BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Ape ufficiale dopo riunione Sindacati-Governo Renzi. Calcolo, quanto si paga, per chi,gratis,quando inizio

Sono ancora tante le domande sulle novità per le pensioni senza riposte. Si tratta su budget ed elenchi.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:22: Appuntamento al primo maggio del prossimo anno per l'avvio della sperimentazione biennale delle mini pensioni. La conferme delle indiscrezioni trapelate dalle ultime e ultimissime notizie è arrivata al termine della rapida riunione di questa mattina sulle novità per le pensioni tra maggioranza e forze sociali. Il costo del rimborso attorno è circa del 4,5-4,6% per ogni anno. PER TUTTI I CALCOLI GLI ESEMPI E I SINGOLI CASI BASTA ANDARE AL SEGUENTE LINK

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:12): Arrivano nuove conferme dalla ultime e ultimissime notizie, secondo cui chi lascerà il lavoro prima lo farà grazie a un'esposizione bancaria che dovrà essere restituita a rate per 20 anni sulla futura pensione con un taglio massimo del 5% dell'assegno. Sotto questo versante, le novità per le pensioni sarebbero dunque meno gravose economicamente di quanto immaginato.

Ultimi ritocchi alle proposte di aggiustamento delle mini pensioni che domani saranno oggetto del faccia a faccia tra maggioranza e forze sociali. Si tratta di una misura sperimentale biennale, prevista per il 2017 e il 2018, relativa ai lavoratori che compiono 63 anni. Questi, lavoratori avranno dunque la possibilità di andare in pensione 3 anni e 7 mesi prima rispetto alla normativa, vigente. Per smettere anzitempo sarà concessa una somma dagli istituto di credito, da restituire integralmente e in piccole rate nel corso di 20 anni. E qui sorge il primo dubbio da chiarire: chi paga gli interessi considerando che le ultime notizie riferiscono di un dimezzamento rispetto alle previsioni iniziali?

In attesa di conferma, gli oneri a carico del lavoratore dovrebbero essere di circa il 5% all'anno (o qualcosa meno), ma non c'è ancora una quota ufficiale. Così come non è ancora chiaro il rapporto con le assicurazione e in che modo entreranno in gioco. Sempre le ultime notizie sulle novità per le pensioni raccontano come sia in arrivo un bonus fiscale per le aziende che aiuteranno i propri lavoratori a usufruire delle mini pensioni attraverso una contribuzione superiore che garantirà al futuro pensionato un trattamento più elevato in grado di coprire il rimborso delll'importo ricevuto dall'istituto di credito di riferimento per beneficiare del congedo.

Ma è soprattutto sul versante delle mini pensioni facilitate che ci sono domande senza risposta. Con questo strumento di natura assistenziale si garantisce un ponte fino alla pensione a una serie di soggetti considerati meritevoli: i disoccupati senza più ammortizzatori sociali, lavoratori invalidi, lavoratori con carichi familiari pesanti, lavoratori esposti ad attività gravose. Un elenco definitivo non è stato però stilato ed è appunto atteso nella giornata di domani. La lista potrebbe allugarsi (e dunque il costo aumentare) nel caso di inclusione del lavoro di cura legato alla presenza di parenti di primo grado conviventi con disabilità grave, quindi anche per genitori disabili. I dubbi sono legati alla presenza di una legge che dà già la possibilità di assentarsi dal lavoro tre giorni al mese, ma ne è stato fatto un uso spesso spropositato nel settore pubblico.

Allo stesso tempo, maggioranza e forze sociali non hanno ancora trovato un accordo sulla soglia di reddito al di sotto della quale le mini pensioni saranno a costo zero. Ballano circa 100-150 euro lordi. La maggioranza ha ipotizzato di seguire il criterio della Naspi, cioè l’assegno di disoccupazione (1.300 euro lordi al massimo), ma non esclude una cifra intorno a 1.500 euro lordi, pari a circa 1.200 netti. E se le novità dovrebbe entrare in circola a maggio, i lavoratori che a gennaio avranno i maturato requisiti per le mini pensioni potranno scegliere, in alternativa o come forma parziale di copertura degli oneri, una Rendita integrativa temporanea rispetto alla pensione obbligatoria a lavoratori senza contratto con 63 anni e almeno 20 di contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il