BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie detto e deciso novità Governo Renzi-Forze sociali riunioni da ultimissime novità quota 41, mini pensioni

Possibili novità pensioni per mini pensione e quota 41 dopo riunione di oggi tra governo e forze sociali: tutto incerto e confuso dopo numeri dello strumento di programmazione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:17): Non c'è dubbio che a far discutere è la disposizione contenuta nel progetto sulle novità per le pensioni secondo cui per chi ha lavorato 12 mesi effettivi, anche non continuativi, prima del compimento dei 19 anni il congedo sarebbe anzitempo a 41 anni di contributi se si appartiene alle categorie di lavoratori in difficoltà. Le ultime e ultimissime notizie lasciano più dubbi che certezze.

Al via nella giornata odierna il nuovo confronto tra governo e forze sociali: le ultime notizie anticipano la definizione di un atto ufficiale che dovrebbe riportare le novità per le pensioni che dovrebbero essere messe in atto, ma si tratterebbe di un documento non vincolante per la stessa maggioranza, più che altro sarebbe una sorta di verbale sindacale che, chiaramente, non garantisce alcuna sicurezza alle stesse forze sociali. Ma si tratta di una incertezza relativa all’indomani delle ultime notizie sull’aggiornamento dello strumento di programmazione che, alla luce di una crescita attestata decisamente lenta del nostro Paese, sembrerebbe ridurre ancora il budget destinato all’attuazione di novità per le pensioni. Si tratta di un capitolo cui sono stati sottratti notevoli soldi sin dall’inizio di pianificazione del budget da impiegare e dai 7 miliardi di euro iniziali, si è passati ai 2,5 miliardi di euro, ai due miliardi che fino a ieri la maggioranza era disposta ad investire per novità per le pensioni tra mini pensione e aumenti delle pensioni inferiori, alla somma di 1,5 miliardi di euro che invece dovrebbero essere realmente stanziati per le novità per le pensioni, almeno stando alle ultime notizie relative al budget riportato dal nuovo strumento di programmazione.

Se davvero il budget per le novità per le pensioni dovesse ridursi, salterebbero alcune modifiche che lo stesso governo stava mettendo a punto in questi giorni per estendere la platea dei potenziali beneficiari della mini pensione per lasciare anzitempo la propria attività, in modo da renderla conveniente quanto mai è stata considerata. Sin dalla sua presentazione, infatti, la mini pensione non è piaciuta e non ha convinto perché troppo penalizzante e troppo limitata e proprio per cancellare questo vincolo si era pensato di allargarla anche a chi ha iniziato a lavorare sin da giovanissimo, con riconoscimento dei contributi figurativi di 3 o 4 mesi in modo da permettere a chi avesse iniziato a lavorare ad un’età inferiore ai 16 anni di maturare 41 anni di contributi entro il 2017, e a chi ha svolto o è ancora impiegato in occupazioni faticose, senza alcun onere per redditi fino a 1,200 euro netti al mese. Ma probabilmente l’inserimento di una sorta di quota 41 nella mini pensione potrebbe saltare come ipotesi perché con appena 1,5 miliardi di euro non ci sarebbero soldi sufficienti per rendere concreta questa misura, considerando che si tratta di un budget da investire anche per aumentare le pensioni inferiori.

Ci si chiede allora come si concluderà la riunione tra governo e forze sociali e quali eventuali ulteriori accordi e soluzioni potrebbero essere decise? Probabilmente tra novità pensioni con ulteriori dettagli per la mini pensione, novità pensioni di quota 41, novità pensioni per chi svolge attività faticose e aumenti delle pensioni inferiori, le soluzioni saranno essenzialmente due, vale a dire mini pensione, con spiegazioni ulteriori del suo funzionamento, e aumento delle pensioni inferiori, che le forze sociali hanno chiesto, però, di aumentare, perché al momento sarebbero previsti rialzi di solo qualche decina di euro che non porterebbero alcuna convenienza.

In occasione della riunione di oggi, infatti, il governo dovrebbe fornire ultime notizie su come funzionerà la mini pensione, chi pagherà l'assicurazione, entità degli interessi, che sarebbero a carico sia di Stato che dei pensionati stessi in base al valore del reddito pensionistico percepito, soglia di reddito al di sotto del quale la mini pensione non avrà alcun onere per le cosiddette persone svantaggiate, vale a dire disabili, chi è rimasto senza occupazione, chi è diventato inabile a causa di incidenti durante lo svolgimento della propria occupazione. Al momento la soglia dovrebbe essere quella delle pensioni a 1.500 euro lorde (1.200 nette),  ma le forze sociali hanno chiesto di aumentare tale soglia portandola a 1.600-1.700 euro lordi. Attese ulteriori novità per cumulo gratuito di tutti i contributi previdenziali e con particolare attenzione le reali novità che si potranno davvero fare (anche se al momento sembra abbastanza difficile) per i cosiddetti quota 41 e per chi è impiegato in occupazioni faticose e pesanti, veri nodi spinosi della questione previdenziale e su cui le forze sociali rilanciano urgenza e necessità di soluzioni ormai da tantissimo tempo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il