BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Test medicina,professioni sanitari,odontoiatria 2016-2017: punteggi minimi per passare usciti.. Graduatorie come interpretare

A dominare è l'incertezza sulla soglia da raggiungere per sperare di essere ammessi. Martedì le idee diventeranno però più chiare.




AGGIORNAMENTO: Come funziona esattamente il discorso punteggio minimo e preferenze? Ecco un esempi

Se il 139esimo all'Università di Ferrara ga otolaizzato 61,8 si dovrebbe entrare con 61,8. Ma non è detto si può entrare con meno se chi è fatto da 61,8 in poi e ha fatto il tets a Ferrara sceglierà un'altra università, ma si può entrare anche con di più e 61,8 non basterà se chi ha fatto il test in altre università ha scelta come preferenza primaria Ferrara.

Altro esempio: Se sei arrivato 200esimo nella graduatoria GENERALE, di sicuro sei preso a Catanzaro, che ha 221 posti; ma se sei arrivato 200esimo nella graduatoria di solo Catanzaro, non significa nulla, e puoi essere anche non preso, perché dipende anche dalle preferenze e punteggi degli altri

I punteggi minimi per singole università, dunque, sono valivi e eprecise per i discorsi fatti sotto quasi ecslusivamente per quelle più importanti, dove se uno ha deciso di entrare ci è risucito ci entrrerà sicuramente salvo casi rari.

AGGIORNAMENTO: Stando ad alcune analisi anche degli anni precedenti, dove come tutti ormai sanno iòl ounteggio minimo era molto ma molto più basso,si può dire che lo scorrimento dovrebbe assestarsi al massimo di 2000 persone in quanto ci sono da escludere gli odontoiatri e chi non ha messo come scrievamo tutte le scelte. Comunque il punteggio minimo per passare dovrebbe essere intorno ai 60

AGGIORNAMENTO:  Il voto più basso per entrare in medicina è 64,1 l'ultimo per entrare in graduatoria, ma fino al 4 ottobre non c'è la certezza di sapere se si può entrare anche con un voto più basso in quanto sono da considerare altri fattori come le preferenze (non tutti hanno messo tutte le unibversità per esempio), alcuni rinunceranno, etc

AGGIORNAMENTO: Una curiosità generale: la domanda n. 16 è stata data valida e buona a tutti i partecipanti senza badare a cosa è stato indicato, questo visto il fatto che era equivoca.

AGGIORNAMENTO: Sono ufficialmente usciti i risultati in forma anonima dei test di Medicina, Odontoiatria e professioni sanitarie, divise anche per istituto. Chi possiede il proprio codice alfanumerico potrà conoscere il proprio risultato. Più avanti nell'articolo trovate i link dei risultati ufficiali di Medicina per singola Università.

AGGIORNAMENTO:  A questo punto rispetto agli anni passati è chiaro che ci sia un ritardo. Le linee del Miur sono intasate o se rispondono dicono di non sapere nulla o di cortesmanete attendere sul sito

AGGIORNAMENTO: Di solito l'orario di uscita è intorno a mezzogiorno o le tredici, quindi ci dovremmo forse essere se sarà come tutti gli altri anni. C'è già chi dice che usciranno solo dopo pausa pranzo nel pomeriggio, ma occorre prendere queste notizie con cautela.

Si resta in attesa della pubblicazione dei risultati anonimi relativi alle prove di ammissione alle facoltà di Medicina e Odontoiatria per conoscere il punteggio più alto per rientrare nel gruppo dei vincitori. Martedì 20 settembre sarà dunque messo un punto fermo per iniziare a farsi un'idea sui punteggi minimi. Domani infatti l'incertezza sulla soglia da raggiungere per poter sperare di essere ammessi. In 62.695 hanno fatto domanda per la prova di ammissione (erano 60.639 nel 2015). I posti disponibili però sono 10.132 (9.224 a Medicina e 908 a Odontoiatria), 173 in meno in confronto al 2015 (quando quelli di Medicina erano di più, 9.513, e quelli di Odontoiatria di meno, 792). Solo uno su sei ce la farà.

Le domande sono state 60 a risposta multipla su chimica, biologia, fisica, matematica e ragionamento logico. Sono utili per capire la situazione e fare delle utili previsioni le indicazioni, le considerazioni e i calcoli eseguiti da testbusters.it in riferimenti ai test di Medicina e Odontoiatria dello scorso anno. L'anno scorso per essere ammessi all'Università Bicocca di Milano occorrevano 40,9 punti. A Bologna 38,4 e a Modena 37,6. Poi si passava ai 33 punti richiesti a Parma per essere ammessi a Medicina, i 30,3 a Brescia e i 31,9 a Siena 31,9. Numeri ancora più bassi all'Università di Foggia: 29,4 punti. Sotto la soglia dei 30 punti anche a Roma Tor Vergata, Catanzaro e Salerno. La situazione è decisamente variabile in base all'ateneo di riferimento.

Stando ad altre stime potrebbero essere sufficienti tra i 27 e i 30 punti. La soglia dovrebbe salire tra 35 e 40 punti per i vari corsi di Dietistica, Ortottica, Tecniche Audioprotesiche, Tecniche di Laboratorio Biomedico, Tecniche di riabilitazione psichiatrica. Infine, è attesa una forchetta di punteggio tra 38 e 40 nel caso di Ostetricia. L'ammissione a Infermieristica dovrebbe essere più semplice anche perché il livello di selezione aumenta in proporzione al numero di posti disponibili.

Occorre ricordare che il numero dei posti per ciascun corso di laurea è stato stabilito operando una mediazione tra il fabbisogno professionale espresso per ciascuna professione dal Ministero della Salute e l'offerta formativa deliberata dagli atenei. La prova è durata 100 minuti. Anche quest'anno, come per le prove degli anni scorsi, sono stati sottoposti 60 quesiti. Chimica, biologia, fisica, matematica e ragionamento logico le materie su cui si è basata la preparazione dei candidati. Una domanda anche sul piano Marshall.

Ecco i risultati:

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il