BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mercoledì 5 Ottobre per tutti e precoci, usuranti apparso denaro e strategia vincente voto Boschi, Calenda

Discussioni su novità per le pensioni per tutti, precoci e usuranti e ruoli e posizioni ministri Boschi e Calenda: strategie e cosa aspettarsi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:45): Per gli esperti, infatti, vi sarebbero almeno due milioni di voti in favore del referendum con solo la crescita delle basi, ma, poi, visto che chi lo ricverà è stato deciso che sarà di più e bisogna considerere l'effetto positive sulle famiglie e amici, si otrebbe arrivare tra i tre e 4 milioni positivi di voti. E' chiaro che è un effetto nell'immediato di queste novità per le pensioni che nel lungo non porteranno niente, ma le ultime notizie e ultimissime degli esperti di analisi dei dati e sentiment la danno come strategia riuscita.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:47): Ora, lo stesso Calenda non si era detto contrario alle novità per le pensioni, ma le aveva ritenute nelle ultime notizie e ultimissime come tra le priorità non quelle principali e che si potevano posticipare. E alla fine dopo un lungo confronto fatto anche con Padoan, chi prende davvero le decisioni ha puntato fortemente su quanto detto e pensato da Calenda per far ripartire il quadro generale, lasciando solo un unica novità per le pensioni vera o simil vera (che non servirà a nulla) come quella delle inferiori e facendo un ottimo marketing sul tutto fatto per precoci, tutto fatto per usuranti, tutto fatto per chi vuole lasciare anzitempo occupazione ottime per raccogliere ancora qualche voto in più sul referendum oltre alla novità per le pensioni principale che ne dovrebbe trasferire alcuni milioni come vedremo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:33): Come sempre, invece, quando si tratta di togliere qualcosa il discorse sembra cadere sulle novità per le pensioni e le difficoltà dei conteggi delle ultime notizie e ultimissime potrebbero provocare delle novità per le pensioni negative in modo particolare per le mini pensioni e quota 41 che già sono di per sè fatte male. Ma visto che le pensioni base non si possono toccare per la strategia vicnente del referendum che si sta dimostrando anche tale, il Tesoro pensa alle altre due novità per le pensioni visto anche che tutti tra responsabili e vice erano d'accordo sul fare nulla al momento sulle pensioni. E Calenda in primis.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): E poi c'è la sorpresa dei 7 miliardi trovati per Industria 4.0 da Calenda che erano finora rimasti latenti o peggio, forse, dimenticati e che ora troveranno spazio come si dice nelle ultime notizie e ultimissime per questo importante obiettivo. Mai, però, si trovano budget neanche di qualche centinaio di milioni in più per le novità per le pensioni e oltre ai difetti intrinseci dei metodi finora portati avanti anche il problema del budget è sempre stato di primo, primissimo livello

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:53): Se c''è una cosa certa la strategia sulle nvoità per le pensioni volutamente fortemente dal capo della maggioranza e dai più streti collaboratori anch pronti, come è stato, a focose discussioni con i vari responsbaili dei dicasteri, ha portato un vantaggio per il voto costizionale. Non è detto che avrà successo, ma come dicono diversi uffici di sondaggi nelle ultime notizie e ultimissime si spostano con le crescita delle pensioni inferiori (e in realtà non solo di quelle) almeno 2 milioni di preferenze se non addirittura 3,3 milioni o 4 milioni nel caso migliore. (sono sempre contestabili ovviamente) Ed è inutile che nuemrosi esperti di cui abbiamo riportate le opinioni nelle ultime notizie spiegano che questa crescita non serve a nulla per il quadro generale già malmesso non favorà nè consumi, nè produzione, ma è stata l'unica voluta fortemente per imitare il successo delle europee.  Ora occorrerà capire se chi beneficerà di questa unica novità per le pensioni capirà l'inutilità nel lungo termine o anche nel medio. Ed è, infatti, guarda caso l'unica che ha più denaro di tutti,certo e intoccabili ed è già ben spiegata rispetto alle altre.
E poi c'è l'ennesima sorpresa di Calenda che sta sempre più prendenso potere all'interno della maggioranza.

