BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie illustrate novità da Burtone, Renzi, Feltri, Draghi su novità quota 100, mini pensioni, quota 41

Le ultime posizioni e affermazioni di Feltri, Burtone e presidente Bce Draghi su ultime notizie economia e novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:17): E un altro errore che ci permettiamo di sottolineare ancora una volta è di rimediare sempre concentrandosi nel breve termine che causa generalmente altri errori e problemi come hanno di solito spesso confermato le ultime notizie e ultimissime proprio su temi come le novità per le pensioni. Cero c'è una forte pressione ma occorre stare attenti sia nelle affermazioni, sia su quello che si vuole fare proprio perchè c'è questa attenzione e altissima richiesta. E non fare novità per le pensioni che cerchino di acocntentare tutti con poco o nulla come budget che alla fien non danno nessun risultato e nel lungo termine non fanno contenti nessuno.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:22) Nelle sue affermazioni, però, ed è la cosa che preoccupa di più e nello stesso fa anche arrabiare in molto come nelle precedenti ultime notizie e ultimissime parla in maniera troppo generica delle novità per le pensioni per lasciare l'occupazione anzitempo. Anche questa volta ha detto di stare cercando di accrciare i tempi per permettere di uscire 1-2 anni prima, ma dagli accordi con le forze sociali non erano tre? E' come la scorsa volta quando diceva sempre nelle ultime notizie e ultimissime 20-30 euro di oneri per le mini pensioni per le pensionid a millecinquento euro e sotto nulla....

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:22): E non c'è stata solo questa affermazione di Renzi, che durante gli incontri di questi giorni ha spiegato di come stare cercando di fare prima possibile per le novità per le pensioni, muovendosi prima dei tempi prefissati che erano fine legislatura, come da ultime notizie e ultimissime. Questo, perchè chiaramente il problema lo ritiene effettivo e grave. E cosa interessante non ha parlato delle novità per le pensioni inferiori ma per uscire anzitempo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44):  E a Feltri ha risposto anche Renzi dicendo che apprezza le critiche fatte, ma le novità per le pensioni vanno nella direzione di aiutare chi ha più bisogno che è sempre stata la prima priorità del suo mandato. Capisce che ci sono errori e situazioni da sistemare ma come nelle ultime notizie e ultimissime parla di una strategia dei piccoli passi che può portare frutti e che siamo solo all'inizio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:57):  E una presa di posizione netta e decisa è quella, invece, di Feltri che in un suo editoriale spiega perchè le novità per le pensioni oltre ad essere errate da un punto di vista economico come richeiderebbe le ultime notizie e ultimissime negative, lo sono anche da un punto di vista morale ed etico sfavorendo chi ha e sta facendo una occupazione da tanto, tantissimo tempo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:57): E non c'è convinzione nemmeno nelle maggioranza che le novità per le pensioni finora delineate possano avere successo e non si rischi ancora una volta di perdere tempo e denaro. E non è un caso che diversi esponenti della maggioranza, non i soliti, si siano mossi in questo senso chiedendo dalle ultime notizie e ultimissime di rivedere completamente il sistema come Burtone

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:03): Draghi continua a sostere la necessità di novità urgenti nel sistema sia comunitario che all'interno dei singoli stati e mira in maniera importante come nelle ultime notizie e ultimissime a contrastare la non occupazione, soprattutto giovanile. E sono in tanti a pensare che anche la Comunità accetterebbe delle novità per le pensioni serie per rilanciare la produttività

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:48): Dopo la riunione che sembra aver fatto registrare un passo avanti sulle novità per le pensioni, le ultime e ultimissime notizie raccontano della crescente perplessità degli analisti, anche e soprattutto perché il budget complessivo sulle novità per le pensioni viene ritenuto completamente inadatto e irrisorio

Il tema delle novità per le pensioni sta diventando sempre più centrale in vista della presentazione della nuova versione del documento economico programmatico e, quindi, della ufficializzazione delle reali possibilità che ci saranno di cambiare le attuale norme previdenziali, ancora troppo rigide e ancora troppo contestate. E con il passare del tempo e le ultime notizie che riportano ulteriori dettagli forniti sulle novità per le pensioni che la maggioranza vorrebbe portare a compimento entro la fine dell’anno, cioè nuova mini pensione e nuova novità per le pensioni di quota 41, che dovrebbero affiancare cumulo gratis dei contributi previdenziali versati in diverse gestioni e cancellazione delle penalità anche oltre il 2017 per chi ha svolto determinate attività e decide di lasciare la propria occupazione prime dei 62 anni di età, sono sempre più i protagonisti di un dibattito previdenziale sempre molto acceso. In questi ultimi giorni, come riportano le ultime notizie, a farsi sentire è stato il giornalista Vittorio Feltri che ha deciso di rivolgere le sue riflessioni direttamente al premier.

