BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 Lorenzin, Simonetti, Baruffi

Le ultime posizioni di Lorenzin, Baruffi, Simonetti su novità per le pensioni, priorità da attuare e proroga del contributivo donna




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Succede adesso che tutti i dicasteri cercano di portare acqua al proprio mulino, anche se il budget per finanziare le novità per le pensioni, pari a 6 miliardi di euro in 3 anni, dovrebbe rimanere invariato. Stando alle ultime ultimissime notizie, per le aziende, ad esempio, oltre quello deciso si sarebbe pronti a concedere prima il fondo di garanzia di quasi un miliardo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Se da una parte vi sono validi esponenti che continuano a portare avanti le proprie posizioni per le novità per le pensioni soprattutto in questo periodo come confermano le ultime notizie e ultimissime, sono proprio le stesse, che come è tipico di quando inizia quest iter, tetsimoniano un vere e proprio assalto per cercare di portare delle conquiste per i propri obiettivi. E non è detto affatto ch siano sbagliati, anzi...ma ci vorrebbe una maggiore rigidità nel cercare di seguire di scegliere e seguire le priorità

Puntare alla ripresa economica attraverso nuova spinta agli investimenti e misure per le imprese, come il piano Industria 4.0, in questi ultimi giorni presentato dal ministro dello Sviluppo Economico, e nuovi incentivi alle famiglia non solo indigenti e povere ma anche per tutte quelle che vivono in condizioni di difficoltà economica. Tra i principali obiettivi anche il rilancio dell’occupazione giovanile che, come abbiamo più volte spiegato, non potrebbe prescindere dalla realizzazione di novità per le pensioni che consentano a chiunque lo volesse di lasciare anzitempo la propria occupazione, il problema è per l’attuazione di novità per le pensioni importanti e strutturali servirebbero soldi che non ci sono e che se anche si trovano vengono comunque sempre utilizzati in altri provvedimenti.Per la quota 100, che viene considerata la migliore soluzione pensionistica, servirebbero tra i 7 e i 10 miliardi di euro, mentre per la quota 41 tra i 4 e i 5. E' un budget effettivamente esagerato per le disponiblità attuali ma ciò non toglie che nel momento in cui eventuli nuovi soldi non vengono mai usati o messi da parte per migliramenti per le novità per le pensioni. E le ultime notizie ne sono un'ennesima conferma: tra le ultime e ultimissime notizie, infatti, quella di un nuovo incentivo alle famiglie con almeno due figli che vivono in condizioni economiche difficili, il cui accesso sarebbe legato all'Isee, l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

Per il primo anno, le risorse per l’erogazione di questo incentivo dovrebbero essere, stando alle ultime notizie, di almeno 400 milioni, mentre resta da definire la soglia di reddito entro il quale questo aiuto si potrà richiedere. Tra i promotori di questa novità anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che, potremmo dire, sarebbe dalla parte di coloro che al momento non ritengono prioritarie le novità per le pensioni, avendo pensato di investire ulteriori eventuali soldi più che nel miglioramenti di quella mini pensione e di quella quota 41 come attualmente presentate in provvedimenti a sostegno dei più bisognosi.

Forse, praticamente, a parer suo e di quanto puntano a realizzare misure che possano far credere ai cittadini che si sta effettivamente facendo qualcosa di concreto per loro in vista del voto costituzionale del 4 dicembre, si tratterebbe di un intervento che farebbe tirare un sospiro di sollievo a diverse famiglie. Tutto, però, starà a vedere se si tratterà di un incentivo tale da essere chiamato così o se si tratterà di un aiuto minimo, così come l’irrisorio aumento delle pensioni base annunciato: appena 40 euro. Sul tema pensioni, l'onorevole Baruffi del Pd si è mostrato piuttosto perplesso sul fatto che siano state messe a punto (o per le meno così si dice) novità per le pensioni per chi ha iniziato a lavorare giovanissimo, cioè a 14, 15 anni, ma è anche tra coloro che spinge per l’approvazione della proroga del contributivo. Ma non solo: interessante la sua posizione su mini pensione e quota 41, per cui invita maggioranza e forze sociali a definire al più presto dettagli sul funzionamento di queste novità per le pensioni:; ma anche sulla richiesta di blocco dell'aliquota contributiva per i lavoratori autonomi.

Baruffi insiste anche, secondo le ultime notizie, tra le misure da inserire nel nuovo testo unico, sulla riduzione delle imposte sul lavoro; investimenti e misure per sostenere le famiglie che si ritrovano a vivere in condizioni di grosse difficoltà economiche, sblocco della contrattazione pubblica per cui servirebbero però più soldi di quelli stanziati al momento dalla maggioranza. Pronto a rilanciare sulla richiesta di rinvio del contributivo donna fino al 2018 anche Roberto Simonetti della Lega. Contrario alla mini pensione, che ritiene inefficace a fronte di novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41, Simonetti, secondo le ultime e ultimissime notizie, prenderà parte dalla manifestazione del prossimo 22 ottobre a Bologna organizzata dal Gruppo Diritti Negati Lavoratori Precoci Esodati di Paolo Carasi e Brigida Cristina Ardito, tra le amministratrici del gruppo online Giovani, Lavoro, Pensione ex Lavoratori, precoci ed esodati.

Roberto Simonetti è tra coloro che ritengono che la proroga del contributivo donna possa essere rinviata al 2018 perché certamente le risorse ci saranno, cercando di far chiarire la posizione delle nate dell’ultimo trimestre del ’57-’58 che, a causa dell’aumento dell’aspettativa di vita scattato il primo gennaio 2013, sono state escluse da questa possibilità di prepensionamento per le donne. Si attende, infatti, di sapere quale sarà l’esito della richiesta di proroga de contributivo donna e se interesserà anche le nate dell’ultimo trimestre o coloro che maturano i requisiti necessari nello stesso 2018.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il