BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41,mini pensioni nuovi segnali appena giunti miglioramenti contro strategia solo consenso

Maggioranza ancora orientata verso strategia del consenso per novità per le pensioni più che verso soluzoni strutturali: manca ancora il budget necessario




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:24): E si stannio muovendo, ma anche in questo caso, bisogna avere chiaramente molta fiducia dopo le tanti delusioni sia l'opposizione interna che quella esterna, ma anche le forze sociali che nelle ultime notizie e ultimissime hanno mostrato per le novità per le pensioni ottenute un certo scontento e nuove nette richieste come minori paletti per quota 41, meglio interessi per mini pensioni e soprattutto in generale più budget. Tra l'altro si è ritornatoi a aprlare di uno sciopero e menfestazione che al momento non vedrebbe tutte le sigle, ma sarebbe fatto nella seconda metà di ottobre.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:24): Il Comitato Ristretto, inoltre, si riunirà nei prossimi tre giorni a partre dal pomeriggio con la relatrice Maestri che cercherà di fare il punto sulle iniziative da intrapendere durante l'iter e fare da spola con le ultime notizie e ultimissime della maggioranza, dei dicasteri e delle altre novità per le pensioni per cercare di attuare alternative e miglioramenti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:32):  Arrivano, però, i primi segnali da prendere ovviamente con le pinze che la strategia al momento apparenza e consenso può ancora cambiare e migliorare per le novità per le pensioni. E i segnali sono molteplici, seppur è chiaro è difficile ora crederci e avere fiducia. In primis, le forze sociali quasi tutte stanno facendo un passo indietro e stanno chiedendo ulteriori verifiche dopo l'entusiamo iniziale e si desiderono importanti miglioramenti. Ma cosa, forse, ancora più importante le opposizioni interne ed esterne iniziano a muoversi così il Comitato Ristretto per le novità per le pensioni e una serie anche di miglioramenti per le novità per le pensioni del tutto nuovi che vedremo. E poi, sul budget. che è fondamentale, essendoci stata una bocciatura dei conti dalla stessa Ragioneria di Stato, Il dicasxtero dell'Economia sarebbe pronto a sforare il deficit del 3%. Nulla, dunque, è davvero decio per le novità per le pensioni e nei prossimi 60 giorni avremno sicuramenre delle sorprese che potrebebro anche essere pefggiorative si badi bene, ma sicuramente il tutto sarà molto fluido.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:10): Andando ad analizzare le novità per le pensioni sembra che tutto sia stato fatto per tutti ovvero che tutti abbiano ricevuto le risposte che attendevano da tempo e che erano centrali nelle ultime notizie e ultimissime. In realtà chi vuole lasciare antitempo l'atività deve pagare, se non in casi particolari, con oneri fino al 20%-25% quello che dovrebbe essere un semplice diritto e che è stato cambiato in corso d'opera della norma attuale, ma su cui all'inizio della propria attività vi era stato un implicito patto con lo Stato che si può dire lo abbia tradito. E anche le cosidette fasce agevolate rischiano di non esserlo se prendono un certo reddito e anche loro pagano. Quindi, una tantum pure finta se la vogliamo vedere, neppure un contentino reale se non pe poche persone. E lo steso vedremno per quota 41 e ancora peggio per gchi ha fatto occupazioni faticose.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:22): e una strategia perseguita non solo per le novità per le pensioni, ma in generale per altri argomenti e non solo dai noi, ma anche nelle altre nazioni testimoniata dalle ultime notizie e ultimissime. Ora la strategia è apparsa molto chiara, riuscire a predisporre una serie di novità per le pensioni per tutti a 360 gradi da chi volesse lasciare l'attività anzitempo, ai quota 41, a chi ha fatto occupazioni opesanti e a chi una pensioni povera. Ma in realtà questa volta, tranne per questi ultimi, neppure una tantum è stata dato o davvero di poca cosa, ma al momento è tanta apparenza perchè ad esempio per chi ha fatto occupazioni pesanti nulla è stato fatto ma il loro nome è anzi un peletto restrittivo per quota 41.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Se sembra chiara la parte delle novità per le pensioni sui trattamenti inferiore attraverso la crescita e l'aumento dei pensionati che lo prenderanno, restano ancora molti dubbi, confermati dalle ultime e ultimissime notizie, sulle mini pensioni a oneri zero e sulle novità per le pensioni a favore di chi ha iniziato l'attività da giovanissimo. Ma basta questo al Governo Renzi per far credere di aver vinto, soddisfando tutte le richieste più sentite dai cittadini. Ma come dimostrano i dubbi nulla è stato ancora davvero risolto e, poi il metodo sono assolutamente criticabili. Ma con la tantum vincente dell'aumento, la strategia appare al momento funzionare. Appare.