Al centro del suo intervento l’annuncio del premier di voler aumentare le pensioni più basse: Feltri ha puntato l’attenzione su quella che dovrebbe essere la platea di beneficiari, circa 8 milioni di pensionati che percepiscono trattamenti mensili più bassi, per cui secondo le stime l’Istituto di Previdenza dovrà versare circa 6 miliardi di euro, considerando anche quelle 850mila persone che non hanno mai versato i propri contributi. Occorre poi aggiungere 3 milioni e mezzo di italiani che ricevono il trattamento mensile più basso che hanno pagato minime imposte e pochi contributi e si tratta, inoltre, di persone che non sono soggette a trattenute Irpef, che invece pesa sui pensionati che hanno sempre versato regolarmente i propri contributi. E’ questa ingiustizia sociale è ciò che mette ben in evidenza le condizioni reali dell’Italia, come vanno le cose nel nostro Paese e il paradosso del fatto che pur sapendo l’esistenza di queste distorsioni non si faccia ancora nulla. E’ chiaro, dunque, come il distorto sistema previdenziale premi chi non dovrebbe mentre penalizza chi si è sempre comportato rispettando le regole. La conclusione di Feltri, alla luce anche delle ultime notizie sui terribili conti dell’Istituto di Previdenza, è che quest’ultimo stesso non può essere utilizzato per dare soldi a persone che ne hanno più bisogno. E invita il premier, una volta per tutte, a definire, finalmente quella netta divisione tra spesa pensionistica e spesa prettamente assistenziale, perché si tratta due cose differenti.  

Una nuova richiesta di abbassamento dell’età pensionabile è arrivata anche dal deputato Giovanni Burtone che in una lettera indirizzata al Dicastero dell’Occupazione ha spiegato che la maggioranza, per attuare concrete novità per le pensioni che consentano a tutti i lavoratori che lo volessero di lasciare in anticipo la propria attività, dovrebbe innanzitutto concentrarsi sulla differenziazione delle tipologie delle occupazioni, portando l’età di uscita dal lavoro anche a 60 anni per alcuni. Pur esprimendo soddisfazione per le novità per le pensioni che la maggioranza sta portando avanti, dimostrando di essere interessata concretamente a modificare le attuali norme previdenziali, Burtone invita la maggioranza stessa a prestare attenzione non solo a quelle categorie di lavoratori che sono stati fortemente penalizzati dalle attuali norme, come chi ha iniziato a lavorare giovanissimo o chi ha svolto, o svolge ancora, occupazioni faticose, ma anche a coloro che oggi si ritrovano a vivere in grosse condizioni di difficoltà economica, persone che meriterebbero sostegni o nuove possibilità di inclusione sociale.

Ad avere decise conseguenze sulle opportunità reali di realizzazione di novità per le pensioni in Italia entro la fine dell’anno le nuove affermazioni del presidente della Bce, Mario Draghi, che invitato gli Stati membri ad attuare politiche reali per il rilancio della crescita, dell'occupazione, e di misure a sostegno delle fasce più deboli. Nonostante Draghi non si sia mai mostrato così espressamente d'accordo sulle novità per le pensioni, il richiamo alla spinta occupazionale, come ormai ben sappiamo, in Italia non può prescindere dall'attuazione di quelle novità per le pensioni che consentirebbero a tutti i lavoratori più anziani che lo volessero di lasciare in anticipo la propria occupazione, pur a fronte di penalità, liberando nuovi posti in cui verrebbero impiegati i più giovani, oggi esclusi dal mondo lavorativo. Ma attuarle in maniera profonda, importante e strutturale ha un costo, oggi molto elevato, che non permette al nostro Paese di agire come vorrebbe. E messa da parte la quota 100, la più costosa anche se la migliore soluzione per le pensioni per tutti, si sta lavorando su quella mini pensione e su quella novità per le pensioni di quota 41 che potrebbero ancora essere riviste, ma per cui il budget è ancora incerto o considerato basso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il