BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni trasformate in assegno universale strategia Istituto Previdenza

Le nuove ipotesi dell’Istituto di Previdenza di revisione della mini pensione: cosa dovrebbe prevedere e per chi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22)
E, dunque, visto che le mini pensioni come novità per le pensioni così come sono realizzate non convincono, almeno di darle a chi è senza occupazione e ha un quoziente familiare che necessità un sostegno. Dunque, le mini pensioni come una novità per le pensioni, ma soprattutto come uno strumento simile ad un assegno universale di supporto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): L'assunto base da cui si parte, da cui inizia il ragionamento dell'Isitituto di Previdenza nella sua strategia riguardante le novità per le pensioni in modo particolare delle mini pensioni è semplice: bisogna evitare un esborso extra per le novità per le pensioni senza essere sicuri di un successo e occorre dare una mano a chi prima di tutto ne ha veramente bisogno anche con le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Non per tutti e per un tempo limitato: l'assegno universale guadagna le scene nel dibattito sulle novità per le pensioni, anche grazie alla spinta che da alcuni mesi a questa parte viene costantemente assicurata dal presidente dell'Istituto nazionale della previdenza. Le ultime e ultimissime notizie confermano come la soluzione siano sul tavolo dei ragionamenti.

Una ribadita posizione di contrarietà alla novità per le pensioni con mini pensione, che potrebbe rivelarsi inutile e poco efficace dopo il flop già visto del part time, quella espressa in questi giorni dal presidente dell’Istituto di Previdenza, una posizione non certo nuova, considerando che sin dalla sua prima presentazione la mini pensione non aveva decisamente convinto. Ora, però, però evitare che vengano sprecate disponibilità economiche importanti, che sono già esigue, il presidente dell’Istituto di Previdenza, ritenendo che le mini pensioni rappresenteranno un nuovo costo, contribuendo ad aumentare l’eventuale debito, e pochi vi aderiranno, e saranno soprattutto coloro che sono più svantaggiati, come i disoccupati, invita la maggioranza a definire bene l’assegnazione delle detrazioni fiscali attraverso l'analisi del quoziente familiare, in modo da favorire le persone che si ritrovano più in difficoltà. E stesso discorso dovrebbe vale per il taglio delle imposte per le pensioni più basse.

Con l’ipotesi di una modulazione della mini pensione sul quoziente familiare, il presidente dell’Istituto di Previdenza sembra riprendere la stessa ipotesi che era stata spiegata per l’assegnazione dell’assegno universale, di cui avrebbero dovuto beneficiare, come nel suo piano riportato, solo determinate persone in base alla situazione economica familiare e non del singolo. Nel progetto dell’Istituto di Previdenza per dare il via a concrete novità pensioni, così come riportano le ultime notizie, ci sarebbe il progetto di sostenere i pensionati più indigenti, attraverso aiuti definiti non in base alla situazione economico del singolo ma valutando l’intera situazione familiare, stabilendo le novità da assegnare in base al valore Isee, in modo da mettere a punto modifiche che siano mirate e non rappresentino, ancora una volta, un inutile spreco di budget che è già decisamente esigue, stabilendo le platee di beneficiari.
In questo modo la mini pensione potrebbe arrivare quasi a sostituire l’assegno universale, sia perché indirizzata solo a chi è più in difficoltà, sia perché verrebbe valutata in base al quoziente familiare. Le ultime notizie dell’Istituto di Previdenza si concentrano anche sul capitolo riduzione delle imposte e in merito il presidente dell’Istituto è stato piuttosto chiaro: se deve essere messo in atto un cambiamento in questa direzione, è bene che sia fatto per tutti, sia per i pensionati che per i lavoratori, perché ridurre le imposte solo per i pensionati significherebbe contribuire ad accrescere quello squilibrio sociale che lo stesso presidente vuole, al contrario, eliminare del tutto.

Precisato come dovrebbe funzionare la mini pensione, e senza fare alcun riferimento ad altre novità per le pensioni che vengono rilanciate da più parti, per non prevedere costi aggiuntivi ed essere risolutiva per tutti, il presidente dell’Istituto di Previdenza ha anche ribadito quanto sarebbe importante procedere al ricalcolo delle pensioni più elevate, che ha dichiarato spesso di considerare una misura importante per riuscire non soltanto a recuperare nuovo budget da investire in ulteriori novità per le pensioni per tutti, ma anche per rimettere in equilibrio il sistema previdenziale in generale. Ha, però, ammesso che non si tratta di una novità per le pensioni al momento sul tavolo, mentre ha accolto con favore, stando sempre alle ultime notizie, l’apertura alla cancellazione dei costi onerosi oggi previsti a carico di coloro che vogliono riunire tutti i propri contributi versati nelle diverse gestioni previdenziali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il