BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Chi può andare in pensione prima? Per chi pensioni anticipate? Calcolo, quando e come età e contributi APE, usuranti, precoci

Su alcuni punti chiave del pacchetto delle novità per le pensioni non è stata raggiunta un'intesa definitiva tra le parti.




Fa riflettere che se c'è un punto sulle novità per le pensioni in cui non è stata raggiunta la piena intesa tra la maggioranza e le forze sociali è proprio sulle mini pensioni ovvero il principale provvedimento del pacchetto previdenza. Di conseguenza, per i calcoli definitivi occorre attendere. È successo che la maggioranza ha proposto la possibilità di smettere anzitempo e senza costi (le rate future verrebbero coperte dai bonus fiscali) per alcune categorie di lavoratori, disoccupati, lavori pesanti o rischiosi, precarie condizioni di salute, familiari disabili a carico, oltre a coloro che percepiscono meno di 1.300 euro lordi al mese.

Per le forze sociali il tetto era troppo basso e hanno spinto per l'innalzamento a 1.500 euro. La mediazione non è stata raggiunta e nel testo approvato si legge un generico "ammontare prefissato". Insomma, le parti non volevano uscire dall'incontro con le mani vuote e si sono dati appuntamento a successive riunioni per definire la cifra esatta. La verità è che il rischio di insuccesso delle mini pensioni. In molti potrebbero non ritenere conveniente smettere anzitempo se la pensione futura dovesse esserer tagliata per 20 anni di un quarto o un quinto, pari alla rata di rimborso del prestito. Penalità sicura per quanti non sono né salvaguardati e né svantaggiati.

Prendendo in considerazione il calcolo sulla base di un tasso di interesse fisso al 3% e una restituzione del prestito in 20 anni, emerge che con una pensione netta di 1.000 euro al mese l'anticipo di tre anni potrebbe prevedere una rata di 199,64 euro per 13 mensilità (216,29 se si restituisce con 12 mensilità sempre in 20 anni). La percentuale si ridurrebbe con una simulazione del tasso d'interesse al 2%: in quel caso (pensione netta di 1.000 euro) si ipotizza una rata mensile (per 13 mesi) di 182 euro per 20 anni.

I lavoratori che a gennaio avranno i requisiti per accedere alle mini pensioni possono scegliere anche Rendita integrativa temporanea anticipata per percepire appunta una rendita in anticipo rispetto alla pensione obbligatoria a lavoratori senza contratto con 63 anni di età e almeno 20 di contributi contando su una tassazione sostitutiva più leggera per coloro che hanno un'iscrizione di più lungo corso a un fondo pensione integrativo. L'ipotesi è di uno sgravio dello 0,3% per ogni anno di iscrizione a un fondo superiore a 15 anni, con tassazione sostitutiva che può scendere fino al 9%. Ma sulle cifre esatte, la maggioranza sta prendendo tempo.

Consigliamo comunque di utilizzare il nostro simulatore online gratuito, presente in questa pagina, per iniziare a calcolare il proprio assegno previdenziale nel caso si decidesse di smettere anzitempo. Occorre solo indicare la pensione netta, il numero di mesi di uscita anzitempo, da un minimo di 6 mesi a un massimo di 43, la somma che si desidera tra il 70% e il 100%, l'appartenenza a categorie tutelate tra disabili, disoccupati da lungo termine, assistenti a disabili, attività faticose, l'assicurazione proporzionale, il tasso interesse in favore degli istituti di credito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il