelli al suolo". A materializzare la consueta ed elegante metafora è il leghista Roberto Calderoli, che in una nota osserva: "Del resto questa Finanziaria altro non è che l'esercizio di volteggio di Prodi che cerca di mascherare gli orrori di questa maggioranza con una ridicola e improbabile riduzione delle tasse quando la sua maggioranza in Senato ha invece votato all'unanimità, perché le tasse le si aumenti".

Per Alleanza nazionale tra i primi a parlare è Gasparri: "Sulle questioni vere, nella maggioranza o litigano tra di loro in modo fratricida, oppure rinviano. Sul Protocollo Welfare e pensioni nessuna decisione del Consiglio dei Ministri, solo un rinvio. Come pensano di guidare la complessità di un Paese? Con mille treni in più? Prendono in giro i pendolari e non dicono che di treni ne serve uno solo subito: quello per mandare a casa Prodi". E via di questo passo, tra dichiarazioni polemiche tese a svilire il lavoro compiuto dal governo

Romano Prodi, ancora una volta, prova a mettere tutti d'accordo: "Sarà una Finanziaria di squadra, di sviluppo, e di cui dobbiamo essere fieri".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il