BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 strategia Renzi rottamare giovani e e 50enni

Puntare sui più anziani anche con novità per le pensioni certe in vista del voto istituzionale di dicembre: la nuova strategia di Renzi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:45): C'è da dire che si continua a sapere da importanti autorità ed esponenti nelle ultime notizie e ultimissime l'allargamento di chi avrà della base e si sta sempre più andando oltre aumentando chi lo riceverà. Ed è per il momento l'uncia vera novità per le pensioni già predefinita e anzi migliorata . Inoltre non essendoci controlli sui singoli casi famialiari ma per singoli individui (cosa molto sbagliata) la platea continua ad aumentare a sproposito. E non è un caso. Da sondaggi di diverse agenze (da prendere con le pinze) ci si potrebbe attendere uno spostamento di almeno due milioni di voti se non di più come vedremo nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Non sarà la strategia dell'intero percorso di Renzi, ma sicuramente è quella attuale per vincere alle urne. E lo abbiamo spiegato molto bene utilizzando anche alcuni elementi di altri anali che sotto abbiamo riporato. Il ragionamento è semplice e si basa su chi va alle urne e vota con iù facilità il messaggio che viene trasmesso. E sono i pensionati. I giovani non sono così facili da convincere e sono pochi numericamente, lo stesso i 50. E anche per questo che l'unica novità per le pensioni certa al momento è alzare le pensioni inferiori e darle a più persone possibile. E' questa la strategia di Renzi attuale e come tutte le strategie può anche essere sbagliata non considerando la delusione dei giovani ma anche dei 50 anni e qualcosa in più senza pensione. 

La strategia del premier Renzi in vista del voto istituzionale del prossimo 4 dicembre sembra una: puntare sui più anziani e rottamare (termine da lui tanto amato) i giovani. Una filosofia che si traduce in termini pratici in novità per le pensioni e aiuti per chi è già in pensione o per chi ha tra i 57 e i 60 anni piuttosto che per i più giovani che forse ritiene ancora inconsapevoli del significato del voto che dovranno andare ad esprimere. Ciò non significa che nulla è stato fatto per ora, anche se al momento solo apparentemente con mini pensione e quota 41 con diversi paletti. Come riportato dalle ultime notizie, Renzi continua a sostenere che il voto di dicembre non rappresenta un giudizio sul suo operato, di fatto, i fatti dicono altro. E si sta facendo di tutto per riuscire in questo momento a recuperare quanti più consensi e voti possibili. La dimostrazione di questa nuova strategia del premier è il primo spot ufficiale per il voto istituzionale, immagini dove predominano le figure di anziani intenti nelle loro abitudini quotidiane. Uno spot che si apre con una giovane mamma con un passeggino, che potrebbe rappresentare il cambiamento e il futuro ma che prosegue esclusivamente puntando sugli anziani.

Promo e strategia di Renzi, come si nota dall’analisi della giornalista Flavia Perina, sembrano essere stati ben studiati sulla base di numeri e cifre: stando alle ultime notizie, infatti, in Italia gli under 35 su cui si può contare per il voto di dicembre rappresentano una percentuale compresa tra i 20 e il 30%, percentuale che si alza notevolmente, arrivando al 45%, se si considerano le persone di età compresa tra i 57 e i 75 anni. E allora è abbastanza il chiaro il motivo per cui Renzi punti a conquistare questa platea e proprio in virtù di questo tra le novità per le pensioni come mini pensione e quota 41, che sono al momento ancora incomplete e che non sembrano preannunciare alcun vantaggio, ha aumentato le pensioni inferiori. Si tratta di aumenti tanto irrisori quanto riguardanti ben 1,2 milioni di pensionati che aggiunti ai 2 milioni che già godono di aumenti permette di arrivare ad un bacino di ben oltre tre milioni di voti.

Si tratta tuttavia di una strategia che potrebbe rivelarsi un boomerang per il problema delle pensioni, ma quelli che lo sono già tra i 57 e i 60 anni sono già molti e votano, come ipotizzato dalla Perina, senza porsi troppe domande. La vittoria del voto istituzionale si vorrebbe ottenere, infatti, con gli aumenti delle pensioni base e non facendo nulla, invece, per novità per le pensioni che potrebbero rivelarsi più significative, come il ricalcolo delle pensioni più elevate che rappresenterebbero un intervento ben più profondo per sistemare il sistema previdenziale italiano.  

Ma come confermano le ultime notizie l'unica novità per le pensioni al momento più dettagliata e per cui sono stati stanziati più soldi, ben 1,5 miliardi di euro, è proprio l’aumento delle pensioni base e non solo. Il voto istituzionale, dal canto suo, sembra essere visto al momento come un grave problema perchè ha bloccato tutti gli altri provvedimenti che si stavano portando avanti, alcuni dei quali particolarmente importanti, come il ddl sulla Concorrenza e le novità della legge penale, quella sul conflitto di interessi, le norme del nuovo Codice della strada, la revisione del codice civile, il provvedimento sulla liberalizzazione della cannabis, per citarne alcuni. E si tratta di provvedimenti che, come riferiscono alcune fonti interne della stessa maggioranza, dovrebbero essere portati avanti perché non va bene che vengano bloccati a favore unicamente del voto istituzionale che appare ancora piuttosto incerto. Si tratta di una ennesima situazione paradossale in quanto proprio per recuperare consensi ed elettori, l’avvicinarsi del voto istituzionale avrebbe dovuto rappresentare la possibilità da parte della maggioranza di dimostrare a tutti i cittadini di essere attivi non solo per novità per le pensioni positive per tutti ma anche per altri provvedimenti importanti che, invece, sono stati del tutto bloccati. Ci si chiede ora, dunque, se questa strategia riuscirà davvero a portare i risultati sperati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il