BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie venerdì 7 ottobre su tutti,usuranti,precoci scelte fatte solo per referendum e vittoriose da Padoan, Renzi

Possibili effetti novità pensioni per tutti, precoci e usuranti dopo ultime posizioni di Padoan e Signorini: a giorni notizie ufficiali




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:07):
Se così le scelte per le novità per le pensoni sembrano giuste, ed è un paradosso visto le tante critiche delle ultime notizie e ultimissime, sembra esserci un ulteriore conferma dai vari sondaggi, c'è stato un incremento del sì e tutti i centri di ricerche sono d'accorso su questo così come rimane alto il numero degli indecisi ma anche la vittoria del no per il momento. Diciamo per il momento perchè la distanza diventa un poco minore. Per alcuni tra i 2%-4%, per altri ancora molto meno come Demopolis dove c'è un 50,5 di sì e un 49,5 ovvero un sostanziale pareggio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:27): Le mini pensioni tanto osteggiate dagli esperti e critici non sono così negative nei sondaggi con un 46% nelle ultime notizie e ultimissime che le considera un buon sistema come novità per le pensioni per usire anzitempo e un aito per chi si trova nel limbo senza occupazione e senza pensione. Meno positiva quota 41, ma si dovessero riuscire a creare meno paletti anche essa potrebbe crescere come sondaggi favorevoli 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:27): Per chi si tiene in modo costante sempre informato e sempre attento alle novità per le pensioni potrebbe sorprendere che la novità per le pensioni da molti esperti, esponenti di varie forze e semplici cittadini o autorità, criticate da tutte come nulle o quasi, inutilizzabili stanno facendo risalire nei sondaggi pro referendum Renzi. Ed è così. Con i sondaggisti che spiegano che la vera e unica novità per le pensioni ovvero l'aumento delle inferiori allargato a tutti senza vincoli di parametri familiari porterà circa 2 milioni di voti che potrebebro diventare 3,3 se non quattro milioni se si condeirano amici e familiari, soprattutto quest'ultimi che spesso vivono (male) nelle cosidette famiglie allargate.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:02): Oltre ai 7 miliardi che chiaramente vanno ad altre priorità e per le novità per le pensioni non si trova neppure qualche centiniaio di milione in più c'è il danno oltre la beffa che le stesse novità per le pensioni, o diciamo, l'unica vera sicura con tutti i dettagli è stata portata avanti ovvero per le inferiori, diversi esperti hanno spiegato che arriverà anche a famiglie ricche o per dirlo con più precisione senza nessun bisogno di averli in quanto già senza nessun problema di carattere economico. Questo perchè non si è voluto inserire nessun quoziente familiare o di controllo chiaramente per far in modo che più persone le possano avere per spostare più voti possibili per la vittoria al referendum. E pare ci si stia anche riuscendo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:55): A sorpresa, in modo inaspettato sono stati scoperti 7 miliardi di euro giacenti in vari rigoli che sono stati affidati a Padoan ma che ovviamente non andranno alle novità per le pensioni, che hanno come abbiamo visto un budget sempre più risicato e a rischio di essere ancora più risicato, ma che saranno destinati ad Industria 4.0 il vero perno centrale dell'iter attuale grazie al Ministro della Concorrenza della che proprio lui li ha scoperti o, comunque riportati a galla

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32): E' chiaro che il peggioramento per le novità per le pensioni può arrivare dalle cifre e dei numeri al momento respinti al mittente che non convincono le autorità nè nazionali nè internazionali. E se il crescere di quelle inferiori dalle ultime notizie e ultimissime è intoccabile, possono essere sotratti denaro alle altre in maniera anche semplicie mettento tutti i paletti e non togliendoli come molte forze di varia natura vorrebbero. E già sono novità per le pensioni molto misere nel metodo e nel denaro...

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:49) : Finalmente arrivano anche critiche da autorevoli e importanti esponenti sulle novità per le pensionie sull'intero impianto dell'iter che sta iniziando il lungo percorso. E le prime critiche arrivano dai conti che non soddisfano nessuno e sui csui si basa l'intera struttura. E Padoan li dovrà rivedere. Certo, lo stesso Padoan, bisogna fare attenzione, aveva avuto secondo indscrezioni dei contrasti con Renzi per le novità per le pensioni soprattutto quelle inferiori che non voleva assolutamente inserire. Ora vedremo davvero cosa succedereà. perchè attenzione potrebbe anche peggiorare le novità per le pensioni che già sono quali nulle. Perchè tutte le cifre potrebbe essere riviste al ribasso e il tesoro non vorrebbe fare nulla per le pensioni. E critiche arrivano anche dal responsabile di Banca d'Italia sia in generale, ma anche per quanto riguarda le novità per le pensioni che aveva già detto come molte importanti autorità e associazioni produttive che erano importanti, ma non con quetsi metodi come mini pensioni soprattutto con tassi di interessi e sistemi assicurativi che non poteva essere garanti dagli stess isituti come vorrebbero invece i tecnici della maggioranza e dei dicasteri che se ne stanno occupando. Quindi, c'è anche la possibilità di alcuni novità per le pensioni positive riviste in diversi meccanismi, ma senza grandi aspettative. Quindi tutto è ancora in ballo tra rischi di peggioramenti e qualche miglioramento. 

