BusinessOnline - Il portale per i decision maker






770 2016 proroga ufficiale. Come funziona, dettagli e per chi in Gazzetta Ufficiale

Sulla Gazzetta Ufficiale è confermata la proroga dei tempi di presentazione del modello 770 2016. C'è tempo fino al 15 settembre.




Il giorno limite entro il quale presentare il nuovo modello 770 2016 è il 15 settembre. Entro giovedì, come messo nero su bianco sulla Gazzetta Ufficiale, i sostituti d'imposta devono comunicare in via telematica all'Agenzia delle entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell'anno 2015, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate nonché il riepilogo dei crediti. Contiene infatti i dati identificativi del dichiarante, quelli relativi ai versamenti e all'utilizzo dei crediti, i dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi nonché quelli relativi alle ritenute.

Il modello 770 2016 ordinario deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta, dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti, sulla base di specifiche disposizioni normative, a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell'anno 2015 od operazioni di natura finanziaria effettuate nello stesso periodo, nonché i dati riassuntivi relativi alle indennità di esproprio e quelli concernenti i versamenti effettuati, le compensazioni operate e i crediti d'imposta utilizzati.

Sono tenuti a presentare il modello 770 2016 semplificato le società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti commerciali equiparati alle società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti non commerciali; le associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali; le società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato; i trust; i condomini; le società di persone residenti nel territorio dello Stato; le società di armamento residenti nel territorio dello Stato; le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato.

Va presentato direttamente tramite un intermediario abilitato, altri soggetti incaricati (per le amministrazioni), tramite società appartenenti al gruppo. Non è consentita la presentazione tramite banche convenzionate od uffici postali né i soggetti momentaneamente all’estero possono utilizzare il mezzo della raccomandata o altro mezzo equivalente. La dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle entrate. La prova della presentazione della dichiarazione è data dalla comunicazione attestante l'avvenuto ricevimento dei dati, rilasciata per via telematica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il