BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Test Università medicina: per capire se si è passati e dove dall'analisi delle graduatorie alle analisi dei punteggi minimi

Quanta incertezza sui risultati dei test per le immatricolazioni ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia.




L'equazione è molto semplice: test più semplici per il test di ingresso alle facoltà di Medicina e Odontoiatria e punteggio più alto per rientrare nel gruppo degli ammessi. Possono essere utili per inquadrare la situazione e fare delle utili previsioni le indicazioni, le considerazioni e i calcoli eseguiti da testbusters.it in riferimenti ai test di Medicina e Odontoiatria dello scorso anno. Viene addirittura messo a disposizione file in formato excel con tanto di istruzioni da seguire. Nel foglio Calcolo, fanno notare, basta inserire in cella A2 il proprio cognome e nome. A quel punto il foglio elettronico calcola i valori relativi al candidato.

In merito al significato dei numeri calcolati, il valore più importante è il rapporto r di riga 17; minore è la percentuale indicata maggiori sono le probabilità di entrare nella sede corrispondente. E ancora: il numero assoluto di candidati che precedono in una determinata sede è indicato in riga 15 mentre in riga 19 è riportato invece il numero di candidati ancora in gioco che precedono e che hanno una determinata sede come miglior scelta. Se questo numero è superiore a quello dei posti in ballo la cella diventa rossa. In ogni caso è interessante notare come la graduatoria è in continua fase di assestamento ed è presumibile che lo sia anche quest'anno.

Significa che le rinunce per mancata conferma di interesse scendo in maniera graduale e che un quadro definitivo si avrà solo a distanza di qualche giorno. Il suggerimento è di dare un'occhiata e magari avventurarsi in qualche calcolo per farsi una prima buona idea. In ogni caso, viene fuori che lo scorso anno per entrare a Medicina all'Università Bicocca di Milano erano sufficienti 40,9 punti. A Bologna 38,4 e a Modena 37,6. Poi si passava ai 33 punti richiesti a Parma per essere ammessi a Medicina, i 30,3 a Brescia e i 31,9 a Siena 31,9. Numeri ancora più bassi all'Università di Foggia: 29,4 punti. Sotto la soglia dei 30 punti anche a Roma Tor Vergata, Catanzaro e Salerno.

Come fanno notare dal Ministero dell'Istruzione, il numero dei posti per ciascun corso di laurea è stato stabilito operando una mediazione tra il fabbisogno professionale espresso per ciascuna professione dal Ministero della Salute, recepito nell'Accordo assunto in sede di Conferenza Stato-Regioni, e l'offerta formativa deliberata dagli atenei. I numeri programmati per ciascun corso di laurea sono più alti rispetto a quelli determinati in via provvisoria dall'apposito decreto. Più precisamente i posti disponibili per le immatricolazioni ai corsi di laurea in Medicina e Chirurgia sono complessivamente 9.224; quelli al corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria 908; quelli al corso di laurea in Medicina Veterinaria 655.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il