Navigatori satellitari Gps usati in azienda: risparmi su benzina, riduzione ore di viaggio

NAVTEQ presenta i risultati di uno studio: risparmio di carburante, riduzione delle ore di guida e dei costi di comunicazione, ecco alcuni vantaggi dell’integrazione della navigazione satellitare nel sistema IT dell’azienda



NAVTEQ (NYSE:NVT), fornitore leader mondiale di dati cartografici digitali per la navigazione stradale e sistemi basati sulla localizzazione, ha promosso uno studio a sostegno dello sviluppo delle soluzioni di navigazione integrata per il segmento business. Un'indagine commissionata dalla divisione Enterprise Solutions di NAVTEQ ha rilevato una serie di vantaggi significativi connessi alle soluzioni di navigazione integrata, fra cui un risparmio di carburante nell'ordine del 15%, una riduzione dei costi di comunicazione del 40%, e una diminuzione del 18% delle ore di guida, oltre a diversi altri benefici connessi alle applicazioni mobili per le aziende.

Il concetto di navigazione integrata implica la "connessione" di una soluzione di navigazione a bordo auto con i sistemi informatici aziendali dotati di funzioni di navigazione in grado di migliorare i collegamenti e l'efficienza operativa, quali ad esempio sistemi di comunicazione con le flotte, soluzioni di ottimizzazione dei processi sul campo e sistemi CRM (Customer Relationship Management) per le relazioni con i clienti. Un flusso di informazioni bidirezionale tra aziende e operatori mobili, infatti, migliora la condivisione dei dati, riduce gli errori di assegnazione delle missioni, diminuisce i costi di comunicazione tra la flotta e l'operatore addetto alle consegne, e migliora la sicurezza dell'interfaccia uomo-macchina. Per poter determinare i benefici e i potenziali vantaggi di mercato offerti dalle soluzioni di navigazione integrata per i settori della distribuzione e dei servizi, NAVTEQ ha quindi condotto un'indagine in collaborazione con Frost & Sullivan.

"Nel settore business NAVTEQ gode di una posizione unica grazie alle interazioni verticali dei suoi rapporti", afferma Eric Fumat, Vicepresidente e direttore generale della divisione Enterprise di NAVTEQ in Europa. "Una posizione ottimale per agevolare lo sviluppo di

soluzioni business in grado di soddisfare realmente le esigenze degli utenti. L'indagine condotta da NAVTEQ ha posto in evidenza i vantaggi dell'integrazione della navigazione satellitare con i sistemi informatici aziendali; un'integrazione che consente agli addetti che operano sul campo di ricevere informazioni dettagliate sulla loro prossima consegna o missione attraverso il sistema di navigazione che poi li guida a destinazione".

L'indagine è stata svolta attraverso una serie di interviste con le principali aziende attive nei settori della distribuzione e dei servizi che sono riuscite ad aumentare l'indice ROI (ritorno sugli investimenti) grazie alla navigazione integrata. Le informazioni raccolte riflettono le differenze esistenti tra i due settori per quanto riguarda la percezione, l'impiego e i vantaggi della navigazione integrata. Nel complesso, tuttavia, i risultati si sono rivelati estremamente positivi, evidenziando una serie di potenziali vantaggi commerciali e un aumento del ritorno sugli investimenti, a conferma della fiducia riposta da NAVTEQ nella navigazione integrata.

Tra i principali vantaggi sono stati rilevati:

* riduzione delle ore di guida del 18%
* incremento della produttività
* risparmio di carburante del 15%
* miglioramento della soddisfazione del cliente
* riduzione delle percorrenze dell'11%
* risparmi sui costi di comunicazione fino al 40%
* riduzione dei tempi morti per guasti

Oltre al risparmio economico diretto e al miglioramento dell'efficienza operativa, si evince anche che l'incidenza dei maggiori ricavi è stata finora sottovalutata. Lo studio ha dimostrato che, nel settore dei servizi, una maggiore puntualità delle consegne e una maggiore efficienza possono incrementare addirittura del 10% il numero dei clienti che scelgono di servirsi nuovamente del medesimo operatore. Gli operatori di flotta del settore della distribuzione, ad esempio, potrebbero aumentare la propria base di clienti fino al 30%.

Contemporaneamente, il turnover del personale potrebbe essere ridotto e, in alcuni casi, i tempi di formazione e addestramento dei conducenti potrebbero ridursi anche di un mese. Inoltre, l'indagine ha sottolineato come l'implementazione delle soluzioni di navigazione integrata possa fornire un reale valore aggiunto al settore delle imprese.

"Anche se le prime aziende all'avanguardia hanno adottato soluzioni di navigazione integrata già alla fine degli anni '90, questa tecnologia, compresa la comunicazione wireless, si è largamente diffusa in anni più recenti ed è ora caratterizzata da prezzi accessibili", ha aggiunto Eric Fumat. "Motivo per cui siamo convinti che i tempi siano maturi per la loro diffusione nel mondo delle imprese, soprattutto dopo aver scoperto, attraverso l'indagine che abbiamo condotto, che l'assimilazione della navigazione integrata nelle strutture e nei processi esistenti è un'operazione relativamente semplice".

Gli operatori che hanno partecipato al sondaggio continuano ad applicare questa strategia a tutte le loro flotte, fornendo una prova inequivocabile del successo delle soluzioni di navigazione integrata. La divisione Enterprise di NAVTEQ in Europa continuerà a collaborare con diverse imprese per promuovere il concetto di navigazione integrata e diffondere i risultati dell'indagine, al fine di dimostrare come l'implementazione della navigazione nelle applicazioni mobili destinate alle aziende possa assicurare risparmi diretti, un miglioramento dell'efficienza operativa e un significativo incremento dei ricavi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il