BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo: novità della settimana

Le speranze di avere notizie ufficiali sulle intenzioni del Miur sul Tfa 2016 sono legate all'incontro con i sindacati del prossimo 4 ottobre.




Tfa terzo ciclo quello sconosciuto, verrebbe da dire. Anche negli ultimi sette giorni si sono registrati passaggi a vuoto, rispetto a cui le speranze di avere notizie ufficiali sulle reali intenzioni del Miur sono legate all'incontro con i sindacati del prossimo 4 ottobre. In questo contesto appaiono interessanti i dati sulla scuola statale elaborati dal Ministero dell'Istruzione. Sono utili proprio perché fanno riferimento alle sedi scolastiche, alla numero degli alunni e delle classi e alla consistenza delle dotazioni organiche del personale docente, sia su posti comuni sia su quelli di sostegno. Sono dunque numeri da inquadrare anche in relazione alle disponibilità del prossimo Tfa terzo ciclo.

Ebbene, il numero di istituzioni principali sedi di direttivo è pari a 8.406, comprese le sedi sottodimensionate, di queste 125 sono centri provinciali per l'sstruzione degli adulti e 8.281 istituzioni scolastiche. Queste ultime sono distribuite fra 472 circoli didattici, 4.869 istituti comprensivi, 199 istituti principali di primo grado e 2.741 istituzioni del secondo ciclo. Gli alunni che quest'anno scolastico frequenteranno le scuole statali sono 7.816.408, per un totale di 370.597 classi. Capitolo personale docente, il contingente relativo all'anno scolastico in corso rispecchia le previsioni della legge sulla cosiddetta Buona scuola e le nuove modalità di definizione triennale degli organici del personale docente.

La novità di maggior rilievo riguarda la nuova configurazione dell'organico dell'autonomia, complessivamente composto dai posti comuni e posti di sostegno. Ebbene, l'organico dell'autonomia è più ampio di quello degli anni che precedono la legge sulla Buona scuola, perché comprende i nuovi 55.000 posti previsti, che le scuole utilizzano per le attività di potenziamento dell'offerta formativa. I posti istituiti sono complessivamente circa 805.000, di cui 680.000 circa, sono posti comuni, 124.500 sono posti di sostegno. I posti comprendono sia l'organico dell'autonomia sia l'adeguamento alle situazioni di fatto oppure, per il sostegno, le deroghe.

Occorre ricordare che l'adeguamento dell'organico alle situazioni di fatto è in via di consolidamento e di conseguenza i dati sono da ritenere provvisori. Infine le scuole paritarie nel precedente anno scolastico sono stata 13.267 e gli studenti pari a 939.372. La scuola dell'infanzia si conferma il settore educativo che assorbe maggiormente gli studenti delle scuole paritarie: 586.442 bambini distribuiti in 9.508 scuole.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il