BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 dice la verità per l'ennesima volta e viene attaccato

Il presidente dell’Istituto di Previdenza continua ad essere l’unico a continuare a dire la verità su novità pensioni e loro fattibilità: le ultime dichiarazioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:47): 
Nello specifico, solo nelle ultime otizie e ultimissime la critica è rivolta verso queste novità per le pensioni:

- novità pensioni senza nessun cambiamento sui vitalizi e pensioni più ricche.
- novità pensioni con le mini pensioni altro flop annunciato più una forma di sostegno che un metodo per andare fuori anzitempo.
- novità pensioni per le pensioni a livello inferiore con una crescita che è l'ennesimo spreco di denaro

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:42): Se c'è stata una persona che è sempre stata attiva e proattiva e ha fatto anche cose concrete in relazioni alle pensioni e non solo, è stato il Presidente dell'Istituto di Previdenza che ancora una volta nelle ultime notizie e ultimissime si è scagliato contro le novità per le pensioni. Ed è da ricordare che non solo critica, ma è stato il primo insieme ai suoi colleghi e collaboratori a formulare delle strategia e progetti per le novità per le pensioni. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:50): Per l'ennesima volta chi dice la verità sulle novità per le pensioni sotto diversi aspetti come sottolineato dalle ultime notizie e ultimissime viene non solo non ascoltato, ma anche attaccato.

Tanti parlano di necessità di novità per le pensioni per tutti, si avanzano proposte di modifica delle attuali norme previdenziali, ma solo una persone dice la verità sulla questione pensioni. Di chi stiamo parlando? Del presidente dell'Istituto di Previdenza. E’ lui che sin dall’inizio del suo incarico è stato l’unico ad iniziare a fare qualcosa di concreto per cambiare pensioni e sistema previdenziale in generale, con l’obiettivo di renderlo più sostenibile ed equo per tutti. Se le ultime notizie confermano che ancora una volta è in prima fila per dire tutta la verità sulle possibilità reali di attuazione delle novità per le pensioni, nei mesi scorsi il presidente dell’Istituto si è già mosso concretamente, partendo dalla pubblicazione sul sito steso dell'Istituto dei pensionamenti nel 2014 e nel primo semestre di quest'anno dei lavoratori atipici, da cui sono emersi dati allarmanti soprattutto in riferimento al valore degli assegni percepiti dagli atipici; all’invio, finalmente, della cosiddetta busta arancione per permettere a tutti i lavoratori di conoscere il proprio futuro pensionistico, cioè quando e con quanto andranno in pensione (se ci andranno vien da chiedersi in alcuni casi); al via dato all’operazione trasparenza che prima ha portato al blocco delle erogazioni del Tfr maturato nel periodo di Cassa Integrazione e mobilità di 42 piloti accusati di aver percepito l’indennità di cassa integrazione pur lavorando per altre compagnie all’estero e percependo stipendi elevati.

Ma non solo: è stato anche l’unico a rivelare gli assegni gonfiati dell’Inpdap e dei dipendenti Enel; ad avviare un’indagine conoscitiva sui lavoratori dello spettacolo, soprattutto di imprese radiofoniche e televisive, da cui è emerso percepissero stipendi superiori del 20, 40% a quanto dovuto con il calcolo contributivo; e svelare la realtà del fondo pensionistico del clero, evidenziando un forte disavanzo patrimoniale, con 2,2 miliardi di euro solo nel 2015. Ed è ancora l’unico che continua a dire la verità, invitando la maggioranza a partire dalla revisione contributiva delle pensioni più ricche, misura da cui, secondo il presidente dell’Istituto di Previdenza, si potrebbero risparmiare ben 200 milioni di euro all’anno. Questa misura che potrebbe chiaramente rivelarsi fondamentale nell’ottica di un recupero delle risorse da impiegare per l’attuazione di novità per le pensioni positive per tutti, da quota 100 a quota 41 a mini pensione per tutti, ad un sostanziale aumento delle pensioni inferiori, sembra essere saltata e lo stesso consigliere economico di Palazzo Chigi che qualche mese fa se ne era detto favorevole oggi, come riportano le ultime e ultimissime notizie, sembra aver fatto un passo indietro.

Salta, dunque, un provvedimento importante che non solo permetterebbe di avere soldi in più ma permetterebbe anche di ristabilire quell’equilibrio sociale che ad oggi sembra essersi del tutto perso. E si tratta di un dietrofront che non è piaciuto al presidente dell’Istituto, attaccato, tra l’altro, da più fronti. E’ una strategia di intervento sbagliata, continua da tempo a spiegare l’Istituto di Previdenza, perché il problema reale delle nostre pensioni non è la sostenibilità ma l’equità che, appunto, manca ormai del tutto. E ha anche avvertito sui possibili rischi che si potrebbero correre con l’approvazione della mini pensione che potrebbe rivelarsi un flop, rappresentando un ennesimo spreco di risorse per un sistema inutile. E l'avvertimento che arriva dal presidente dell'Istituto è proprio quello di fare attenzione ai costi e al loro impatto sul lungo periodo, perchè una spesa che oggi potrebbe risultate sostenibile, come quella dei 500 milioni di euro per la mini pensione, nel lungo periodo potrebbe, invece, diventare esosa.

E’ bene dunque considerare e stimare ogni intervento attuale e le possibili conseguenze che potrebbero derivarne, più in la nel tempo, in termini di costi reali per evitare di ritrovarsi in un futuro nell’ennesima situazione di crisi e difficoltà da risolvere. Anche in questo caso, come accaduto per la revisione delle ricche pensioni, il presidente dell’Istituto è stato attaccato da coloro che continuano a sostenere che la mini pensione al momento risulta essere davvero la novità per le pensioni più fattibile da un punto di vista economico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il