BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie continua incontro ora pomeriggio novitÓ Governo Renzi-Gruppo Quota 41 Facebook aggiornamento tempo reale

Nuovo appuntamento oggi tra governo e Gruppo Facebook quota 41: rilancio richieste novitÓ pensioni e nuove indicazioni possibili. Aggiornamento in tempo reale




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:01): Prosegue l'incontro tra il Governo Renzi e il Gruppo Quota 41, così come i presidi in tutta Italia. Al momento non trapelano nessuna novità e ultime notizie ma continuaiamo a seguire per aggiornamenti in tempo reale

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:52): E' iniziato l'incontro tra Governo Renzi e i suoi decisori per le novità per le pensioni e uno dei Gruppi Online su Facebook che porta avanti la lotta per i diritti delle pensioni in modo particolare quota 41 e quota 100. Vi daremo gli aggiornamenti in tempo reale se filtreranno, le novità e ultime notizie. 

E’ in programma oggi, mercoledì 14 settembre, a partire dalle 14:10 il nuovo incontro tra esponenti del governo Renzi e Gruppo online di Facebook Quota 41, appuntamento che seguiremo, fornendo aggiornamenti in tempo reale per dare conto ai lettori delle ultime notizie che emergeranno in merito alle novità per le pensioni in un momento, come sottolineato dalle ultime e ultimissime notizie, decisamente cruciale per il governo stesso ormai alle strette sui possibili annunci da fare e sulle possibili novità per le pensioni da realizzare, considerando che tra poco più di una decina di giorni si attende la presentazione di una nuova versione del documento economico programmatico, motivo per il quale dalle indicazioni e dalle ultimissime notizie che emergeranno oggi si dovrebbe capire qualcosa di molto più reale sul da farsi.

In occasione di questo nuovo incontro, stando alle ultime notizie, il Gruppo di Quota 41 ha intenzione di rilanciare le richieste di novità per le pensioni che possano soddisfare tutti, mettendo chiaramente davanti alla maggioranza una condizione di vita degli italiani, tra pensionati e pensionandi, soprattutto di alcune categorie di occupazioni, davvero pessima, ai limiti di una dignità e di una equità sociale che sembra essere definitivamente scomparsa nel nostro tessuto. Tra le novità ancora richieste dal Gruppo, e per cui le ultime e ultimissime notizie confermano una sorta di pretesa di risposte chiare, ci sono novità per le pensioni di quota 41 per chiudere finalmente la questione di tutti coloro che sono stati fortemente penalizzati dall’entrata in vigore della attuali regole pensionistiche e risolvere gli errori che stanno pagando coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale; soluzioni anche per chi è impiegato in attività pesanti e faticose per cui è impossibile raggiungere gli attuali requisiti pensionistici richiesti; revisione della mini pensione più conveniente per i più svantaggiati come disoccupati o invalidi.

E ancora: cumulo gratis dei contributi versati in diverse gestioni previdenziali che per alcuni lavoratori rappresenterebbe anche una possibilità per andare in pensione prima; aumento della speranza di vita ogni 5 anni e non ogni due; revisione dei coefficienti di trasformazione; pensione senza penalità anche per disoccupati e over 50 in mobilità con almeno 37 anni di contributi; eliminazione delle penalità, oltre il 2017, per chi decide di andare in pensione prima di aver compiuto i 62 anni di età; riconoscimento dei contributi silenti per coniugi o familiari ormai vicini alla pensione finale.

In concomitanza allo svolgimento del confronto,sono stati organizzati anche dei presidi dello stesso Gruppo di Quota 41 in alcune delle principali città italiane, da Torino a Milano, Venezia, Roma, Ancora, Palermo, Brescia, Trieste, Ancona, Bari. Sarà, dunque, interessante capire cosa si sarà detto alla conclusione di questo nuovo appuntamento che, considerando le attese risposte, dovrebbe rivelarsi decisamente importante per fare capire cosa si potrà davvero fare per le novità per le pensioni entro la fine dell’anno, fornendo notizie anche su eventuali costi e soprattutto disponibilità economiche da impiegare in tal senso. Le ultime e ultimissime notizie hanno riportato che, al momento, le uniche novità per le pensioni che potrebbero essere davvero fattibili sarebbero via libera al cumulo gratuito e cancellazione delle penalità anche oltre il 2017 per chi vuole andare in pensione prima dei 62 anni di età, e che potrebbero essere accompagnate da una mini pensione, per cui dovrebbero essere impiegati appena 500 milioni di euro, ma ancora molto limitata e poco convincente e dalla quota 41 con contributi figurativi, anch’essa, però, ancora da definire eventualmente nel dettaglio.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il