BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 Morando, Moscovici, Juncker

Ultime posizioni Moscovici, Morando, Pittella su trattative comunitarie e situazioni economiche e conseguenza possibili su novità pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01 Da un extra deficit leggemenre migliorato, livello che sembra in questi giorni plausibile dopo le parole del commissario europeo Pierre Moscovici e in vista del voto in Aula tra due giorni Prospetto Strategico, si otterrebbero 13 miliardi di euro aggiuntivo. Il budget per le novità per le pensioni dovrebbe perciò restare invariato come da ultime notizie e ultimissime per almeno due motivi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Passa per forza dal confronto con la Comunità il prospetto strategico dell'iter che sta iniziando e che non è ancora finito proprio perchè mancano le certezze sulle cifre. Alle parole di Juncker che sembrano non scontare nulla si sono sostituite quelle di Juncker, con un Morando che pensa che al questione si riuscirà a ricomporrre dalle ultime ultime notizie e ultimissime. Ma nulla dovrebbe cambiare anche con più soldi per le novità per le pensioni

Le trattative comunitarie continuano e cresce l'attesa per conoscerne l'esito: si parla da tempo, ed è ormai ben noto, quanto possa rivelarsi fondamentale per l'andamento dei provvedimenti che si stanno portando avanti la riposta della Comunità. Si tratta di ultime notizie che potrebbero rivelarsi, infatti, fondamentali per quelle misure che il nostro Paese ha intenzione di inserire nel testo unico, al via del suo iter, da approvare entro la fine dell'anno, e che potrebbero chiaramente interessare anche le novità per le pensioni. Ancora controverse le posizioni interne della Comunità sulla concessione, o meno, dell'extra budget al nostro Paese: si sono susseguite, infatti, per diverso tempo, discussioni e vertici durante i quali i Paesi membri della Comunità si sono dimostrati decisamente a favore della concessione dell'extra budget al nostro Paese, come la Francia, che recentemente, però, sembra aver fatto un passo indietro, e decisamente contraria, come la Germania in fila. Ma dopo settimane di confronti, le ultime notizie iniziano a fare effettivamente ben sperare che trattative per avere ulteriori soldi possano chiudersi positivamente.

Dopo aver fatto sempre capire di essere contrario alla concessione di nuovi soldi al nostro Paese, il commissario comunitario agli Affari Economici, Pierre Moscovici, sembra aver aperto a risposte positive, un’apertura relative alle le spese per l’emergenza migranti e per il terremoto e si tratta di una posizione decisamente importante che quasi certamente apre alla reale possibilità per il nostro Paese di avere soldi in più.

Questa possibilità di tradurrebbe in ulteriori margini di interventi che il nostro Paese potrà mettere a punto, tra cui difficilmente rientreranno le novità per le pensioni, ma quanto meno non subiranno queste ultime ulteriori peggioramenti com’era stato ipotizzato dalle ultime notizie, per cui si continuerà a lavorare su quelle novità per le pensioni recentemente annunciate come mini pensione e quota 41, anche se ancora incomplete e limitate, aumenti delle pensioni base e cumulo gratis di tutti i propri contributi versati in diverse gestioni previdenziali. Dal canto suo, il viceministro dell'Economia Morando ha confermato le ultime notizie sull'impegno dei tecnici per mettere a punto numeri, cifre e interventi che poi il ministro dell'Economia stesso illustrerà ufficialmente, e non ha escluso la possibilità che la maggioranza possa aumentare il rapporto deficit/Pil, ipotizzando un indebitamento al 2%, anche se le ultime e ultimissime notizie riportano la possibilità di un aumento anche al 2,2%.

E’ chiaro che nello strumento di programmazione su cui sono a lavoro i tecnici saranno valutate cifre disponibili da valutare per l’attuazione degli importanti provvedimenti volti a rilanciare la stessa economia italiana. Lo stesso Pittella è tra coloro che sostengono che la comunità ha bisogno di una svolta dal punto di vista delle politiche economiche, basta con quell'austerità che, come riportato dalle ultime notizie di altri commenti di autorevoli personalità, non porta più vantaggi. Se, secondo Pittella, gli obiettivi comunitari sono crescita dell'occupazione e crescita economica è giusto che le rigide politiche vengano 'ammorbidite', il che significherebbe aprire anche aprire alla possibilità di approvazione di quelle novità per le pensioni cui la Comunità ha sempre chiuso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il