BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie rilevante novità con petizione per abolire aspettativa di vita accanto novità mini pensioni, quota 41

Nuova richiesta novità per le pensioni con abolizione del meccanismo di adeguamento dell’età pensionabile alla speranza di vita: come firmare la petizione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:17): Difficile credere che la maggioranza metterà mano su uno degli aspetti più controversi attuali previdenziale  la revisione delle aspettative di vita. E per quetso è molto importante questa petizione per le novità per le pensioni accanto alle altre iniziative per quota 100 e quota 41 e mini pensioni che sembrano sempre più in salita anche nel tentativo di migliorare leggermente

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:17): Se la nuova petizione per la revisione o la cancellazione completa del meccanismo di adeguamento dell'età della pensione alle aspettative di vita raggiungerà il suo scopo resta tutto da scoprire. Ma se le ultime e ultimissime notizie riferiscono di questo ennesimo tentativo significa una continua e rinnovata fiducia, nonostante le tante delusioni dei cittadini che si impegnao fortemente su internete e sul territorio per le novità per le pensioni.

Da giorni si parla ormai esclusivamente delle novità per le pensioni risultato dell’intesa tra forze sociali e maggioranza, tra mini pensione, seppur ancora incompleta e limitata, e quota 41, con ancora troppe condizioni restrittive, ma le ultime notizie riferiscono di una nuova petizione lanciata che chiese la revisione o abolizione totale del meccanismo di adeguamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita. Non è la prima volta che si parla di questa novità per le pensioni che già qualche mese fa era stata tirata in ballo alla luce delle ultime notizie sull’andamento della speranza di vita degli italiani, che rispetto a due anni fa si era ridotto, motivo per il quale occorreva riflettere sul meccanismo di aumento dell’età pensionabile. Se, infatti, il principio delle attuali norme previdenziali è quello di una crescita dell’età pensionabile in base al fatto che si vive più a lungo, cambiando l’aspettativa di vita e vivendo meno, l’età pensionabile dovrebbe scendere. Ma stando a quanto previsto dal primo gennaio 2019 dovrebbe subire un nuovo aumento.

Fino ad allora, dunque, sarà necessario abolire l’aspettativa di vita e si tratterebbe di una soluzione che risolverebbe, tra l’altro, ogni problema, andando oltre le novità per le pensioni di quota 100, quota 41 o mini pensione. Se in merito a queste ultime novità per le pensioni non si riesce a far nulla di reale, concreto e profondo perché, come si dice, non c’è il budget necessario, allora si potrebbe agire in un’altra direzione. Ma al momento la maggioranza stessa sembra particolarmente orientata ancora su quella mini pensione e quella quota 41 che sono state definite d’accordo con le forze sociali ma che hanno scatenato, soprattutto negli ultimi giorni come riportato dalle ultime e ultimissime notizie, parecchie polemiche e grande malcontento.

Proprio per portare avanti questa petizione, che invita quante più persone possibili ad apporre la propria firma per la revisione dei criteri base delle attuali regole pensionistiche, Luciano Cecchin ha fondato un nuovo gruppo Aboliamo aspettativa di vita per diritto alla pensione, con l'obiettivo di cancellare appunto questo meccanismo e accedere alla meritata pensione senza alcuna condizione imposta da rispettare, e tra l'altro al momento diventata errata. Con la riduzione della speranza di vita, resa nota dalle ultime notizie Istat, continuare a seguire questo sistema di funzionamento non fare altro che creare ulteriori problemi e discriminazioni, senza considerare che andando avanti l'età pensionabile ma fermandosi l'aspettativa di vita, difficilmente gli interessati alla pensione potranno arrivarci tutti fino a quando le attuali norme saranno a regime. Il fondatore del gruppo Cecchin ha invitato quante più persone possibili ad aderire al gruppo per cancellare un'ennesima, enorme, ingiustizia sociale.

Il gruppo fondato da Cecchin in appena una settimana ha registrato due mila aderenti, il che significa che probabilmente si tratta di una petizione che sta riscuotendo già gradi consensi e che forse potrebbe ottenere risultati positivi, sperando che non sia come altre iniziative lanciate dagli stessi cittadini, tanto importanti, visto che derivanti dagli stessi interessati alle norme che la maggioranza sta mettendo, e dovrebbe mettere, in atto, quanto rimaste sempre inascoltate. Sono mesi, infatti, se non anni, che gli stessi cittadini, tra lavoratori e pensionandi, continuano a chiedere novità per le pensioni importanti e profonde, capaci di rendere più ‘morbide’ per tutti le norme attuali delle pensioni, richieste che, come dimostrano le ultime notizie, non sono poi state tanto accolte.

E le risposte si attendono ancora: le ultime notizie sulle recenti novità per le pensioni annunciate, infatti, non soddisfano di certo le richieste dei cittadini. Al contrario, sono piuttosto incomplete, limitanti, sia per la mini pensione che per la quota 41, e da moltissimi considerate un possibile ennesimo spreco di denaro da parte della maggioranza senza alcun relativo vantaggio previsto. Per aderire alla petizione che chiede la cancellazione totale del sistema di aspettativa di vita legata all’età pensionabile, basta collegarsi sul seguente link https://www.change.org/p/governo-italiano-presidenza-del-consiglio-dei-ministri-aboliamo-aspettativa-di-vita-per-diritto-alla-pensione?recruiter=529993973&utm_source=share_petition&utm_medium, dove si potrà firmare la petizione e scoprirne di più sul funzionamento del meccanismo che si chiede di cancellare completamente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il