BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie e prospettive novità posizioni sindacati e Governo Renzi per novità mini pensioni, quota 41

Ecco i principali passaggi ancora da chiarire nella prossima riunione tra maggioranza e forze sociali sulle novità per le pensioni.




Non è stata ancora fissata e comunicata la data ufficiale della prossima riunione tra maggioranza e forze sociali sulle novità per le pensioni, ma il terreno è più aperto di quel che appare. Una delle questioni più calde è quella del budget. La maggioranza ha messo sul piatto 6 miliardi di euro in tre anni con un percorso progressivo: nel 2017 il finanziamento del pacchetto sarà più contenuto per poi crescere con gradualità. Ma non si sono definite le cifre misura per misura. Una dote giudicata insufficiente dalle forze sociali. In particolare, le ultime notizie riferiscono come nella fase attuale di crisi molte più cose e risorse sarebbero state necessarie.

Irrisolta la definizione della platea delle mini pensioni agevolate e delle categorie di lavoratori che potranno accedere a questo strumento. La maggioranza ha proposto il costo zero per i lavoratori in condizioni svantaggiate con una pensione lorda sotto i 1.500 euro ma le forze sociali insistono nel chiedere che il tetto salga almeno a quota 1.650 euro lordi. Anche in questo caso ci sono le ultime notizie a riferire come l'ammontare del reddito ponte agevolato e la platea saranno individuate dopo il confronto con le forze sociali. La partita resta aperta anche sulle tipologie di lavori che danno diritto all'accesso alla pensione con 41 anni di contributi per chi ha iniziato a lavorare sin da giovanissimo e alle mini pensioni agevolate.

Nel primo caso si parla di occupati in alcune attività particolarmente faticose. Categorie che dovranno essere individuate sulla base di tre criteri di massima. Inoltre le forze sociali chiedono anche che si allarghi il bacino di lavori faticosi (pesanti o rischiosi e per la quale la permanenza al lavoro in età più elevata aumenta il rischio di infortunio o malattia professionale) i quali garantire le mini pensioni agevolate. Le mini pensioni non convincono molto le forze sociali sia nella versione aziendale e sia in quella volontaria, a causa dei costi. Sul fronte di chi ha inziato da giovane l'attività, si è ipotizzato un intervento soft, con agevolazioni mirate per gli under 16. Troppo poco per le forze sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il