BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tfa terzo ciclo nuovo 2016, assunzioni diretta, mobilità, concorso scuola: novità Miur e Ministero Istruzione

Ci sono tante perplessità in merito a molte decisioni e non decisioni del Ministero dell'Istruzione.




Se c'è una questione del mondo della scuola che rimane ferma al palo è quella dell'attivazione del Tfa terzo ciclo. Non solo il Ministero dell'Istruzione non fornisce alcuna indicazione su tempi e modi dell'atteso decreto preliminare alla pubblicazione del bando. Ma non spiega le intenzioni ovvero un inaspettato ripensamento di un percorso che è comunque destinato a terminare. Non resta che attendere, rimanendo ancorati a quella disponibilità che circola da tempo: per quanto riguarda il posto comune, sono 3.270 per la scuola secondaria di primo grado, 8.058 per quella secondaria di secondo grado. In merito ai posti sul sostegno, 392 all'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alla scuola secondaria di primo grado, 1.035 per quella secondaria di secondo grado.

In ogni caso, le modalità di accesso al Tirocinio formativo attivo passeranno da un test preliminare che prevede la risoluzione di una serie di domande a risposta chiusa con quattro opzioni di cui una sola corretta. Per conseguire l'abilitazione sarà poi necessario sostenere una prova scritta con domande a risposta aperta relative alle discipline oggetto di insegnamento delle relative classi di concorso, e una prova orale sulla delle specificità delle varie classi di laurea.

L'accesso dovrebbe essere consentito a coloro in possesso di una laurea del vecchio ordinamento e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all'insegnamento, di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all'insegnamento, del diploma Isef, già valido per l'accesso all'insegnamento di educazione fisica, per i Tfa di Scienze Motorie. A quanto pare, alla base di questi ritardi ci sono le farraginosi operazioni relative al concorso scuola con tanto di polemiche che ne sono seguite per i ritardi nella conclusione delle prove orali e per l'alta percentuali di candidati che non hanno superato le prove.

Non sfugge come quella appena trascorsa sia stata la settimana in cui il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini ha firmato il decreto che dà il via libera alle immissioni in ruolo per l'anno scolastico 2016-2017. Numeri alla mano, i posti disponibili, in conseguenza delle operazioni di mobilità, sono 29.720.Più precisamente, 22.499 posti comuni e 7.221 posti per il sostegno. E ancora più nel dettaglio, i posti disponibili sono suddivisi in questo modo: infanzia 3.632 posti comuni e 787 di sostegno; primaria: 3.859 posti comuni e 4.043 di sostegno; secondaria di primo grado 7.570 posti comuni e 1.845 di sostegno; secondaria di secondo grado 7.438 posti comuni e 546 di sostegno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il