BusinessOnline - Il portale per i decision maker








OS X 10.12 MacOS Sierra: problemi ed errori. Soluzioni. E miglioramenti e nuove funzioni

Anche il nuovo sistema operativo per Mac non è completamente immune da problemi e da difficoltà con la sua installazione.




Questi sono i giorni del nuovo sistema operativo Mac, MacOS Sierra appunto, che oltre ai tanti miglioramenti e alle nuove funzioni, si sta caratterizzando per qualche errore e problema. Ad esempio quelli riscontrati nella fase di installazione, rispetto a cui la soluzione più comune è quella della disattivazione temporanea di eventuali antivirus. Alcuni utenti segnalano che il loro Mac non si avvia dopo l'installazione di MacOS Sierra. In questo caso potrebbe essere necessario per l'avvio in modalità provvisoria e verificare possibili problemi con i VPN. Attenzione perché ci sono ancora alcune applicazioni che non funzionano su MacOS Sierra e verificare la presenza di aggiornamenti è sempre una buona cosa.

Sono in ogni caso tante le novità introdotte con il nuovo sistema operativo per Mac. Messaggi, ad esempio, permette di vedere in anteprima i link ai siti web e di guardare clip video direttamente dall'app, di rispondere con un Tapback come un cuore, un pollice alzato direttamente nel fumetto del messaggio e di usare emoji più grandi. Le Tab sono disponibili nelle app Mac che supportano finestre multiple, come Mappe, Mail, Pages, Numbers, Keynote, TextEdit, oltre ad app di terze parti. Picture in Picture consente di spostare la finestra di un video da Safari o da iTunes in una finestra sulla Scrivania, che può essere ridimensionata, trascinata e fissata in qualsiasi angolo dello schermo, per continuare a guardare il filmato anche mentre si lavora.

Con Apple Music in iTunes, è più facile scoprire nuova musica e sfogliare esclusive e nuove uscite. Quando lo spazio sul Mac è quasi finito, l'archiviazione ottimizzata sposta gli elementi usati meno di frequente nella nuvola e aiuta gli utenti a rimuovere app e file che di fatto non servono più. Foto introduce la funzione Ricordi, che recupera immagini dalla libreria dell'utente, creando in automatico raccolte di occasioni speciali, come feste di compleanno o vacanze di famiglia. L'app usa una tecnologia di computer vision per identificare i volti, gli oggetti e i paesaggi nelle foto, per cercare le immagini in base al soggetto. Lo strumento di fotoritocco Brillantezza illumina le aree scure e riduce la luce in eccesso rendendo le foto più brillanti e vivide.

La principale novità è naturalmente il Siri sul Mac per inviare messaggi e mail, trovare documenti, cercare informazioni, trovare immagini nella libreria di foto, impostare le preferenze di sistema e tanto altro. Gli utenti possono inoltre trascinare e rilasciare i risultati di Siri nei documenti o contrassegnarli nella vista Oggi per consultarli in seguito. Il nuovo software è gratuitamente scaricabile su tutti i MacBook e gli iMac di fine 2009 e successivi, con tutti i MacBook Air, MacBook Pro, Mac mini, Mac Pro dal 2010 e successivi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il