BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie affermazioni e novità mini pensioni, quota 41, quota 100 Nannicini, Furlan, Barbagallo

Queste novità per le pensioni rappresentano solo il punto di partenza di un percorso più lungo. Budget ancora variabile.




Sulle novità per le pensioni non solo c'è ancora molto da lavorare, ma anche le ultime decisioni assunte sono soggette a cambiamenti. A confermarlo è stato anche Tommaso Nannicini, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e di fatto coordinatore della cabina di regia sul tema della previdenza. Il budget stanziato può ancora variare, anche e soprattutto perché ci sono alcuni nodi da sciogliere che potrebbero alterare la distribuzione degli stanziamenti. Il riferimento va in particolare al riempimento della lista degli appartenenti alle categorie svantaggiate che non pagherebbero di tasca propria lo strumento delle mini pensioni per smettere anzitempo.

Per Annamaria Furlan, leader della Cisl, queste novità per le pensioni rappresentano solo il punto di partenza di un percorso più lungo, anche se non nasconde la sua soddisfazione per la maggiore "giustizia" vista dai pensionati. Per sperare in un budget maggiore rispetto ai sei miliardi di euro stanziati per i prossimi tre anni, sarà indispensabile che il Paese si rimetta in moto. In ogni caso, Annamaria Furlan ha restituito ai mittenti le contestazioni sull'esclusione dei giovani dal pacchetto delle novità per le pensioni. A suo dire i provvedimenti vanno inquadrati in un'ottica più ampia e poi ricorda come il cumulo gratis sia un passaggio fondamentale e pensato per i giovani alle prese con carriere lavorative discontinue.

Anche le affermazioni del segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, vanno in scia di quelle dei suoi colleghi. Per alcuni aspetti, la sua è stata la posizione più critica alla vigilia dell'ultima decisiva riunione. Anche se su alcuni punti non c'è stata una piena sintonia - è il suo pensiero - è stato indispensabile che dopo quattro mesi di lavoro, qualcosa venisse portata a caso. In ogni caso, non ha fatto nulla per nascondere la sua perplessità anche rispetto ad alcune parti della Nota di aggiornamento dello strumento di programmazione dell'iter, messo a disposizione nel giorno precedente all'ultimo confronto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il