Da oggi, mercoledì 5 ottobre, mancano solo dieci giorni alla presentazione della versione aggiornata dello strumento programmatico che finalmente in base a numeri, conti e budget reali permetterà di definire le misure che dovranno essere approvate ufficialmente entro la fine dell'anno, novità per le pensioni comprese. Anche se, potremmo dire, che non è ancora detta l'ultima parola. In base, infatti, all’esito delle trattative con la Comunità sulla concessione dell’extra budget, lo strumento di programmazione potrebbe subire ulteriori modifiche perché con il via libera a nuovi soldi è chiaro che si avrebbero anche nuovi margini di intervento sui provvedimenti al vaglio. E tra dieci giorni saranno dunque più chiari anche tutti i dettagli mancanti sulle novità per le pensioni risultato dell’intesa di qualche giorno fa tra maggioranza e forze sociali. Novità per le pensioni apparentemente per tutti, tra mini pensione, quota 41 per i lavoratori precoci e novità per le pensioni per gli usuranti, senza dimenticare gli aumenti delle pensioni inferiori, ma realmente nulle. Mancano infatti chiarimenti precisi sul funzionamento della mini pensione, la quota 41 prevede troppi paletti e per gli usuranti non è stato fatto assolutamente nulla di concreto se non un minimo collegato, però, esclusivamente alla quota 41.

Anzi: manca ancora la lista di definizione delle stesse occupazioni usuranti in cui poter, conseguentemente, inquadrare i relativi lavoratori. Per quanto riguarda gli aumenti dei trattamenti pensionistici inferiori, si parla di una cifra talmente irrisoria, circa 40 euro, che non servirebbe assolutamente a nulla, né a migliorare le condizioni di vita dei pensionati più indigenti né a rilanciare i consumi che, al contrario, potrebbe essere visto con uno spreco di soldi che avrebbero, o potrebbero ancora, essere investiti per provvedimenti magari più vantaggiosi. Insomma, ad oggi la situazione è ancora molto confusa ma dovrebbe risultare tutto più chiaro tra qualche giorno. Le ultime notizie confermano che lo stesso ministro dell’Economia Padoan ha assicurato in questi giorni che a breve saranno resi noti tutti i numeri e tutte le cifre relative e necessarie per l’attuazione di ogni intervento previsto e che non riguarda, ovviamente, solo le novità per le pensioni, ma anche altre misure, che tra l’altro gli stessi tecnici dell’Economia ritengono prioritarie rispetto alle novità per le pensioni, volte a dare nuova spinta e rilancio a imprese, investimenti, ricerca e sviluppo, senza dimenticare il necessario sblocco della contrattazione del pubblico impiego.

E mentre il ministro dell’Economia Padoan assicura conti precisi e in ordine, stando alle ultime e ultimissime notizie, Signorini responsabile di Bankitalia, insieme alla Corte de Conti, ha criticato le cifre generali rese note dall’Italia nel suo strumento di programmazione, chiedendo ulteriori dettagli. Da Federico Signorini e dalla Corte dei Conti sono stati decisamente spenti gli entusiasmi sugli obiettivi economici prospettati dall'Italia, a loro parere troppo ottimistici. Per Signorini, infatti, la maggioranza prevede per il 2017 una crescita del Pil dell’1%, molto più elevata (0,4% in più) e un’inflazione più bassa (0,8 in meno) e se questi obiettivi sono troppo ottimistici, gli effetti della manovra troppo ambiziosi, come confermato dalle ultime notizie. La necessità dovrebbe essere quella di ripartire da una reale revisione della spesa pubblica che permetta di recuperare nuovi soldi ma anche di tagliare le spese inutili e superflue, riducendo così gli sprechi. Tanto dai conti di Padoan quanto dagli inviti di Signorini potrebbero dipendere le reali novità per le pensioni per tutti e per precoci e usuranti che si riusciranno ad approvare entro l’anno, sperando che si ponga particolare attenzione soprattutto a precoci e usuranti, che come spesso ribadito, sono le categorie di lavoratori che sono stati principalmente penalizzati dall’entrata in vigore della attauli regole pensionistiche.

Ciò che sembra abbastanza chiaro alla luce delle ultime notizie è che la situazione economica del nostro Paese deve migliorare per dare la possibilità di attuare interventi importanti. Ma si tratta di una sorta di circolo: se, infatti, l’economia non migliora e il Pil non cresce non è possibile attuare misure particolari e come alcune di quelle che si vorrebbero al momento realizzare perché non vi è un budget necessario; e se non si riescono a mettere in atto provvedimenti importanti, difficilmente la ripresa potrà effettivamente avvenire. La spinta potrebbe arrivare dal’extra budget richiesto alla Comunità che darebbe al nostro Paese, come spiegato, ulteriori margini di intervento ma l’esito di queste trattative è ancora incerto. Non manca, comunque, molto alla risposta finale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il