BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo: resoconto quanto è successo ieri in riunione ufficiale

Se c'è una partita completamente aperta nel mondo della scuola è quella dell'attivazione del Tfa terzo ciclo.




AGGIORNAMENTO: Ecco arrivvare finalmente le novità ufficiale e ultime notizie e ultimissime sulla riunioni di ieri almeno da una parte ovvero dal Dicastero del'Istruzione che si è detto soddisfatto dell'incontro e che presto ce ne saranno altri smpre così, si spera, costruttivi. Si è parlato di tanti temi, ma non è detto chiaramente nulla nel reseconto ricevuto del Tfa Terzo Ciclo. Ora vi sono da aspettare le considerazioni delle forze sociali e poi, si spera, le prossime riunioni che sono giò, comunque, statae ufficializzate.

AGGIORNAMENTO: La riunione si è conclusa nel tardo pomeriggio di ieri martedì 4 Ottobre ma non ci sono sostanziali novità arrivate, tranne le indiscrezioni negative detto sotto. Nessuno ha voluto rilasciare dichiarazioni alla fine della riunione. Si attende a questo punto, quanto mai doveroso, un comunicato stampa o almeno dele affermazioni e spiegazioni ufficiali

AGGIORNAMENTO:  La riunione come detto è iniziata, ma ci sono grossi dubbi tra le indiscrezioni raccolte nel Dicastero che si possa fare qualcosa per il Tfa, nonostante le precedenti ultime notizie. Si attendo ancora novità dalla riunione, comunque, ma al momento nel Dicastero e Miur non c'è molto positività

AGGIORNAMENTO: E' stata confermata per le ore 15 di oggi pomeriggio la riunione che dovrebbe essere definitiva tra Miur-Governo Renzi e Dicastero dell'istruzione per la scelta se verrà fatto il tfa terzo ciclo 2016. Vi daremo tutte le novità e ultime notizie e aggiornamenti appena possibile

Quella di domani potrebbe essere una giornata importante per capire il futuro del Tfa terzo ciclo. Le organizzazioni sindacali incontreranno infatti il Ministero dell'Istruzione sui principali temi della scuola e l'attivazione del nuovo Tirocinio formativo attivo, rispetto a cui il Miur si sta trincerando in un inspiegabile silenzio, non può che rientrare nel lotto delle priorità. Ci sono comunque tante incertezze sulle indiscrezioni che vogliono che in questo mese di ottobre 2016 la pubblicazione del bando del nuovo Tfa contenente tutti i dettagli relativi a requisiti di partecipazione e modalità di svolgimento.

In merito ai posti e in attesa dell'ufficializzazione del Ministero dell'Istruzione, è da tempo trapelato che potrebbero essere 16.436, di cui 11.328 comuni (8.058 per le superiori e 3.270 per le medie) e 5.108 sul sostegno (392 per la scuola dell'infanzia, 1.749 per la primaria, 1.932 per le medie, 1.035 per le superiori). All'interno del Tirocinio formativo attivo 2016, la prova scritta, predisposta delle università, è strutturata in domande a risposta aperta relative alle discipline oggetto di insegnamento delle relative classi di concorso.

Il percorso prevede insegnamenti di scienze dell'educazione, con particolare riguardo alle metodologie didattiche e ai bisogni speciali; insegnamenti di didattiche disciplinari che possono essere svolti anche in contesti di laboratorio in modo da saldare i contenuti disciplinari con le modalità di insegnamento in classe; un tirocinio che prevede sia una fase di osservazione che una di insegnamento attivo, presso istituti scolastici sotto la guida di un tutor; laboratori pedagogico-didattici, indirizzati alla rielaborazione e al confronto delle pratiche didattiche proposte e delle esperienze di tirocinio.

Se poi c'è un nodo da sciogliere in riferimento all'attivazione del Tfa 2016 è il rapporto con le nuovi classi di concorso previste dal Ministero dell'Istruzione, tra cui A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera e A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il