Continuano ad essere particolarmente discusse ad oggi, martedì 4 ottobre, le novità per le pensioni riportate
dalle ultime notizie, frutto dell’intesa tra maggioranza e opposizione che hanno il sapore di una mossa elettorale, a detta di molti, ma anche da quanto effettivamente riportano. Se, infatti, ad una prima lettura si potrebbe evincere il fatto che la maggioranza ha realmente fatto qualcosa per le novità per le pensioni, tra mini pensione, quota 41 per i precoci e misure per gli usuranti, insieme alla decisione di aumentare le pensioni inferiori, in realtà sembra che nulla di concreto è stato realmente fatto, considerando che la mini pensione continua ad essere limitata e penalizzante, la quota 41 presenta ancora molti paletti e per gli usuranti nulla è stato davvero fatto, se non per qualcuno collegato alla quota 41. E per quanto riguarda poi le novità per le pensioni di aumenti dei trattamenti inferiori, si tratta di aumenti così irrisori, di appena 40 euro, che a molti sono sembrati una inutile presa in giro, perché si tratta di una somma che non servirebbe né per un rilancio dei consumi, né per rendere migliore la vita dei pensionati più indigenti.

La misura, però, interesserebbe 1,2 milioni di pensionati che insieme a quelli che già godono di pensioni aumentate arriverebbero a 3 milioni di pensionati che potrebbero rappresentare una nuova potenziale platea di voti in più. Le novità per le pensioni annunciate rientrerebbero in una logica del consenso per un voto che, come commentato dal ministro Maria Elena Boschi, permetterebbe di avere notevoli cambiamenti e anche importante, superando il bicameralismo paritario, riducendo il numero dei parlamentari e anche dei costi istituzionali, il che significa avere grandi vantaggi.

E per conquistare la vittoria sarebbe cruciale dimostrare che si sta lavorando realmente per soddisfare i bisogni e le richiestedei cittadini, ma le novità per le pensioni così come modulate non soddisfano assolutamente i bisogni della gente, perché al di là della proroga del contributivo donna, al 2018 si spera, le altre novità messe a punto non sono esattamente così come importanti e profonde e siccome si tratta di caratteristiche che dopo un’attenta lettura sono state capite, potrebbero rivelarsi un’arma a doppio taglio per la stessa maggioranza in vista del voto del prossimo 4 dicembre.

Se, infatti, si riusciranno a modificare le novità per le pensioni annunciate tanto da placare dubbi e malcontenti creati per la loro inefficacia concreta, allora per la maggioranza si tratterà di un punto a favore che potrebbe certamente servire per la vittoria al voto costituzionale, ma se si continuerà su questa strada, difficilmente la stessa maggioranza riuscirà a riconquistare la fiducia e i consensi. E la strada per capire come effettivamente andranno le cose è ancora piuttosto lunga: è vero infatti che le novità per le pensioni sono importanti per tutti, e soprattutto per precoci e usuranti, ma è anche vero che a fronte di novità per le pensioni, in tanti, e soprattutto i tecnici dell’Economia, sono orientati a mettere in atto altri provvedimenti considerati prioritari e volti soprattutto a rilanciare imprese e investimenti che rappresenterebbero le reali spinte alla crescita dell’economia italiana.

A dimostrazione di queste priorità, i soldi trovati per Industria 4.0, un nuovo sistema di rilancio degli investimenti e di ricerca e sviluppo presentato dal ministro dello Sviluppo Economico Calenda. Per questa novità, per cui inizialmente sono stati stimati 13 miliardi di euro, il ministro Calenda è riuscito a trovare anche ulteriori 7 miliardi aggiuntivi da usare puramente per ricerca e sviluppo, una cifra che ci si chiede da dove sia arrivata ma che soprattutto ci fa chiedere come mai per qualsiasi altro provvedimento da attuare improvvisamente sbucano soldi che per le novità per le pensioni sembrano non esistere proprio?

Come mai ogni volta che si parla di urgenza e necessità di novità per le pensioni la scusa del nulla di fatto finora è la mancanza di budget ma si sa che ‘ballano’ circa 3 miliardi di euro del Fondo per lavoratori faticosi e destinati alle occupazioni di cura della famiglia, che non si sa che fine abbiano fatto, e si trovano in pochissimo tempo ben 7 miliardi di euro per ulteriori misure di Industria 4.0? Il Dicastero dello Sviluppo Economico è ben intenzionato a portare avanti questo progetto per il rilancio della crescita economica italiana, attraverso sviluppo tecnologico e produttività e della banda larga; e nuova spinta agli investimenti che dovrebbero rappresentare la molla per un rilancio economico importante.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il