BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni Boccia, Balzanelli, Barboni

Le ultime posizioni di presidente di Confindustria Boccia, Balzanelli e Barboni su recenti novità pensioni e ulteriori orientamenti




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33) Il segnale di Boccia, presidente della Confidustria, non è uno dei migliori per le novità per le pensioni con nelle ultime notizie e ultimissime una concentrazione solo ad Industria 4.0 e il non parlare più dell'importanza delle novità per le pensioni. Come l'anno scorso, poco budget e Confidustria deve prendere una strada preferenziale

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01) Diventano sempre più importanti e degni di nota gli esponenti e gli organizzatori dei cittadini che si stanno mobilitando e sono migliaia in costante crescita sia per una revisione totale delle novità per le pensioni come Balzanelli che per alcuni argomenti particolari sempre e comunque per le novità per le pensioni come Vania Barboni. E in mezzo nelle ultime notizie e ultimissime raccolte c'è il non bel segnale di Boccia.

Nonostante la recente intesa sulle novità per le pensioni tra maggioranza e forze sociali e nonostante il tentativo della maggioranza stessa di voler far vedere di essere a lavoro su concrete novità per le pensioni, le discussioni sulle stesse novità per le pensioni continuano, alla ricerca di una soluzione e di una revisione delle attuali norme pensionistiche capace di soddisfare tutti. La situazione è ancora molto confusa, ma anche negativa. Da sempre dalla parte di novità per le pensioni ma ultimamente nel più serrato silenzio proprio sulle stesse novità per le pensioni il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, che si sta concentrando, anche lui insieme al Dicastero dello Sviluppo economico, su industria 4.0 e questo cambiamento non rappresenta cero un buon segnale. Probabilmente, infatti, anche Boccia è ormai ben conscio del fatto che il budget disponibile non permetterà di realizzare tutto ciò che si vorrebbe e nonostante abbia sempre rilanciato la necessità di novità per le pensioni, dovendo scegliere, punta, come facilmente immaginabile visto anche il suo ruolo, ad una nuova spinta per le imprese e gli investimenti.

Prima di questo delicato momento, diciamo di scelte, come riportano le ultime notizie, Boccia è stato tra coloro che hanno sempre ribadito alla maggioranza la necessità di scelte selettive per il rilancio dell’economia reale, risultato, secondo lo steso presidente, anche di una spinta all’occupazione giovanile e alla produttività e questo chiaramente lasciava intendere come fosse d’accordo con l’approvazione di novità per le pensioni che permetterebbero ai lavoratori che lo desiderassero di lasciare la propria attività anzitempo, in modo da lasciare, allo stesso tempo, nuovi posti di lavoro liberi in cui impiegare i giovani, oggi magari senza occupazione. Per il presidente di Confindustria le novità per le pensioni, ma strutturali e profonde, come quota 100, quota 41, mini pensione per tutti, sarebbero fondamentali per superare le difficoltà generazionali che, da un punto di vista lavorativo e di condizioni di vita, si stanno creando con i giovani di oggi, sempre più penalizzati. Forse, l’aver deciso di sostenere più investimenti per Industria 4.0 lasciando cadere nel suo dimenticatoio le novità per le pensioni dipende anche dal fatto che quelle novità che si potrebbero apprestare ad essere approvate entro la fine dell’anno, decise dall’intesa tra maggioranza e forze sociali, non sono in realtà quelle novità per le pensioni profonde che Boccia ritiene necessarie e non prospettando gli stessi vantaggi per lui forse sarebbero inutili da sostenere.  

Particolarmente critico, e anche arrabbiato, per le ultime notizie sulle novità per le pensioni rese note da maggioranza e forze sociali Claudio Balzanelli del Gruppo online Lavoratori precoci lavoro giovani che è tornato in questi ultimissimi giorni a scendere di nuovo in piazza per rivendicare i propri diritti sulle pensioni e rilanciare ancora su novità pensioni importanti per tutti. La sua posizione è ben comprensibile se si pensa che lui è sempre stato tra coloro dalla parte della totale cancellazione delle attuali regole pensionistiche che, quasi come la Lega, ha spesso definito ‘illegittimente’. Secondo Balzanelli, la maggioranza con la mini pensione e la quota 41 così come modulate al momento, incomplete, limitati e penalizzanti comunque troppo, non avrebbe fatto nulla di reale per rivedere quelle attuali norme pensionistiche che hanno dato vita a grossolani errori e che stanno continuano a creare non pochi problemi.

Critica anche la posizione di Vania Barboni del gruppo Contributivo donna 20168 sulle inutili novità per le pensioni che la maggioranza sta portando avanti, ma la sua attenzione è puntata soprattutto sul futuro della proroga del contributivo donna. A giorni, infatti, si saprà l’esito del controllo dei soldi rimanenti da budget dei 2,5 miliardi di euro stanziati l’anno scorso per la proroga già per tutto quest’anno dello stesso contributivo donna e una volta che sarà reso noto il budget restante si potrà capire se il sistema di prepensionamento per le lavoratrici sarà effettivamente prorogato e fino a quando. La richiesta, infatti, è quella di rimandare questo contributivo al 2018 e secondo la Barboni le prospettive potrebbero essere davvero positive. La Barboni, infatti, ha riferito di un recente confronto con il consigliere economico di Palazzo Chigi durante il quale si è parlato dell’estensione del contributivo donna e fino ad esaurimento dei fondi, per cui sarà cruciale capire quanti soldi saranno quelli avanzanti che potranno essere ancora impiegati. Tra qualche giorno, però, si avrà la risposta ufficiale e si potrà capire se effettivamente sarà soddisfatta la richiesta di proroga del contributivo donna fino al 2018 o meno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il