BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie ufficiali novità ancora Governo Renzi-Comitato Facebook novità contributivo donna, mini pensioni, quota 41

A che punto sono le discussioni sul contributivo donna, perché è calato il silenzio contrariamente alle altre novità per le pensioni , e cosa si aspetta per dare risposte certe




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:46): Ulteriori novità per le pensioni ma all'esterno delle mini pensioni sarebbe quello di dare quota 41 e non totale solo a chi ha iniziato tra i 14-16 ancora più giovane oppure di permetterlo solo a chi unisce occupazioni da giovane più occupazioni pesanti che sono, però, tutte da definire. Si rischia di creare delle distorture, privilegi e complicanze e alla fine per pochi, facendo scontenti in molti. E tutto perchè non si vuole rinunciare all'idea di dare una tantum anche alle pensioni base, anzi su queste si tende a volere estendere i beneficiari. Ma se il denaro fosse dato per le reali novità per le pensioni, per chi ha svolto una ttività da anni e anni, non sarebbe oltre che più giusto anche meglio per lo stesso quadro economico?  

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:50): Al momento ci sono diverse idee per cercare di accontentare quota 41 con le novità per le pensioni. La prima è includerli nelle mini pensioni, ma stringendo ancora di più i vincoli seppur senza oneri. Ma già con soli cinquecenti milioni si rischia di avere tante persone che non otterranno nulla. Ma tra le ultime notizie e ultimissime non c'è sola questa.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:51): Vi sarà, comunque, un altro confronto tra il gruppo Quota 41 e gli esponenti del Governo Renzi, c'è da sottolineare che il Gruppo stesso ha detto di no a due mesi o comunque a forme irrisorie di contributi figurativi per i quota 41 e ha espresso forti perplessità sull'efficicia delle mini pensioni. Si può dire che la trattativa va avanti, ma è molto in salita.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:49): Non è stato un incontro semplice quello di Nannicini con il gruppo Facebook e e ce lo si poteva immaginare. Da quello che viene riportato sotto dalle ultime notizie e ultimissime ufficiali scritte proprio dal coordinatore si capiscono diverse novità per le pensioni o più che altro tendenze che avevamo già capito ma che ora hanno una ufficialità:

- pensioni novità si vogliono fare in più momenti, da parte di Nannicini che ricordiamo è un esperto e studioso della materia, si capisce che ci sono degli errori e delle cose da sistemare. Occorre capire se e quando gli daranno il via libera. Forse, alle prossime urne?
- pensioni novità con quota 41 c'è la volontà di farlo, ma non c'è il budget come si sperava
- pensioni novità attraverso le mini pensioni soprattutto come un mezzo per aiutare chi ne ha bisogno, più un sostegno per diverse fasce che una vera e propria novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:49): E ancora tornando all'incontro del pomeriggio odierno sulle novità per le pensioni (ma come detto contributivo donna ha un'altra strada), sono arrivate le ultime notizie e ultimissime ufficiali dal resoconto di chi ci è stato ovvero il ccordinatore del Gruppo Online Occhiadoro:

Buonasera a tutte/i: 
scusate il ritardo ma sono appena rientrato.
Allora: molti rimarrano delusi, ma ancora oggi è stato un incontro interlocutorio.
Il governo ha preso atto delle nostre richieste e su due di esse abbiamo già la risposta affermativa e precisamente:
- ABOLIZIONE TOTALE DELLE PENALIZZAZIONI PER CHI ESCE DAL LAVORO CON I REQUISITI DELLA LEGGE FORNERO PRIMA DEI 62 ANNI ( e questo a partire dal 1 gennaio 2017)
- SCOMPARSA DEFINITIVA DELLE RICONGIUNZIONI ONEROSE .

Per quanto riguarda i bonus che abbiamo letto ultimamente sulla stampa ABBIAMO RISPOSTO CHE I 2 MESI NON LI VOGLIAMO ( e devo dire che se lo aspettavano tanto è vero che sono stati depennati).

