BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Movimento 5 Stelle rischio di stravincere o perdere lo slancio

Crisi per un M5S che sembra alla ribalta in Italia: cosa sta accadendo, conseguenze novità pensioni e ruolo maggioranza




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:03)Diventa sempre più complessa la situazione per il Movimento 5 Stelle e tante sono le reazioni dalle ultime notizie e ultimissime dove indiscrezioni fanno trapelare anche forti rotture e divergenze interne. E' chiaro che è un colpo duro, al momento, anche per le novità per le pensioni e in generale per tutto il cambiamento che il M5S aveva sempre prospettato e su cui si era conquistata la fiducia. Ora tutti aspettando di capire la verità e solo dalla veritià e della trasparenze da sempre richieste dal M5S stesso si potrà ripartire.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Il Movimento 5 Stelle non vive una situazione facile come è chiaro dalle ultime notizie e ultimissime provenienti da Roma, anche se a Torino le cose sembrano andare piuttosto bene. Ma come ha sottolineato anche di Maio è inutile parlare di complotti, se si esce da questo momento di prova si può vincere, anzi stravincere a livello nazionale e con il M5S vincerebbero in teoria anche novità per le pensioni e di tanti altri argomenti punti di forza del movimento stesso.
 

Sin dalla presentazione del suo programma, il Movimento 5 Stelle ha sempre puntato, e con particolare forza, sulla necessità di novità per le pensioni, tanto da appoggiare anche la Lega quando lanciò la proposta di totale
abolizione delle attuali norme previdenziali. Diverse le novità per le pensioni su cui il M5S continua a puntare, dall’uscita per tutti a 60 anni piuttosto che a 66 anni e sette mesi; ulteriori proroga delle norme di uscita prima per le donne lavoratrici, novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41, senza alcuna penalità a carico di categorie di lavoratori, come chi svolge attività faticose e chi è entrato giovanissimo nel mondo occupazionale, che sono già stati fin troppo penalizzati dall’entrata in vigore delle attuali regole pensionistiche, e per cui sarebbero già disponibili, secondo il M5S, almeno 600 milioni al momento però bloccati. Tra le novità per le pensioni sostenute dal M5S anche modifiche del cumulo dei contributi previdenziali versati in diverse gestioni, abolizione delle ricche pensioni degli alti esponenti istituzionali,  ricalcolo di quelle più elevate, e assegno universale per tutti, da sempre cavallo di battaglia del Movimento.

E dimostrandosi sempre dalla parte dei cittadini, il M5S nel corso dei mesi è riuscito a conquistare gran parte della popolazione italiana, successo dimostrato dagli esiti delle ultime comunali a Roma e Torino dove le neo sindaco Raggi e Appendino sono proprio esponenti del M5S che continua a promettere grandi cose. Proprio per il consenso crescente e le idee chiare sulle misure da mettere in atto a sostegno delle persone più in difficoltà e dei cittadini in generale, il M5S è sempre più rivale di una maggioranza che è decisamente calata tra gli italiani. Ed è letteralmente scontro tra queste due forze politiche anche con particolare riferimento alle novità per le pensioni, dove si scontrano le tante ipotesi che il M5s vorrebbe attuare e la mini pensione che sta portando avanti la maggioranza ma che non piace quasi a nessuno, considerando i forti limiti e le elevate penalità che prevede che certamente non spingerebbero i lavoratori ad usufruirne, rischiando, dunque, di rappresentare un ennesimo flop di investimento, insieme al piano di riduzione delle imposte, ancora però in alto mare.

Tanti di coloro che chiedono urgentemente l’approvazione di novità per le pensioni puntano molto sul M5S  e, per esempio, ci sono stati già diversi incontri tenutisi tra esponenti del M5S, come Tripiedi, e gruppi online che sono sempre più attivi nella discussione sulle novità per le pensioni. Un Movimento che potrebbe, dunque, rappresentare per tanti italiani una nuova opportunità ma che inizia già a lamentare i primi problemi e scatenare i primi dubbi, iniziando anche a perdere pezzi che si pensavano ben saldi. Si tratta di una situazione di squilibrio che, come riportano da giorni le ultime notizie, partono dalla particolare gestione di Roma sotto la neo nata giunta Raggi, anche se c’è da sottolineare che, probabilmente, nelle mani di chiunque, in una fase iniziale, Roma sarebbe stata un problema, considerando le difficoltà profonde che devono essere risolte in città.

In poco tempo, però, si sono dimessi l'assessore al Bilancio Marcello Minenna, il capo di Gabinetto Carla Raineri, il direttore generale di Atac, Marco Rettighieri, e l'amministratore unico Armando Brandolese. E il sindaco Virgina Raggi si ritrova anche nella scomoda posizione di dover prendere entro il prossimo 7 ottobre la decisione sulle Olimpiadi del 2024 nella Capitale, esortata, in un certo senso, dal premier a cogliere l’occasione di questo evento per rilanciare a 360 gradi la città eterna. Mentre a Roma la situazione è confusa ed è chiaro come serva un cambiamento netto da parte della Raggi che instradi lei e tutta la sua giunta verso la strada di una reale conquista della Capitale, a Torino la situazione è completamente diversa: Chiara Appendino sta lavorando tranquillamente e bene, ha dato già il via a tante delle misure annunciate durante la sua campagna elettorale, partendo, come riportato dalle ultime notizie, dagli aiuti sociali. E ha ricevuto anche l’appoggio degli industriali al suo operato. Questo dovrebbe essere l’esempio, forse, da seguire per il M5S se la vera intenzione è quella di candidarsi a unico rivale della maggioranza. E molto, o quasi tutto, di questa sfida a due potrebbe giocarsi facilmente sul campo delle novità per le pensioni che, come ormai ben noto, insieme a tasse e occupazione,sono le novità che stanno più a cuore ai cittadini.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il