BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo nuovo 2016 gravi ripercussioni con problemi assunzioni, mobilità e concorso scuola fermo a meno di un terzo

Il rischio che il Tfa terzo ciclo slitti o che venga addirittura cancellato è un'ipotesi da prendere in considerazione.




Non ci sono dubbi che alla base dei ritardi che stanno caratterizzando il terzo ciclo del Tfa ci sono anche i tanti problemi del comparto scuola. Come quello relativo alle assunzioni che sta provocando più incertezze rispetto a quelle inizialmente immaginato. Le ultime raccontano che si va verso l'esaurimento Gae nei prossimi due anni. Si tratta di un'indicazione che arriva dallo stesso ministro dell'Istruzione Stefania Giannini a poco giorni dal ben noto decreto sulle immissioni in ruolo per l'anno scolastico 2016-2017. I posti disponibili, dopo le operazioni di mobilità, sono 29.720. Nel dettaglio, 22.499 posti comuni e 7.221 posti per il sostegno.

Volendo entrare maggiormente nei dettagli, i posti disponibili sono pari per la scuola dell'infanzia a 3.632 posti comuni e 787 di sostegno; per la primaria a 3.859 posti comuni e 4.043 di sostegno; per la secondaria di primo grado a 7.570 posti comuni e 1.845 di sostegno; per la secondaria di secondo grado a 7.438 posti comuni e 546 di sostegno. Insomma sembra essercene abbastanza per il ministro per sostenere che "in due anni il governo ha immesso in ruolo quasi 120.000 insegnanti fra piano straordinario di assunzioni e le immissioni. Si tratta di un risultato storico per la scuola che dà maggiore stabilità all'organico e quindi più continuità didattica".

Eppure, come dimostrano i recenti ricorsi (accolti) contro le procedure di mobilità, appare evidente come ci sia qualcosa che non va. E inevitabilmente a rimetterci sono anche quelle questioni, come il Tfa terzo, considerate non prioritarie. E se il sindacato Anief denuncia che a distanza di 7 mesi dal bando, il concorso per docente è ancora a un terzo del lavoro ovvero su un totale previsto di 1.484 graduatorie di merito sono state 704 quelle approvate, pari al 47,4 allora il rischio che il Tfa slitti o che venga addirittura cancellato è un'ipotesi da prendere in considerazione. Stando a quanto si legge su TuttoScuola, "il Sud e le Isole hanno mediamente approvato due terzi delle graduatorie previste, con il primato dell'Ufficio scolastico regionale Campania che ha avuto il 69,3% di graduatorie approvate, mentre al Centro si è ancora al 31%, con l'Ufficio scolastico regionale Lazio fermo al 20,2%".

Il tutto mentre sono oltre 25.000 gli insegnanti della scuola secondaria di secondo grado che hanno inserito il loro curriculum nel sistema Istanze On Line del Ministero dell'Istruzione, per partecipare alle operazioni di individuazione dei docenti per competenze. Nel dettaglio, i 25.286 docenti che da martedì 16 agosto e fino a ieri hanno inserito il loro curriculum costituiscono il 93,6% della platea interessata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il