BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie e prospettive novità aumento pensioni minime come funziona e per chi da Governo Renzi

Ecco come la maggioranza potrebbe intervenire per aumentare gli assegni più bassi nel pacchetto delle novità per le pensioni.




La maggioranza ha deciso: intervenire con le novità sulle pensioni anche con aiuti agli assegni più bassi. Nel pacchetto previdenza a cui stanno lavorando i tecnici, su sollecitazione dello stesso capo della maggioranza, entrerebbero anche le misure per chi è già in pensione ed è costretto a vivere con un assegno molto basso. Due le opzioni sul tavolo che puntano ad agire sullo stipendio extra: rafforzare l'assegno a coloro che l'hanno già incassato ovvero le pensioni fino a 750 euro al mese, o ampliare la platea degli attuali beneficiari portando a 12-13.000 euro l'anno il tetto del reddito per poter ricevere l'assegno aggiuntivo.

Facendo un passo indietro, per incrementare il reddito dei pensionati che percepiscono assegni bassi, è stata introdotto lo stipendio extra, che viene corrisposto ai titolari di trattamento da parte dell'assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative gestite da enti pubblici di previdenza obbligatoria. Questa somma accessoria viene riconosciuta agli over 64 anni che nell'anno precedente (o in quello attuale se si tratta di un caso di prima liquidazione) hanno avuto un reddito complessivo non superiore a 1,5 volte il trattamento minimo. Per il 2015-2016 tale importo è a quota 9.786,86 euro, che corrisponde a un mensile di 501,89 euro.

Nel conteggio vengono considerati i redditi assoggettabili all'Irpef e quelli esenti da imposte e quelli soggetti a ritenuta alla fonte o a imposta sostitutiva. Sono espressamente escluse, tra le altre voci, i trattamenti di famiglia, le indennità di accompagnamento oltre al reddito della casa di abitazione. L'importo aggiuntivo, in tre scaglioni, varia in relazione agli anni di contribuzione che si possono vantare e sono differenziati tra lavoratori dipendenti e autonomi e di norma viene pagato a luglio. Per raggiungere l'obiettivo di intervenire sulle pensioni più basse l'esecutivo potrebbe però anche archiviare le due opzioni sullo stipendio da pensione extra scegliendo un'altra strada: estendere la no tax area. L'esenzione totale è attualmente riconosciuta per i redditi fino a circa 8.000 euro per gli over 75 e circa 7.500 per gli altri pensionati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il