BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie venerdý 14 Ottobre tutti, usuranti, precoci al via riunione Forze Sociali indiscrezioni da Nanicini,Padoan

Attese novitÓ oggi dal progetto strategico per il testo unico che inizia il suo iter: conferme e ulteriori dettagli novitÓ per le pensioni per tutti e precoci e usuranti




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 7:01):  Inzierà tra meno di un'ora la riunione tra le forze sociali e la maggioranza con Nanicini e tutti i tecnici, ma con l'ultima parola, quasi a vegliare o servegliare di nascosto Padoan sempre molto guardingo sulle novità per le pensioni. Vedremo se ci saranno decisioni o sarà tutto rinviato ancora come le ultime notizie e ultimissime si dividono a pronosticare.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:32): Oltre alle indiscrezioni che abbiamo riportato sotto ve ne sono sotto di segno completamente opposto che domani non si deciderà nulla nella riunione tra Governo-Forze Sociali domani venerdì, ma vi sarà alcuni tasselli spiegati sulle novità per le mini pensioni condivisi da entrambi i tecnici mentre i famosi elenchi e chi potrà entrare senza oneri sarà rimandato durante l'iter parlamentare perchè non ancora scelti. Ci sarà, dunque, un rinvio ma non definitivo per queste indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:50): Sconfitta molto pesante, seppur non definita quella delle donne e della richiesta di continuo del contributivo femminile. E' stata appena confermata anche in questo caso non dalle ultime notizie ma dalle ultimissime notizie appena giunte che la verifica del denaro è stata fatta e si attende solo la firma del Minsitero del Tesoro per spedirla a Montecitorio e Palazzo Madama. Ma nella stessa lettera si legge che i soldi saranno utilizzati sono per la fine della sperimentazione e non per il continuo. Grande rabbia del Gruppo Opzione Donna, ma soprattutto ancora una volta, secondo alcune illustri esponenti, una scelta contraria alle novità per le pensioni di Padoan che avrebbe scelto di finire la prova e il denaro che rimarebbe di usarlo per altro. Nulla è deciso, ma al momento è un duro colpo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Sono giunti nuovi dettagli importanti, appena arrivati nelle ultime notizie e ultimissime, sulle novità per le pensioni. Per quanto riguarda le mini pensioni si inizierà dalla primavera prossima ad esaurimento e con un tetto massimo di interessi che saranno di fatto dimezzati da quelli reali, dunque, aggirandosi intorno al 5 per cento realmente anche se si dovranno aggiungere gli oneri dell'assicurazione che saranno alti. certo, però, sembra che il fantomatico 20%-25% sia davvero lontano come si era detto. Per le categorie senza oneri sia per le mini pensioni che per quota 41 si continua a cercare la quadra nella speranza di non dover rimandare tutto. Una posisbilità è che le stesse categorie attuali vengano considerate per poi studiare le ulteriori. 
Ci sono anche molteplice dubbi, ma li vedremo. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:23): E tra l'altro i 200-300 milioni che ballano potrebbero essere messi per coprire varie ed eventuali e, quindi, in nessuno degli argomenti che abbiamo visto dove, comunque, c'è un altro buco importante e molto evidente rispetto alle ultime notizie e ultimissime. Ci riferiamo al miliardo che addirittura si diceva un miliardo e mezzo solo dieci giorni fa per il Fondo Indigenza. Quel Fondo che in una decade dovrebbe diventare la base dell'assegno universale. E già dopo 12 mesi si salta quello che dovea essere immesso annualmente e nel frattempo la norma che dovrebbe permettere di gestirlo al meglio è pure bloccato. Ulteriore paradosso ed errore, di una iniziativa iniziata positiva e che dopo neanche i suoi primi due passi è già bloccata.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:52): Interessante sarebbe che queste cifre, seppur davvero irrisorie ma pur sempre esistenti e da non buttare via soprattutto ora, fossero utilizzate per le novità per le pensioni come mini pensioni o quota 41. Tutto questo, però in qualche modo, fa a pugni con le ultime notizie e ultimissime che arrivano di regole per determinare i metodi appena sopra citati molto restrittivi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32): Detti che questi sono i numeri ufficiali, l'ufficio di Controllo ha rispedito al mittente ancora una volta tale prospetto e ha chiesto ennesimi nuovi chiarimenti. Ma per la prima volta la maggioranza ha deciso che si andrà avanti su questa strada e che non ci sarà nessun tentativo di convergenza a tutti i costi come confermano le ultime notizie e ultimissime. Da sottolineare come sarà interessante vedere se i 200-300 milioni sarà utilizzati per le novità per le pensioni e quali di esse.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:46): Sono defniiti ufficialmennte i numeri per le novità per le pensioni nel prospetto strategico dell'iter avviato e sono di 3,1 miliardi. Il problema è che al momento come confermano le ultime notizie e ultimissime non sono ancora divisi, ma già avere una cifra è già qualcosa anche se potrà di nuovo cambiare come vedremmo ma nel totale generale e non per le novità per le pensioni almeno salvo clamorose sorprese. Per quanto riguarda le novità per le pensioni dovrebbe essere divise così fatto 3,1 miliardi il totale

- rinnovo contratti dipendenti pubblici 900 milioni di euro (perchè è stato detto chiaramente che ne fa parte di quetsa voce)
- pensioni novità mini pensioni 500-600 milioni di euro
- pensioni novità quota 41 200 milioni di euro
- pensioni novità aumento base 1,1 milioni di euro.
- pensioni novità cumulo 100 milioni

A questi numeri per arrivare al totale mancano, calcolando la forbice di alcuni, tra i 200-300 milioni. E sarebbe molto impportatnti metterli su quota 41, ma vi sonod elle nuoe restrizioni in arrivo ed è quindi difficilic he vengano lì collocati.

