BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 DEF aperture importante ma attenzione

Arriva una salutare boccata di ossigeno per l'Italia che offre qualche certezza in più sul versante delle novità per le pensioni.




La maggioranza è al lavoro in vista degli aggiustamenti al Documento di economia e finanza. Troppe le critiche ricevute sulla mancanza di credibilità delle previsioni di crescita contenute da pensare di lasciare tutto com'è. Stando alle ultime notizie non ci saranno cambiamenti nel pacchetto delle novità per le pensioni. In buona sostanza, anche se alcuni punti devono ancora essere chiariti e nonostante questi stessi punti sono in grado di modificare l'impegno di spesa per le casse statali, il budget da 6 miliardi di euro per i prossimi tre anni dovrebbe essere confermato. Naturalmente il condizionale è sempre d'obbligo perché quando si tratta di pensione e di possibili novità e cambiamenti, le sorprese sono sempre dietro l'angolo.

Di positivo c'è un'apertura che arriva dalle ultime notizie. Anzi, una breve frase rivelatrice: "L'Italia se la caverà, con il nostro aiuto". Dalla riunione del Fondo Monetario a Washington, dove oggi è presente anche il responsabile del Tesoro, Pierre Moscovici, responsabile europeo agli Affari economici, tende già la mano alla maggioranza italiana e mostra tutta la sua disponibilità ad accogliere le richieste di Roma. Non solo sull'extra budget dei conti pubblici invocata dall'Italia per terremoto e migranti, ma anche sul futuro del sistema bancario e su altri punti chiave. Si tratta naturalmente di una salutare boccata di ossigeno per l'Italia che offre qualche certezza in più sul versante delle novità per le pensioni.

C'è almeno da credere che non sarà sottratto budget dalle novità per le pensioni per finanziare altri provvedimenti. Moscovici parla "di flessibilità precise, limitate e chiaramente spiegate", ma possibili, per le spese necessarie a far fronte alla crisi dei rifugiati o a un terremoto, come nel caso specifico dell'Italia, "o per un Paese che soffre attacchi terroristici", come nel caso di Belgio e Francia. In questo momento sanzionare sarebbe per l'Europa un fallimento, spiega il commissario, e non farebbe che dare adito ai populismi, anche nel nostro Paese, dove la minaccia esiste e dove vanno quindi sostenuti, politicamente ed economicamente, gli sforzi della maggioranza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il