BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quali novità calcolo, età, esempi, requisiti per andare in pensione anticipata con novità APE, quota 41, u

Smettere anzitempo con le novità per le pensioni non è quasi mai la soluzione economicamente migliore.




Adesso si entra nel vivo delle novità per le pensioni. Si cerca cioè di capire, a colpi di calcoli e simulazioni, se la prospettiva di smettere anzitempo con le mini pensioni sia conveniente. Al netto delle situazioni personali e familiari, balza subito all'occhio come la soluzione individuata dalla maggioranza sia poco attraente dal punto di vista economico. Occorre ricordare sempre due numeri chiave: 63 anni è l'età per l'addio al lavoro e 41 gli anni di contributi per il pensionamento dei cosiddetti baby lavoratori, impegnati in attività particolarmente pesanti. Chi ha iniziato a lavorare in cantiere prima dei 19 anni e ha accumulato 12 mesi di contributi versati, se nel 2017 in totale avrà totalizzato 41 anni di quella che una volta era chiamata anzianità, potrà andare in pensione e non importa l'età anagrafica.

Se dai 14 anni in poi non ha mai smesso di lavorare potrà uscire appena superati i 55 anni. Il disoccupato di 63 anni, rimasto senza ammortizzatori sociali può ricorrere alle mini pensioni e di fatto ritirarsi a vita privata a costo zero. La regia dell'operazione spetta all'Istituto nazionale dell previdenza sociale. Ci può essere poi anche il caso di chi, che con le attuali regole pensionistiche non ce la fa più e vuole congedarsi, magari per ragioni di famiglia. Chi lo fa, dal prossimo anno riceverà un assegno azzoppato ovvero decurtato di una quota che dovrebbe aggirarsi intorno al 6% per ogni anno di anticipo. Restano ancora molti dettagli da chiarire in questo pacchetto di novità per le pensioni.

Per chi ha passato la vita a esercitare attività faticose, l'addio al lavoro sarà più facile. Oggi, per accedere alle agevolazioni, che prevedono quota 97,6 per smettere anzitempo, deve rispettare una serie di paletti. Dal 2017 gli ostacoli saranno eliminati e salta il vincolo per cui anche l'ultimo deve risultare impiegato in un'attività di quelle appunto classificate come faticose. C'è però un aspetto realmente interessante. Con le nuove regole ai fini della pensione la storia contributiva, adesso divisa in due, può essere rimessa insieme, in una striscia unica senza pagare. Si tratta del cosiddetto cumulo gratis che, in un'ottica più ampia, è un aiuto dal punto di vista economico.

Infine ci sarà un bonus per l'anziano povero, che non arriva a mille euro. Finora non ha ricevuto redditi o somme aggiuntive, riconosciute fino ai 750 euro. Ma con il nuovo anno si cambia e spunta un bonus dai 336 ai 504 euro l'anno, a seconda dei contributi versati. Insomma, sono tanti in casi per cui iniziare a prendere in mano la calcolatrice. Per facilitare la vita, abbiamo sviluppato e messo a disposizione un simulatore online per il calcolo della pensione che, per forza di cose, è ancora soggetto a cambiamenti.

I valori restituiti sono pensione netta percepita al mese; la rata da pagare per la restituzione con interessi inclusi per 20 anni; l'assicurazione mensile; eventuali detrazioni; la rata della pensione percepita dopo i 36 mesi di anticipo, la percentuale decurtata, il totale della pensione per chi smette anzitempo, l'importo finale da restituire.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il