BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie funazionamento novità prestito per pensioni Ape-Rita tra novità per uscire prima quota 41, quota 100

Tra le principali novità per le pensioni allo studio c'è anche l'introduzione della Rendita integrativa temporanea anticipata.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:53): In modo particolare, inizia a diventare interessante il meccanismo dell'Ape per le novità per le pensioni per uscire prima per una serie di fasce di persone che ci andrebbero senza pagare penalità. In queste finalmente dovrebbero essere stati inclusi i portatori di handicap, invalidi e chi li segue. Ma non solo. Vi docrebbero essere anche i disoccupati e, forse, si sta ragionando anche su chi ha fatto occupazioni pesanti. Sarebbbero delle ultime notizie e ultimissime finalmente buone anche se si attende di capire tutti i paletti, in particolare uno sul reddito che potrebbere rendere la cosa ancora più interessante o affossarla del tutto o quasi come vedremo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:12) Vi sono alcuni meccanismi che devono essere spiegati megli per come dovrebbe funzionare la principale novità per le pensioni per uscire prima con il sistema dell'Ape supportato in alcuni casi dalla Rita. Lo abbamo visto sotto, ma tra le ultime notizie e ultimissime si iniziano a intravedere ulteriori novità e stavolta non negative almeno per alcuni.

L'obiettivo è di favorire l'uscita un po' prima e a condizioni meno svantaggiose. Ma le mini pensioni allo studio della maggioranza non saranno per tutti. E, anzi, presenteranno molte limitazioni sulla base del destinatario. Questione di budget, continuano a ripetere. E in effetti, alla luce della continua rimodulazione degli stanziamenti, la configurazione sta cambiando in continuazione. Le mini pensioni sono rivolte ai lavoratori con almeno 63 anni e 20 di contributi versati. Si prevede la possibilità di ritiro fino a tre anni e sette mesi prima rispetto al requisito di vecchiaia (66,7 anni per gli uomini e 65,7 per le donne dipendenti del settore privato).

Le mini pensioni verrebbero finanziate da un istituto di credito e assicurato in caso di morte e poi rimborsato nel primo ventennio di pensionamento a regime. Sono poi previste detrazioni fiscali differenziate per i beneficiari più meritevoli. In questo contesto si inserisce la Rendita integrativa temporanea anticipata. Per l'accesso al pensionamento prima, la Rita erogata dai fondi pensione aziendali o contrattuali potrebbe rivelarsi la soluzione forse più vantaggiosa per un lavoratore rispetto alle mini pensioni erogate da un istituto di credito. Naturalmente la potranno utilizzare in particolare i lavoratori che hanno aderito alla previdenza complementare.

Alla base della necessità di intervenire con queste novità per le pensioni c'è il meccanismo introdotto con l'attuale legge previdenziale per garantire l'equilibrio del sistema da una parte ha determinato un imprevisto consistente aumento dell'età minima per molti lavoratori, dall'altra rischia di dare vita a una eterna rincorsa alla pensione, dato che l'asticella si sposta automaticamente sempre più in là se la durata della vita media dovesse continuare a crescere. Questi effetti sono confermati dai dati sui flussi di pensionamento che testimoniano un generale rallentamento, salvo poi registrare delle accelerazioni non appena raggiungono i minimi richiesti quelle categorie di contribuenti rimasti penalizzati dalle nuove regole.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il