BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie sabato 8 Ottobre su precoci, usuranti e tutti chiarimenti sorprendenti ulteriori da Nannicini, Poletti

Ultime posizioni di Crocetta e Nannicini su recenti novità pensioni per tutti, precoci e usuranti e rischi e timori di ulteriori iniquità sociali




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:22):Ma queste affermazioni sulle novità per le pensioni non sono assolutamente condivisibili almeno sul primo punto e anche sul secondo c'è molto da obiettare in quanto la stessa Consulta nelle ultime notizie e ultimissime ha detto che una revisione delle novità per le pensioni è consentito per garantire l'equilibrio del sistema, quindi se il denaro recuperato andasse su sistemi per sistemare le novità per le pensioni che si considerano necessarie

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:23): 
Ulteriori chiaraimenti sono arrivati molto più sorpredenti da parte di Poletti che ha dato spiegazioni alle richieste che gli sono pervenute dai cittadini online sulle novità per le pensioni. Anche lui ha confermato che le mini pensioni e quota 41 sono in fase di analisi ancora, ma quello che ha lasciato più sorpresi è il dire che le pensioni più alte delle cariche pubbliche non si possono cancellare così come più ricche per motivi già detti dai tribunali e tecnici. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:33): E proprio quando si diceva che Nannicini è in un momento di silenzio,torna a parlare ma non chiarisce alcun punto al momento e nè quando si farà il confronto con le forze sociali, una delle ultime notizie e ultimissiem sempre più attesa. Si studiamo ancora i meccanismi ma ha detto che i costi saranno assoutamente minori di quelli previsti e saranno fondamentali mi mcanismi per le mini pensioni per disoccupati e cha ha problemi. Non ha parlato di quota 41 nè di altre novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): E' in un momento di silenzio Nannicini, ma come confermano le indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime, un silenzio operoso per i vari contatti nella preperazione dei confronti con le forze sociali, Tesoro, Abi, Covip. E sarà interessante vedere le posizioni che assumerà dopo il parziale dietrofront delle forze sociali, ma nello stesso i margini sempre molto ristretti riguardanti i budget

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:42): In tutto questo nasce una domanda spontanea ma dove si trova il Governo Renzi quando succede queste cose? E le truffe in generale che sono diventate record per le pensioni? E il ruolo delle forze sociali per difendere i diritti di chi ha veramente bisogno. Non c'è il problema come le ultime notizie e ultimissime sottolineano di rilanciare il sistema con novità per le pensioni, ma evitare problemi di quetso tipo che tra l'altro sottraggono fiducia, ma anche concretamente tanti soldi che potrebbero essere riutilizzati proprio per le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:49) Si attendono quanto prima i dettagli per quanto riguarda le decisioni finali sulle nvoità per le pensioni in modo particolare come funzionerà quota 41 e mini pensioni e se ci sarà qualcosa di più autonomo e reale solo per gli usuranti. Occorre capire ancora molti dettagli come si capisce ormai da tutte le ultime notizie e ultimissime e sono dettagli molto importanti anche per non aumetare le discriminazioni con tanti paletti in una guerra "tra poveri". Discriminazioni paradossali a dir poco che arrivano ancora dalla Sicilia denunciate da Crocetta con sistemi per lasciare l'attività anzitempo e oltre 3500 rappresentanti delle forze sociali con un boom di permessi delle legge 104 mai visto. 

Ancora aperto il dibattito sulle novità per le pensioni ad oggi giovedì 6 ottobre quando maggiorasi continua a discutere delle novità per le pensioni rientranti nell’intesa tra maggioranza e opposizione tra mini pensione, quota 41 per i precoci e novità pensioni per gli usuranti. E si tratta di un dibattito che potrebbe arrivare ad una conclusione ufficiale tra qualche giorno, in occasione della prossima riunione tra maggioranza e forze sociali, quando dovranno essere definite le novità per le pensioni ufficiali e che dovranno essere approvate entro la fine dell’anno. E ci si chiede quali saranno davvero le novità per le pensioni che saranno approvate per tutti ma soprattutto per precoci e usuranti. Ma mentre la maggioranza continua a dibattere sulla revisione delle attuali norme pensionistiche per mettere a punto novità per le pensioni valevoli a livello nazionale per tutti, nella regione Sicilia sono ancora in vigore le vecchie regole pensionistiche per circa mille dipendenti della Regione.