Per quanto riguarda l'ASPETTATIVA DI VITA NON verrà affrontata in legge di stabilità ma in incontri separati SUCCESSIVAMENTE e, cosa fondamentale non HANNO CHIUSO LE PORTE come invece si temeva.
Per quanto riguarda i 41 PER TUTTI hanno ribadito che i costi sono molto elevati ma sono in preparazione altre proposte che, come è ovvio, vogliono prima discutere con i sindacati e successivamente con noi, tanto che si è deciso di incontrarci nuovamente dopo il 21.

Hanno preso atto delle altre nostre richieste ed alcune di queste le hanno ritenute interessanti ( parlo di quella di accompagnare verso la pensione coloro che sono vicini al traguardo facendo prestare servizio nei cosiddetti Lavori socialmente utili da svolgersi nel comune di residenza del pensionando).

Un veloce accenno anche sulle mini pensioni che abbiamo comunque ribadito non piacerci per nulla anche se non ci tocca direttamente: la famosa mini pensione consente ai disoccupati, agli inabili, ai disabili e a coloro che hanno una situazione familiare complicata con genitori costretti ad assistenza continua o figli diversamente abili sarà a costo 0 ( zero) in quanto lo Stato si farà carico del rimborso della rata.
Sappiamo che non è il massimo della vita quello che è venuto fuori oggi, ma ( sensazione personale) credo che spunteremo qualcosa che si avvicinerà molto ai nostra desiderata.
Chiedo scusa per la stringatezza del resoconto nonostante abbiamo passato 2 ore a colloquio, ma le cose evolvono ora dopo ora e quelle cose lette e sentite nei giorni scorsi e che ci avevano allarmato non poco, oggi possiamo dire di averle scansate e, crediamo, superate.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:08): Ritornando al contributivo donna tra le ragioni che sicuramente permeterrano di farlo continuare come novità per le pensioni è il forte risparmio che ne può trarre lo Stato con delle decurtazioni alte che già da subito convengono alle Casse dello Stato. E tra l'altro tanta è la convenienza che diversi esponenti politici hanno parlato di estendere un contributivo maschile.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:20): E non c'è solo il contributivo donna ad essere uno dei metodi per le novità per le pensioni che dovrebbe sicuramente passare, anzi è meglio dire continuare in questo caso. Ed è anche come spiegato sotto il più certo tra tutte le novità per le pensioni. Tra le ultime notizie e ultimissime rimane centrale le mini pensioni anche se ci sono molti dettagli da chiarire nonostante anche le ultime spiegazioni. E poi quota 41 che, però, appare sempre più in bilico.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:44): E dunque il contributivo donna è la novità per le pensioni più sicura al momento che possa passare o per meglio dire continuare per le ultime notizie e ultimissime. E i motivi sono diversi. Prima di tutto sono già state stanziate le coperture e rispetto a quelle usate davvero ne rimangono ancora molte. Il secondo è che spostare del denaro già predisposto per un utilizzo chiaro e non giacente perchè non utilizzato perchè nessuno lo ha richiesto è difficilissimo che venga fatto dalla Ragioneria di Stato. E non è ancora finita come vedremo a breve con ulteriori motivazioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): In tanti si chiedono quale sarà il destino delle novità per le pensioni legate al contributivo femminile. E nelle tante ultime notizie e ultimissime che ci sono e che vengono trasmesse e scritte, non trovarle creare preoccupazioni. Ma in realtà è l'unica novità per le pensioni che ha già delle coperture certe e non vine ora riportate nelle ultime notizie e ultimissime perchè non occorre trattare nulla, ma solo controllare il budget e dare il benestare parlamentare a farle ripartire.