Ci si prepara nella giornata odierna, mercoledì 12 ottobre, a scoprire numeri, cifre e misure che saranno riportate nel nuovo progetto strategico per la definizione del testo unico che sta iniziando il suo iter e che sarò fondamentale per capire cosa si riuscirà realmente fare per le novità per le pensioni per tutti, con particolare attenzione a precoci e usuranti. Si tratta di un percorso che durerà due mesi, con il progetto strategico che potrebbe essere ulteriormente rivisto nel caso in cui le trattative comunitarie per la concessione dell’extra deficit si concludessero in maniera positiva. Avendo, infatti, più soldi a disposizione, la maggioranza potrebbe rimettere mano su alcuni provvedimenti con ulteriori margini di intervento. Ma stando alle ultime notizie sarà piuttosto difficile che tra queste eventuali revisioni possano rientrare anche le novità per le pensioni. Probabilmente, dunque, non cambierà nulla per le novità per le pensioni rispetto a quanto finora messo a punto tra mini pensione, quota 41 per i precoci e usuranti collegati alla stessa quota 41, aumento delle pensioni base, cumulo gratuito di tutti i propri contributi previdenziali. Ma con la concessione dell’extra budget dalla Comunità quanto meno le pensioni non rischierebbero di subire ulteriori peggioramenti.

Si attendono, però, ulteriori dettagli su queste stesse novità per le pensioni, ancora incomplete, e conferme in tal senso sono state date anche dal ministro dell’Economia Padoan che si occuperà di spiegare numeri e cifre dello strumento di programmazione. Ad oggi le ultime notizie su eventuali nuovi chiarimenti relativi alla mini pensione riguardano solo l’entità eventuale degli interessi che dovrebbero essere corrisposti, appunto, sulla mini pensione, che dovrebbero oscillare tra i 3 e il 4% ed essere a carico dello Stato nel caso in cui la persona che sceglie la min pensione rientra tra la categoria degli svantaggiati, ancora da definire nel dettaglio però, e a carico dello stesso pensionati nel caso di lavoratori che percepiscono redditi alti. E si attende anche la precisa definizione delle soglie di reddito al di sotto delle quali la mini pensione non dovrebbe prevedere alcun onere. Di certo si sa, come spiegato dal ministro Padoan, che per le novità per le pensioni sono stati stanziati 6 miliardi di euro per tre anni ma bisogna capire come questo budget complessivo verrà suddiviso per ogni anno.

Padoan ha anche confermatola crescita dell’1% per il 2017, fortemente contrastata dall'opposizione che ha sottolineato una netta divergenza tra questa previsione e quella fatta dalla stessa maggioranza. E per questo Stefano Fassina, di Sinistra Italiana, ha parlato di numeri non corretti, affiancato nella sua critica dal capogruppo di Forza Italia a Montecitorio che ha accusato Padoan di non aver rispettato l'impegno a non rivedere i conti dello strumento di programmazione. Padoan, però, dal canto suo, ha precisato che si tratta di numeri risultati di attente valutazioni e che di certo non si basano su fantasie. Padoan ritiene che alla luce delle ultime notizie su un budget ristretto bisogna definire le misure e i provvedimenti da portare avanti senza sprecare risorse. Ma al momento sembra che con alcuni provvedimenti si corra proprio questo rischio.

Si tratta di ben 90 miliardi di euro complessivi stanziati per progetti che sulla carta sarebbero davvero importanti ma che, in alcuni casi, devono ancora essere messi nero su bianco, come la realizzazione del progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, o grandi lavori come l'Alta Velocità, soprattutto al Sud; il terzo valico della Milano-Genova; tunnel del Brennero; tunnel del Frejus della Torino-Lione; sviluppo della banda ultralarga, e tanti altri ancora, mentre per il nuovo testo unico si parla di 13 miliardi di euro per il piano Industria 4.0; 400 milioni di euro per il nuovo incentivo famiglie; congelamento dell'aumento dell'Iva, per un costo di 15 miliardi di euro; e ancora soldi per lo sblocco dei contratti del pubblico impiego; proroga degli incentivi per i lavori di riqualificazione energetica per tutto il 2017; e novità per le pensioni. Si tratta del capitolo che interessa maggiormente e per cui si chiede quali ulteriori definizioni arriveranno nei prossimi giorni soprattutto in riferimento a categorie di lavoratori come precoci e usuranti che sono le persone maggiormente penalizzate e ‘risultato’ di un errore delle attuali norme pensionistiche e che meritano tutele e nuove salvaguardie.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il