Si tratta di lavoratori che hanno lasciato anzitempo la propria attività grazie alla cosiddetta Finanziaria dell’ARS del maggio del 2015 che non ha considerato le attuali norme pensionistiche nella regione. Le vecchie regole pensionistiche che valgono per questi mille lavoratori non riguardano solo i requisiti anagrafici per la pensione finale ma anche quelle per il calcolo della pensione finale che continua ad essere effettuato con calcolo retributivo e non con il metodo contributivo che dal 2012 è stato esteso a tutti. Ma il presidente della Regione Crocetta vorrebbe mettere fine a questi trattamenti di privilegio che non contribuiscono assolutamente a ristabilire quell’equità sociale che la maggioranza persegue e a cui aspira l’Istituto di Previdenza. Crocetta ha ribadito la sua intenzione di rivedere le norme pensionistiche in Sicilia anche in relazione ai trattamenti dei troppo dirigenti di forze sociali nella regione. Crocetta punta alla cancellazioni delle discriminazioni sociali in Sicilia, ma bisognerebbe evitarle anche e soprattutto a livello nazionale come emerso dalle ultime notizie su recente mini pensione e novità per le pensioni di quota 41.

Considerando i limiti e le penalità previste da queste novità per le pensioni che non sarebbero possibili per tutti, ma solo per alcune categorie di lavoratori e persone, è chiaro che dalla loro approvazione deriverebbero ulteriori discriminazioni, tra chi potrà avere la possibilità di lasciare anzitempo la propria attività senza oneri e chi invece dovrà pagare abbastanza per raggiungere un suo diritto. E si tratterebbe di ulteriori discriminazioni che si affiancherebbero a sistemi già in atto e discriminante che permettono, per esempio, ad alcune categorie di persone di lasciare anzitempo la propria occupazione rispetto alla soglia dei 66 anni e sette mesi. Per esempio, i militari possono andare in pensione a 57 anni e 7 mesi di età con 35 anni di contributi o con 40 anni e 7 mesi di contributi indipendentemente dall’età anagrafica; gli invalidi non inferiori all'80% possono andare in pensione a 60 anni e 7 mesi che per le donne diventano 55 anni e 7 mesi; i lavoratori del comparto dello spettacolo possono andare in pensione a 64 anni e 7 mesi di età, che scendono a 61 e 7 mesi per le donne; e dirigenti medici, professori e ricercatori universitari che vanno in pensione a 65 anni.

Discriminazioni che sarebbero evidenti anche, e soprattutto, per i diversi trattamenti economici spettanti ai pensionati tra chi percepisce redditi elevati, come gli alti esponenti istituzionali, e chi arriva a percepire appena 500 euro al mese. Proprio per colmare questo grandissimo gap il presidente dell’Istituto di Previdenza continua a rilanciare su decurtazioni delle pensioni più elevate e piuttosto controversa in tal senso è la posizione del consigliere economico di Palazzo Chigi Nannicini: anche lui d’accordo con questa intenzione, dopo aver spiegato mesi fa che tali decurtazioni avrebbero potuto interessare redditi da 100mila euro, le ultime notizie riferiscono di un passo indietro dello stesso Nannicini. A suo dire, questa misura potrebbe rischiare di vedere tagli anche su persone che non li meritano, e questo sistema anzicchè ristabilire equità sociale contribuirebbe solo ad aumentare il gap attualmente esistente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:33)

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il