BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie giunte novità contributivo donna opzione donna da Comitato Online, Montecitorio, DEF e Simonetti atteso

Sempre più pressioni per approvazione proroga del contributivo donna e ancora dubbi da chiarire: numeri e cifre ufficiali in arrivo




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:57): E' confermato che nelle novità per le le pensioni donna, opzione donna di oggi del DEF nei calcoli totali non vi è il contributivo donna, seppur questo era stato inserito nel bilancio. Nulla di male, comunque, perchè i fondi sono stati già destinati e dovrebbero arrivare in un secondo momento all'apertura del contatore. Certo, ci si poteva attendere qualcche sottolineatura quando si è parlato delle cifre per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:33): E oggi ci sarà la terza audizione per il DEF, dopo la prima diciamo rimandata e qualla di ieri sera che, però, potrebbe non essere ancora stata definitiva. Nei conteggi per le novità per le pensioni si parla di 3,1 miliardi, ma non sarebbero considerati opzione donna e contributiva donna almeno per oggi. Novità si potrebbero avere venerdì con riunione sindicati ma soprattutto testo unico in CDM che potrebbe arrivare anche sabato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:33): E domani, se è difficile l'apertura del contatore, almeno ci dovrebbe essere l'atteso prospetto stretegico con cui capire se verranno già inserite dei budget non solo in generale per le novità per le pensioni, ma anche per l'opzione donna come si sollecita dalle tante ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:33):  Il primo momento deve essere l'apertura del contatore, il secondo quello della decisione dell'inserimento nell'iter attuale e il terzo deciderà le regole che saranno applicate e la proroga vera e propria. Anche perchè non c'è certezza neppure s ele regole saranno uguali a quelle dllanno scorso.Ma tutto deve avvenire velocemente anche se si dovrà aspettare la fine dell'itero iter di bilancio in quanto è stato così inserito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:40): Arrivano da più fonti, ed è molto importante che siano diverse, ultime notizie e ultimissime positive per il contributivo donna-opzione donna una delle novità per le pensioni che dovrebbe passare senza problemia, ma in questi contesti, mai dire mai ed è assolutamente giusto l'operato fatto,, ad esempio dal comitato Online Opzione Donna, che sta anche innescando tutta una serie di altre iniziative.

E’ sempre più forte la pressione da parte dei Comitati pensioni online e da parte del gruppo ristretto per le pensioni a Montecitorio sulla richiesta di proroga ufficiale del contributivo donna e a giorni ormai saranno resi noti gli esiti del cosiddetto contatore da cui si capirà quanti soldi sono effettivamente rimasti da quel tesoretto di 2,5 miliardi di euro stanziato lo scorso anno per la proroga del contributivo donna a tutto quest’anno. Il contributivo donna, come ormai ben noto, permette alle lavoratrici statali, private e autonome di andare in pensione prima, a 57 anni e 3 mesi di età per le statali, a 58 anni e 3 mesi per private e autonome, con almeno 35 anni di contributi. Una volta maturati i requisiti richiesti bisogna sommare i 12 mesi della cosiddetta finestra mobile nel caso delle statali, che diventano 18 mesi nel caso di lavoratrici private e autonome.

Questo meccanismo che prevede l'erogazione dell’assegno pensionistico dopo 12 mesi dalla maturazione dei requisiti richiesti per le dipendenti e 18 mesi per le autonome. Le lavoratrici che scelgono il contributivo donna devono altresì accettare di percepire una pensione finale ridotta, perché il trattamento pensionistico finale sarà interamente calcolato con metodo contributivo che decurta la pensione del ben 30% circa rispetto all’importo che si sarebbe percepito con il calcolo della pensione con metodo retributivo. Da numeri e previsioni messe a punto l’anno scorso, i soldi stanziati per il contributivo donna erano 160 milioni di euro per il 2016 per 22.900 donne stimate; 405 milioni di euro per il 2017 per 32.100 domande; 702 milioni di euro per il 2018 per 33.600 domande ma, stando alle ultime notizie, al 30 settembre 2016 le lavoratrici che hanno aderito al contributivo donna sono state meno di 10.000, numero inferiore alla stima prevista, il che lascia prevedere che i soldi avanzati siano chiaramente tanti e che la stessa tendenza dovrebbe registrarsi anche per i successivi anni stimati. In termini pratici questo significherebbe avere effettivamente i soldi a disposizione per la proroga del contributivo donna al 2018.

In questi giorni i numeri certi e precisi e nel frattempo la pressione cresce e anche Roberto Simonetti della Lega continua a chiedere alla maggioranza chiarimenti sul contatore per il rinvio del contributivo donna ma soprattutto maggiori informazioni sul futuro delle nate dell’ultimo trimestre. Lo scorso testo unico, infatti, ha creato, secondo Simonetti, una disparità di trattamento per le nate nel 1957-1958, escludendo dalla possibilità di andare in pensione prima le nate nell'ultimo trimestre, a causa dell'aumento di 3 mesi dell'aspettativa di vita scattati dal primo gennaio 2013. Con gli esiti del contatore, per queste lavoratrici potrebbero aprirsi nuove speranza di lasciare anzitempo la propria attività per cui a giorni si saprà se tale contributivo donna sarà valido anche per loro e coloro che maturano i requisiti entro la fine del 2018.

Dalla parte di un rinvio del contributivo donna e sempre più schierato per la proroga al 2018 per tutte le donne lavoratrici l'onorevole Davide Baruffi della maggioranza. E basta scorrere commenti e richieste sui social network per capire la netta e ferma posizione dei comitati online: sul gruppo Opzione Donna proroga al 2018, insieme a rassicurazioni fornite da parte di esponenti di spicco del gruppo che hanno incontrato delegazioni della maggioranza, assicurando che qualcosa certamente si farà per il rinvio del contributivo, si leggono anche commenti negativi, tra chi continua ad esprimere dubbi sul continuo ritardi della maggioranza nel dare risposte certe, chi ancora non ha ben capito il meccanismo di pensionamento del contributivo donna con contestuale erogazione della pensione finale, chi si lamenta del fatto che la maggioranza continua a non rendersi conto dei suoi errori, e chi dice di non farcela più perchè costretto a seguire, volta per volta, tutti i cambiamenti che la maggioranza continua a fare sulle pensioni, senza mai arrivare ad una soluzione certa per tutti e strutturale.

Anche il nuovo rinvio del contributivo donna sarebbe l'ennesima misura tampone, quando, forse, si potrebbe pensare a novità per le pensioni strutturali per le donne che, come spesso ribadito e richiesto, vorrebbero che alla loro carriera lavorativa e professionale si considerasse anche che si tratta di persone che si prendono cura di casa, famiglia, eventuali parenti disabili. Questi sono i motivi che stanno spingendo gruppi online gruppo ristretto per le pensioni a chiedere risposte nel più breve tempo possibile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il