BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie significative novitÓ inverno caldissimo sfide Governo Renzi con novitÓ mini pensioni, quota 41, quota 100

Continua a essere un rebus di non facile e immediata soluzione quello delle novitÓ per le pensioni in Italia.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:17): Una delle tante sfide che il Governo Renzi dovrà affrontare sicuramente sarà quella delle novità per le pensioni sempre più richieste e che si collega strattamente a quella dell'occupazione che non riesce a riprendersi veramente e il cui blocco finalmente anche importanti esponenti indicano per la rigidità delle pensioni. E non c'è solo questa sfida collegata.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:33): Due miliardi è la dote su cui si riflette per finanziare le misure che verranno inserite nelle novità per le pensioni: 1 miliardo, secondo le ultime e ultimissime notizie, andrà a finanziare il rafforzamento delle pensioni più basse e 1 miliardo per finanziare i diversi canali per lasciare l'attività, a partire dalle mini pensioni. In ballo una dote aggiuntiva per il piano di contrasto all'indigenza o forse da togliere al punto sorprendentemente al punto appena detto delle novità per le pensioni.

Prende quota, tra i provvedimenti allo studio della maggiorana sulle novità per le pensioni, l'ipotesi di estendere la platea dei pensionati che prendono la cosiddetta quattordicesima. Come? Innalzando il reddito personale complessivo limite per ottenere il beneficio da 1,5 volte il trattamento minimo (circa 750 euro) a 2 volte (1.000 euro). Si tratta della principale novità che sta trovando spazio nelle ultime ore, accanto alle varie soluzioni di quota 100, mini pensioni, quota 41, assegno universale, cumulo gratis dei contributi, aumento degli assegni più bassi e allargamento della no tax area, che per vari motivi presentano difficoltà di implementazione.

Il reddito considerato è quello comprensivo di tutti i redditi soggetti all'Irpef, dei redditi esenti da imposte e di quelli soggetti a ritenuta alla fonte, esclusa la casa di abitazione. L'intervento sulla quattordicesima valorizzerebbe l'impegno lavorativo: il beneficio infatti cambia con gli anni di contributi versati (336 euro fino a 15 anni di contributi, 420 euro fino a 25 anni e 504 euro con più di 25 anni di contributi). Aiuterebbe le fasce più disagiate perché la misura tiene conto del reddito totale e non solo di quello da pensione. La quattordicesima è erogata a luglio e per ora, secondo l'Istituto nazionale della previdenza sociale, a circa 2,2 milioni di pensionati. Con l'estensione al reddito di 1.000 euro al mese si aggiungerebbero altri 1,15 milioni di pensionati.

Insomma, appare chiare l'intenzione della maggioranze di tenere ben stretto il legame tra novità per le pensioni e fisco. Le risorse destinate alle prime dovrebbero aggirarsi sui due miliardi di euro ed è possibile che per le mini pensioni, da alcuni mesi considerato il provvedimento cardine, lo stanziamento si limiti a 500-600 milioni di euro. È chiaro che con disponibilità modeste, lo strumento rischia di avere scarso successo, come peraltro già accaduto con le misure sull'anticipo del Tfr e sul part time verso la pensione, perché poco conveniente per le persone che dovrebbero usarlo. Lo schema, confermano i tecnici, sarà, almeno per coloro che escono volontariamente e non sono quindi disoccupati o a rischio esubero, quello di un'operazione di mercato con la rata da pagare sulla pensione futura collegata alle mini pensioni.

Il problema è che non ci sono solo il cumulo gratis dei contributi, la questione dei lavoratori che hanno iniziato l'attività in giovane età o coloro che svolgono attività prevalentemente faticose a richiedere un impegno economico per lo Stato. Ci sono anche tanti nodi da sciogliere, come quello del rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici o la gestione delle emergenze che, in un'ottica complessiva di entrate e uscite, sono destinate a sottrarre importanti risorse alle novità per le pensioni. Uno dei temi che ha meno probabilità di saltare è comunque proprio quello del cumulo gratuito, con il tentativo di rendere più semplici e meno costose le riunificazioni di periodi contributivi in gestioni diverse.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il