BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mercoledì per tutti, precoci, usuranti su DEF odierno, confronto forze sociali, CDM da cecchini, Renzi

Forze sociali e gruppi online pronti a sostenere usuranti e precoci insieme a novità pensioni per tutti: prossime iniziative e posizioni Tomaselli e Cecchin




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore  10:22): I numeri, però, per quanto riguarda le novità per le pensioni rimangono più o meno invariati, rientra nel capitolo sociale, e possono variare di qualche continiaio di milioni e poco più ma che nond orvebbero andare direttamente sulle novità per le pensioni come confermato da ultime notizie e ultimissime. Sono stati già stati dichiarati ieri sera e stamane verranno ufficializzati.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore  9:08): 
Ora lo rinvia nuovamente e staremo a vedere cosa succederà a questa punto, perchè sarebbe la prima volta. Iniziano ad essere interessanti i numeri che iniziano a circolare sui vari argomenti come prese le novità per le pensioni che potrebbero essere leggermente diversi delle ultime notizie e ultimissime, ma tutto deve essere confermato.


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore  8:44): Nel voto ufficiale odierno sul DEF ci sono delle annotazioni sulle cifre anche per quanto riguarda le novità per le pensioni che sono giunte ieri sera, dove però non si è concluso nessun accordo riimane la distanza di previsioni di uno 0,2% circa tra il Dicastero dell'Economia e l'Ufficio Controlli del Parlamento che già una volta aveva rinviato il tutto. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:27): E domani dovrebbe finalmente andare avanti l'atto prospettico finale e e ufficiale con tutti i dati numerici che è stato riscritto numerose volte più del solito ed è ancora incerto su quello che permettere di agire la Comunità che si deciderà proprio davvero alla fine come da ultime notizie e ultimissime. Importante perchè si potrà vedere quanto sarà il totale e come sarà diviso per capire le priorità e cosa verrà dato realmente alle novità per le pensioni. Difficile che ci già uno split sulle singole novità per le pensioni ma sull'argomento in generale sì.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:03): E', invece, terminata con un ulteriore nulla di fatto l'Assemblea della Maggioranza dove si dovevano scogliere importanti questioni non dirette sulle novità per le pensioni, ma che, comunque, avrranno o avrebbero poutto avere importanti impatti sull'argomento. E prima di tutto c'è stato un netto avanzare del no al voto con molti che sono pronti ad andare fuori. E il No potrebbe, per molti, come confermano le ultime notizie e ultimissime che lo racconantano, essere un importante punto di sv0lta per le novità per le pensioni, ma non c'è solo questo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:32): Quello che appare strano è che il confonto tra le forze sociali non sia ancora avvenuto, ma già si parla dei contenuti delle novità per le pensioni in modo particolare per le mini pensioni con numerosi dettagli che mancavano come gli oneri soprattutto. Ne mancano altri, è vero, ma già circolano dei documenti ufficiali. Cosa significa? Il confronto sarà solo un mero confronto privo di significato?

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32): Il vero problema delle petizioni è che possono dventare norme di iniziaitiva popolare solo se giudicare consone dall'ufficio prepeposto a Roma ese avviene, cosa che avviene anche, come testimoniano le ultime notizie e ultimissime, per iniziare un iter nelle Aule i tempi sono lugnhissimi coem è già avvenute per diverse per le novità per le pensioni. Ma è giusto farle e aderire per aumentare la pressione e tenere viva l'attenzione sulle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32): Finalmente lo sciopero generale , tante volte detto, ci sarà il 21 ottobre e sarà concentrato sulle mancante novità per le pensioni come ha spiegato Fabrizio Tomaselli che ha ricordato come sia le mini pensioni che quota 41 sono assolutamente inutili e saranno un flop e  ha inviato le altre foze sociali ad aderire perchè ora, pur aspettando nuovi confronti con la maggioranza, hanno perlemeno anche'esse protato avanti numerose perplessità nelle ultime ultime notizie e ultimissime. E continuanoa anche le iniziative dei Gruppi Online con il nuovo di Luciano Cecchin che ha lanciato anche una petizione. Ma ci sono più petizioni, per esempio, quella ancora più forte di Marco Bonolli dal titolo Diamo la possibilità, agli ultra55enni che lo desiderano, di ritirare i contributi previdenziali versati ad INPS e/o a casse previdenziali private (professionisti e lav. autonomi) nel corso della propria vita lavorativa, rinunciando alla "futura" pensione (link più avanti)