Prorogare ancora il sistema di pensione con contributivo donna per permettere alle donne lavoratrici di lasciare in anticipo la propria attività: la questione sulle norme che permettono di andare in pensione prima al mondo femminile torna prepotentemente in discussione e ci si chiede ancora perché non se ne sia più parlato negli ultimi tempi, perché questo tema sia scomparso dalle ultime notizie e cosa si aspetta per darne ulteriori informazioni. In realtà, come dimostrano le ultime notizie, si tratta ancora di domande senza risposte visto che per decidere realmente cosa fare in merito bisognerà aspettare di sapere quanti soldi verranno risparmiati dal quel tesoretto di 2,5 miliardi di euro che era stato stanziato l’anno scorso per la proroga di questo contributivo quest’anno. Maria Antonietta Ferro del Opzione Donna Proroga al 2018 auspica che la maggioranza dedichi i risparmi derivanti dallo stanziamento per il contributivo donna alla proroga dello stesso sistema almeno fino al 2018.

Sulla questione contributivo donna anche il deputato Roberto Simonetti della Lega che, dopo tanto silenzio calato su questo sistema, ha presentato una interrogazione in cui ha chiesto al ministro dell’Occupazione di dare finalmente risposte concrete a tutte coloro che ne attendono una sulla possibilità di andare ancora in pensione prima con il contributivo, perché le coperture ci sono e anche nel caso in cui non ci fossero si potrebbero trovare, esattamente come sono stati trovati soldi per attuare altri provvedimenti per cui inizialmente non erano disponibili risorse economiche. Simonetti ha quindi, nuovamente, chiesto la proroga del contributivo donna fino al 2018 ricordando che nella finanziaria dell'anno scorso è stato inserito un contatore specifico per monitorare le pensioni anticipate con questo sistema, vedere quanti soldi sono stati effettivamente spesi e quindi capire quante sono le risorse rimanenti da impiegare per ulteriori proroghe. Probabilmente qualche risposta a tale interrogazione potrebbe arrivare nei prossimi giorni dal responsabile del Dicastero dell’Occupazione, ma ancora non si possono definire i tempi di soluzione di questa situazione, perché in realtà per decidere serve, appunto, sapere quanto è avanzato dai 2,5 miliardi già stanziati per il contributivo donna di quest’anno.

Non solo, dunque, ulteriori dettagli su novità per le pensioni con mini pensione e quota 41, ma anche sul sistema del contributivo donna. Nell’attesa di sapere quanti saranno i soldi avanzanti dallo stanziamento dei 2,5 miliardi di euro con cui l’anno scorso è stata proroga per tutto quest’anno la possibilità di andare in pensione prima per le donne, a 57 anni, 58 per le autonome, a patto di accettare un assegno pensionistico finale decisamente ridotto, interamente calcolato con sistema contributivo, quindi esclusivamente sui contributi realmente versati nel corso della propria vita lavorativa, con un risultato finale decisamente meno cospicuo di quanto si sarebbe ottenuto con il più vantaggioso sistema retributivo. L’interesse principale è calcolare quante risorse avanzeranno per capire se questa possibilità potrà essere ulteriormente prorogata, ampliata magari a comprendere altre categorie di persone che fino ad oggi non hanno potuto usufruirne, con l’ipotesi, paventata tempo fa, di coinvolgimento anche del mondo maschile.

E il Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio ha espressamente chiesto che i soldi avanzanti da questo sistema vengano sempre utilizzati per la proroga dello stesso fino al 2018. Stando alle ultime notizie rese note dall’Istituto di Previdenza, le domande per andare in pensione prima con il contributivo donna sono state 5.129, cifra in cui non rientrano le lavoratrici pubbliche, perché non censite o comunque non reso pubblico dall’Istituto. Se le domande continueranno a seguire questo trend, le pensioni anticipate con contributivo donna potranno arrivare a circa 8.000, ancora senza il calcolo delle dipendenti pubbliche, il che significa un numero nettamente inferiore rispetto alla stima prevista di 36.050 unità, per cui ovviamente saranno molti i soldi che avanzeranno.  Essendo dunque, molto probabilmente già disponibile un budget per una ulteriore proroga del sistema contributivo donna, fondamentale diventa l’accordo parlamentari e a poco servono a questo punto i confronti attuali con le forze sociali per la chiusura definitiva di questa questione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il