Da anni si chiede e si lavora per la definizione di una soluzione universale a tutti quegli errori e quelle distorsione create dalle attuali norme pensionistiche, novità per le pensioni capaci di rendere più ‘morbidi’ gli attuali requisiti di pensionamento, con particolare attenzione a quelle categorie di lavoratori, come coloro che hanno iniziato a lavorare sin da giovanissimi, a 14-15 anni, e chi è impiegato o ha svolto occupazioni faticose, che, come spesso ripetuto, sono state fortemente penalizzate dall’entrata in vigore delle regole attuali. Si parla di novità per le pensioni indirizzate in questo senso ormai da oltre due anni e dopo tutto questo tempo non si è riuscito a fare ancora nulla né di universale per tutti, né di strutturale. Rimandata la quota 100, perché troppo costosa, che sarebbe stata la migliore novità per le pensioni per tutti, l’attenzione si è concentrata in questi ultimissimi mesi sulla definizione di una nuovo piano di mini pensione che, stando alle ultime notizie, potesse includere anche una sorta di quota 41, ma solo per chi svolge attività faticose. Insomma, un tutto ma per nessuno concretamente, ancora una misura in via sperimentale, ancora un tantum.

Si tratta di strategia che, in vista del prossimo voto costituzionale del 4 dicembre, potrebbe, nelle idee della maggioranza, riuscire a far riconquistare quel consenso necessario per la vittoria. Le ultime notizie sulle novità per le pensioni, del resto, ad una prima occhiata sembrano voler dire che effettivamente la maggioranza ha fatto qualcosa di concreto per le pensioni, dalle mini pensioni, alla quota 41, a misure per chi è impegnato in attività faticose,al cumulo gratis di tutti i contributi previdenziali, all’aumento delle pensioni base, ma a parte quest’ultima misura, che stabilisce rialzi di circa 40 euro per i trattamenti pensionistici mensili base, realmente non è stato fatto nulla per le altre novità riportate. Tutto è ancora molto teorico, aleatorio e da definire. E di seguito spieghiamo i motivi.

Pur, infatti, ssendo sbagliata, si è deciso di puntare ancora su una strategia del consenso che dimostrasse come la maggioranza fosse stata in grado di far tutto per le pensioni, accontentando tutti, per dare a tutti un contentino e cercare di vincere al voto costituzionale, in realtà ad uno sguardo più approfondito delle novità per le pensioni rientranti nell’intesa firmata tra maggioranza e forze sociali, per la mini pensione per tutti i costi resterebbero comunque alti quindi sarebbe una soluzione poco conveniente per il lavoratore e non varrebbe in egual modo per tutti ma verrebbe data priorità innanzitutto a chi si ritrova in condizioni di disagio, come chi è rimasto senza occupazione, senza considerare che restano dettagli da definire, come quelli relativi a entità di interessi da versare, alle coperture dell’assicurazione, alle soglie di reddito sotto le quali la mini pensione non dovrebbe prevedere oneri per il lavoratore stesso.

Per la novità pensioni di quota 41 vi sarebbero troppi paletti, innanzitutto per poterci rientrare bisognerebbe aver maturato 12 mesi di contributi entro i 19 anni di età ed essere in condizioni particolari, per esempio essere rimasti senza impiego, avere una malattia che impedisce di lavorare, o svolgere un’attività faticosa. E in quest’ultimo caso si aprirebbe un ulteriore capitolo, vale a dire quello della mancanza di una definizione precisa delle attività faticose e il fatto che questi lavoratori potrebbero rientrare nella mini pensione solo se collegati alla quota 41, per cui per chi svolge occupazioni faticose in generale non è stato fatto nulla di concreto. Ad un’attenta valutazione della situazione, dunque, e delle novità per le pensioni appena spiegate, questa strategia potrebbe non rivelarsi positiva per un consenso che potrebbe anche venire meno, vista la mancanza di dettagli ancora attesi e il fatto che le richieste dei cittadini orientate per soluzioni definitive siano state finora ancora deluse. Cosa aspettarsi, dunque, nelle prossime settimane per eventuali ulteriori cambiamenti e modifiche? Di certo, molto dipenderà dal budget che eventualmente si potrebbe ancora impiegare in più e dalla divisione dei 6 miliardi di euro da impiegare per i tre anni annunciati dalla maggioranza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il