Forze sociali e gruppi online pronti a rilanciare con ogni mezzo la necessità e l’urgenza di novità per le pensioni per tutti, ma soprattutto per usuranti e precoci e con l’avvio di questa nuova settimana, si attende da oggi, lunedì 10 ottobre, la comunicazione ufficiale della nuova riunione che si terrà tra forze sociali e tecnici della maggioranza per fornire ulteriori dettagli e chiarimenti sul funzionamento delle novità per le pensioni già annunciate ma ancora incomplete, da mini pensione a quota 41 per i precoci a misure ad hoc per gli usuranti, per cui al momento non è stato fatto nulla di concreto. L’Unione Sindacale di Base ha intanto annunciato per il prossimo 21 ottobre una nuova giornata di astensione dal lavoro contro le novità per le pensioni che la maggioranza sta portando avanti insieme alle altre forze sociali. Secondo Fabrizio Tomaselli, dell'Esecutivo nazionale dell’Unione sindacale di base, la mini pensione rappresenta una ‘presa in giro’ nei confronti di lavoratori e pensionandi, perché non rappresenta una reale novità per le pensioni ma sembra configurarsi più come una misura assistenziale.

Inoltre, le ultime notizie sugli interessi da restituire agli istituti di credito, le cui entità devono tra l’altro ancora essere stabilite e comunicate, e delle assicurazioni a carico del pensionato che decide di lasciare anzitempo la propria attività chiedendo la mini pensione rischia di diventare, secondo Tomaselli,  un meccanismo di privilegio per gli stessi istituti di credito e le assicurazioni. E la nuova astensione indetta per il 21 ottobre è stata organizzata anche per protestare contro questo sistema di rimborso. Non si tratta tuttavia delle uniche modifiche richieste alle attuali norme previdenziali richieste: per andare oltre le novità per le pensioni di quota 100 o quota 41, è stata lanciata una nuova petizione per l’abolizione totale dell’età pensionabile  legata all’aspettativa di vita. Secondo le attuali norme pensionistiche, dal primo gennaio 2019 l’età pensionabile, attualmente fissata 66 anni e sette mesi, dovrebbe ulteriormente salire in virtù, appunto, dell’adeguamento alla speranza di vita, rispettando il principio che essendosi allunga la vita si può anche continuare a lavorare di più.

Il problema è che, secondo le ultime notizie Istat, l’aspettativa di vita sarebbe diminuita quest’anno, motivo per il quale non dovrebbe esserci un nuovo adeguamento all’insù dell’età pensionabile. Rivedendo questo meccanismo, che tra l’altro è stato quello che ha creato numerosi problemi. Per dare rilievo e importanza a questa petizione che potrebbe decisamente cambiare le cose per le pensioni, Luciano Cecchin ha fondato un nuovo gruppo (in appena una settimana ha registrato due mila aderenti ) Aboliamo aspettativa di vita per diritto alla pensione, invitando quante più persone possibili ad apporre le loro firme e per aderirvi basta collegarsi sul seguente link, dove si potrà firmare la petizione.

Ma le iniziative contro le recenti novità per le pensioni non finiscono qui, perchà dopo la giornata di astensione dal lavoro proclamata dall’Unione sindacale di base, è stata organizzata, sempre dai gruppi online, anche una nuova manifestazione il prossimo 22 ottobre a Bologna. L’auspicio è che si tratti di iniziative che riescano a far davvero capire come sia importante investire il budget disponibile in novità per le pensioni che siano comunque positive, altrimenti portando avanti provvedimenti che si preannunciano già come fallimentari, si rischia solo l’ennesimo spreco di soldi che avrebbero potuto essere investiti in modo migliore. Il nodo da sciogliere, dunque, per l’attuazione delle novità per le pensioni resta quello del budget e a giorni avremo conferme anche in merito ai numeri precisi, vista la presentazione entro il fine settimana della versione aggiornata dello strumento di programmazione.

LINK PER ALTRA PETIZIONE:
Diamo la possibilità, agli ultra55enni che lo desiderano, di ritirare i contributi previdenziali versati ad INPS e/o a casse previdenziali private (professionisti e lav. autonomi) nel corso della propria vita lavorativa, rinunciando alla "futura" pensione cliccando qui.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il