BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie 26 settembre lunedì inedite da pochissimo arrivate e tante, importanti settimana per tutti, precoci, usura

Le posizioni del M5S sulle novità per le pensioni, possibile rilancio di modifiche con Di Maio e Di Battista: situazione e prospettive




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44) Quello che deve più preoccupare è che dai 30-40 miliardi che si prospettavano, ora si è ridotti a 15-22 miliardi circa, di cui solo 7 miliardi per i nuove interventi. Troppo pochi per un rilancio del quadro intero e che mettono a rishcio già le nulle o quasi novità per le pensioni se si decidesse di fare solo Industria 4.0 e sostegno occupazione come confermano le ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:04): Oltre alle inattese e appena arrivate ultime notizie e ultimissime per la novità per le pensioni che abbiamo visto nelle ultime notizie ci sono tante, tantissime attese per questa settimana. Dal punto di programmazione per il prossimo iter che sarà rinviato a domani, alla data del voto Costituzionale nel Consiglio dei Ministri del pomeriggio. E mercoledì vertice Comunitario, ma senza di noi, quindi con margini in più che sono difficili da ottenere anche se si va avanti nel confronto. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 7:40): Ennesime novità per le pensioni drastiche dalle ultime notizie e ultimissime che arrivano dai decisori di chi se ne sta occupando nei Dicasteri. Oltre al fatto che anche le mini pensioni non sarebbero più novità per le pensioni, parlandoci chiaramente nel concreto, un altro passaggio fondamentale è quello degli usuranti su cui non si farebbe una norma ad hoc per loro ma rientrerebbe nella logica della mini pensioni senza però accrescere nessun budget. E sarebbero a zero anche loro come oneri, ma solo fino alla stessa fascia precedentemente sotto detto. Ma non è finita, si sta creando una nuova lista di usuranti e definizione che sarebbero non solo quelli che hanno fatto attività faticose, ma che sono ancohe pericolose. Quindi in questa lista non rientrerebbero ad esempi i docenti di qualsiasi istiuto, ma, invece, determinati ferroviari, edili. In forse il reparto infermieri. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:03): Non c'è solo una svolta da parte del Movimento 5 Stelle e il resoconto che vi abbiamo dato e che continuano a fare delle ultime notizie e ultimissime ma le stesse ci raccontano di inedite novità per le pensioni da cui si partà per il confronto con le forze sociali e che cambiano ancora tutto per tutti, usuranti e precoci. Partendo dalle novità per le pensioni per tutti, le mini pensioni saranno prima di tutto per chi non ha occupazioni e usuranti e, poi, se rimasse budget per tutti gli altri. Ma sarebbero davvero difficile che rimanessero margini e quidi tutti gli alrri sarebbero esclusi. E poi anche per queste categorie cosidette protette se la pensioni dovesse essere del futuro superiore a milleduecento lordi dovrebbero pagare gli oneri. E non finisce qui.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:03): Continua il raduno del Movimento 5 Stelle e la prima decisione più importante che sarà legata al rilancio di tutti gli argomenti più importanti del movimento comprese le novità per le pensioni e la revisione della spesa fondamentale per le stesse novità per le pensioni viene dal resoconto  delle ultime notizie e ultimissime con Grillo che ritorna il responsabile a tempo pieno (e poi vedremo le sue idee sulle pensioni e un grande spazio lasciato a Di Battista e Di Maio sul palco, dove non sono mancate novità per le pensioni come il taglio di quelle più alte degli esponenti pubblici, i vitalizi, l'assegno univeraale con l'aumento di quelle inferiori automatici a 780 euro e metodi e sistemi per novità per lasciare attività anzitempo come vedremo, poi, nel dettaglio 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:17)Il ruolo di Di Battista sta semnpre più crescendo all'interno del Movimento 5 STelle e non è un caso che si faccia come il nome del nuovo compomenti del direttorio dalle ultime notiziee ultimissime. Alcuni lo vorrebbero come nuovo leader, ma è praticamente impossibile. Sono interessanti le posizioni di Di Battista sulle novità per le pensioni che ha spiegato nelle ultime e ultimissime anche neul suo giro d'Italia contro il vosto istituzionale per andare subito alle urne e cambiare partendo anche dalle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:27): Il Convegno del Movimento 5 Stelle dovrebbe ribadire alcuni argomenti chiave del Movimento e ribadire l'importanza di Di Maio che come vedremo ha scritto nelle ultime notizie e ultimissime da poche ore delle considerazioni sulle novità per le pensioni e proprio le novità per le pensioni potrebbero essere tra gli argomenti toccati sia perchè sempre più protagonisti nelle ultime notizie e ultimissime, sia per il collegamento con il voto istituzionale, sia perchè da tempo ma ancora di più adesso sono molto importanti e riprese da più persone. E un ruolo più forte a Di Battista è ancora più importante anche per le novità per le pensioni andando a vedere le sue posizioni. Inoltre VOLEVAMO SOTTOLINEARE che abbiamo creato il primo contatore AUTOMATICO per calcolare le mini pensioni per tutti, disoccupati, usuranti. Calcola tutti i tassi di interessi, assicurazione, tredicisima e quattordicesima per tutte le fasce di reditto. Da provare QUI il calcoltaore pensione con mini pensioni

