BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie attes novità quali dal confronto Forze Sociali-Governo Renzi su novità mini pensioni, quota 41, quota 100

Si attende il verdetto finale sulle novità per le pensioni. La selezione dei beneficiari sarà definita nei prossimi giorni.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01):  Uno dei punti fondamenateli per quanto tiguarda le novità per le pensioni relative alle mini pensioni sarà capire il vero costo, gli interessi e la formula assicurativa coem tutte le ultime notizie e ultimissime sottolineano. Ma non solo. Molto importante sarà il reddito, ovvero le face da cui gli oneri scompariranno e su quali invece ci saranno. E su quetsi la forbice dalle ultime notizie e ultimissiem è moltoampia si parla di distanze o, comunque, cifre da collimare tra i mille e  millecinquecento euro.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Non si sa quando ci sarà e se ce ne saranno ulteriori, ma sicuramente si farà perchè è stato detto ufficialmente. Forse a brevissimo, forse si attendo i numeri definitivi, ma l'altra certezza e che sia dal Governo renzi che dalle Forze Sociali si conferma nelle ultime notizie e ultimissime che la preparazione di questo confronto va avanti e in linea generale per sistemare e definire le novità per le pensioni e non solo stanno andando avanti.

Alla prossima riunione sulle novità per le pensioni, maggioranza e forze sociali si presentano con un carico di incertezze ovvero con una serie di problemi da risolvere e tenuti volontariamente in sospeso. Tra i principali c'è quella relativa al costo delle mini pensioni per chi decide di smettere anzitempo su base volontaria ovvero per chi non rientra in una delle categorie protette. Il lavoratore dovrà rimborsare la somma ricevuta in maniera proporzionale ai mesi di congedo prima. Ma, a partire dal pensionamento effettivo, dovrà pagare anche interessi e assicurazione connessi al prestito. Il costo complessivo sarà circa il 5-7% per anno di anticipo, ma il limite è da verificare.

E ancora: la soglia minima di accesso alle mini pensioni deve ancora essere individuata. In pratica, per il lavoratore che voglia ricorrere a questo strumento per smettere anzitempo è necessario far calcolare dall'Istituto nazionale della previdenza sociale la pensione maturata al momento della richiesta. Se l'assegno dovesse essere particolarmente basso, sarebbe basso anche l'importo delle mini pensioni. Per evitare che l'assegno sia troppo basso verrà fissato un limite di accesso, che potrebbe essere pari al trattamento minimo dell'Istituto nazionale della previdenza sociale. Ma anche questo è una dei nodi da sciogliere da maggioranza e forze sociali.

Per le categorie in situazione di maggior bisogno sono previste le mini pensioni in forma facilitata ovvero senza rimborso dell'importo ricevuto. Il requisito di reddito per accedere all'agevolazione non è ancora stato definito. La maggioranza ha ipotizzato di seguire il criterio della Naspi, cioè l'assegno di disoccupazione (1.300 euro lordi al massimo). Ma ipotizza anche una cifra intorno a 1.500 euro lordi, pari a circa 1.200 netti. Su questo terreno è previsto lo scontro più acceso.

C'è poi la proposta della maggioranza che tutela che tutela chi ha iniziato a lavorare da giovane. Manca però un tassello: la definizione delle categorie di lavoratori che svolgono attività faticose. Insieme alle forze sociali ha rinviato l'individuazione della platea, anche se ha fissato un po' di paletti. Tre i criteri di massima: l'attuale normativa sulle attività gravose; l'analisi delle mansioni per le quali si sono rivelati più alti i rischi di stress lavoro correlato; nei limiti della disponibilità dei dati, una verifica degli indici infortunistici e di malattie professionali in funzione del crescere dell'età anagrafica. Si era parlato degli operai dell'edilizia, dei macchinisti e dei conducenti di mezzi pubblici, delle maestre d'infanzia, delle infermiere di sala operatoria.

La platea delle mini pensioni facilitate rischia di aumentare molto se si potrà chiedere anche per il lavoro di cura legato alla presenza di parenti di primo grado conviventi con disabilità grave, quindi anche per genitori disabili. La legge 104 dà già la possibilità di assentarsi dal lavoro tre giorni al mese, ma ne è stato fatto un largo uso soprattutto nel settore pubblico. La maggioranza sta perciò valutando specifici paletti per le mini pensioni gratuite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il