La svolta per novità per le pensioni per precoci, usuranti e per tutti, in generale, potrebbe arrivare dal Movimento 5 Stelle: dopo la presentazione, bocciata, della mozione di modifica dell’Italicum con la proposta di un ritorno al sistema proporzionale per preferenze, che potrebbe piacere a diversi schieramenti politici, e all’aggregazione fra le forze politiche piccole e medio-piccole, secondo alcuni esperti il Movimento 5 Stelle, per vincere, dovrebbe allearsi o fare accordi con qualcuno, nonostante gli stessi grillini sostengano che non sia necessario. Di fatto, però, insieme ad un’altra forza potrebbero avere un maggior peso e gli effetti positivi si sentirebbero anche sulle novità per le pensioni. Da sempre, come ben sappiamo ormai, il Movimento 5 Stelle sostiene la necessità di cambiamento delle attuali norme pensionistiche e nello stesso programma del Movimento sono diverse le novità per le pensioni proposte, dalle novità per le pensioni di quota 41 per i precoci, ad età pensionabile per tutti a 60 anni, ai tagli delle ricche pensioni degli alti esponenti istituzionali, all’introduzione dell’assegno universale per tutti. Tra le altre novità per le pensioni sostenute dal M5S anche la novità pensioni di quota 100 ma considerando il budget decisamente scarso, pur volendo, questa novità sarebbe difficile da realizzare perché richiederebbe un costo troppo alto, tra i 7 e i 10 miliardi di euro.

Si tratta di novità che sarebbero importanti per tutte le categorie di lavoratori, ovviamente, ma che servirebbero per risolvere innanzitutto le condizioni di forti difficoltà in cui si sono ritrovati i precoci a causa dell’allungamento dell’età pensionabile sancita dalle attuali regole, e di coloro che sono impiegati in attività faticose, cosiddette usuranti. Per il M5S queste situazioni rappresentano una priorità da risolvere e tanto Luigi Di Maio, che fino a qualche tempo fa era indicato come colui che avrebbe potuto sfidare l’attuale presidente del consiglio alle prossime elezioni per il nuovo premier, quanto Alessandro Di Battista, che sta prendendo sempre più piede all’interno del Movimento, quasi arrivando a superare anche Di Maio, sono due convinti sostenitori della necessità di una revisione delle attuali norme previdenziali, volte tanto a modificare i requisiti pensionistici oggi richiesti, quanto ad aumentare il valore delle pensioni inferiori che oggi non consentono a milioni di pensionati di vivere dignitosamente.  

Oggi e domani, intanto, è stato organizzato il nuovo raduno del Movimento 5 Stelle, occasione durante la quale sarà certamente rilanciato il tema delle novità per le pensioni su cui i grillini puntano per continuare a conquistare quei consensi degli italiani tanto cresciuti in questi mesi. E si tratta di una nuova iniziativa organizzata all’indomani dell’annuncio da parte del leader dello stesso Movimento di un allargamento del Direttorio del Movimento 5 Stelle, ultime notizia che potrebbe avere grande impatto,soprattutto per dare nuovo slancio a chi crede, e vuole fortemente, novità per le pensioni e con l’entrata di Alessandro Di Battista si torna a ridare grande forza non solo alle novità per le pensioni. Insieme ad Alessandro Di Battista nel nuovo Direttorio del M5S ci sono Luigi Di Maio, Roberto Fico, Carla Ruocco e Carlo Sibilia, un cambiamento che ha il sapore di rinnovamento ed evoluzione per essere più organizzati e meglio preparati ad affrontare le prossime sfide politiche, che sono quelle che condurranno direttamente alle prossime elezioni del 2018, appuntamento cruciale per maggioranza e Movimento 5 Stelle e che probabilmente tra questi due schieramenti politici si giocherà quasi interamente sul tema delle novità per le pensioni che, come ormai ben noto, sono tra i temi più cari ai cittadini, per cui per conquistare voti ed elettori non si potrà che guardare alle novità per le pensioni.

Ma le ultime notizie sui progetti e le novità del Movimento 5 Stelle non sono importanti solo per le novità per le pensioni ancora in discussione e che probabilmente troveranno punti finali dopo la riunione tra maggioranza e forze sociali, ma anche per le novità pensioni inerenti il contributivo donna: il M5S ha, infatti, assicurato il controllo di quanti soldi sono stati spesi per il contributivo donna finora e si tratta di una notizia che sarà decisamente importante per definire i soldi avanzanti da quei 2,5 miliardi di euro già stanziati l’anno scorso e che potranno ancora essere impiegati per un ulteriore rinvio di questo meccanismo che consente alle donne lavoratrici di lasciare anzitempo la propria attività anche se a fronte di importanti oneri. Solo lunedì quando si saprà la data del voto costituzionale allora, probabilmente, si inizierà a ‘battersi’ davvero per la conquista di consensi e voti e tra i temi sui quali si giocherà soprattutto certamente le novità per le pensioni. Se, però, il premier dovesse puntarci solo per ottenere elettori al voto costituzionale senza poi far nulla, potrebbe comunque capitolare, perché perderebbe di nuovo la fiducia degli italiani e, quindi, la credibilità per sempre, anche e soprattutto in vista delle elezioni del 2018 favorendo così la ribalta del M5S.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il