BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni richieste domande e risposte Governo Renzi-Forze Sociali

Domande e risposte per chiarire quali sono le ultime novità per le pensioni e i dettagli ancora attesi da nuovo confronto tra governo e forze sociali




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01): Come abbiamo visto, un altro punto caratterizzante il pacchetto previdenza, sarà la possibilità di cumulare gratis i contributi versati in gestioni diverse. Questo permetterà di smettere anzitempo e, come riferito dalle ultime e ultimissime notizie, è uno dei punti su cui non si registrano tensioni tra maggioranza e forze sociali nel confronto in corso sulle novità per le pensioni. Domani la conferma.

In vista del via all’iter del nuovo testo unico che dovrà essere approvato entro il prossimo 31 dicembre, si attende il confronto di domani tra tecnici del governo Renzi ed esponenti delle forze sociali per la definizione di ulteriori chiarimenti riguardanti le ultime novità per le pensioni approvate nella recente intesa firmata da entrambe le parti.

Quali sono le novità per le pensioni rientranti nell’intesa tra governo e forze sociali?

Con la recente intesa firmata, governo e forze sociali hanno dato il via libera alla mini pensione per lasciare tre anni prima la propria occupazione rispetto all’attuale soglia dei 66 anni e sette mesi e senza oneri per le categorie di persone svantaggiate come disabili o chi è rimasto senza occupazione; quota 41, ma con determinati paletti e troppo limitata; cumulo gratis per la riunione senza costi dei propri contributi versati in diverse gestioni previdenziali; estensione della detassazione ai pensionati fino a 8.125 euro; aumento delle pensioni  base.

Come funziona la mini pensione?

La mini pensione permette a tutti di andare in pensione fino a tre anni prima, cioè a 63 anni, rispetto ai 66 anni e sette mesi oggi richiesti, con piano di rimborso della mini pensione percepita in anticipo 20ennale e restituzione della somma percepita con relativi interessi che, a seconda del valore del reddito pensionistico di ogni singolo lavoratore, e che sia più o meno alto, saranno a carico del pensionato stesso o dello Stato. La mini pensione sarà erogata dagli istituti di credito attraverso l'Istituto di Previdenza e dovrà essere restituita con rate mensili di ammortamento costante. Chi richiede la mini pensione dovrà, contestualmente, stipulare un'assicurazione con una qualsiasi compagnia assicuratrice di premorienza, che serva a coprire la somma restante da rimborsare nel caso di scomparsa del pensionato. Le decurtazioni sulla mini pensione si azzerano grazie alle detrazioni fiscali previste per le persone che si ritrovano in grandi difficoltà, come chi è senza occupazione o è disabile, per chi è entrato giovanissimo nel mondo occupazionale ma abbia maturato almeno 12 mesi di contributi entro il 19esimo anno di età e, oltre ad essere senza occupazione o invalido, sia o sia stato impiegato in occupazioni faticose. La mini pensione è una novità ancora sperimentale, che durerà per due anni, stando a quanto stabilito dalle ultime notizie.

Quali novità per le pensioni sono state approvate per chi svolge occupazioni faticose?

Per questa categoria di persone non è stata approvata né definita alcuna novità per le pensioni specifica se non strettamente alla quota 41. Cioè possono accedere alla mini pensione senza costi coloro che svolgono o hanno svolto occupazioni faticose ma hanno iniziato a lavorare da giovanissimi, cioè prima dei 16 anni, ed entro i 19 anni hanno maturato 12 mesi di contributi. Questi sono infatti le condizioni richieste dalla quota 41 della mini pensione.

Quali sono i dettagli mancanti delle novità per le pensioni annunciate?

Di mini pensione e quota 41, manca la definizione delle fasce di reddito al di sotto delle quali la mini pensione non dovrà prevedere alcun onere, forse di 1.200 euro netti che però le forze sociali vorebbero aumentare di 100 euro; mancano le entità degli interessi sulla mini pensione che dovranno essere versati da pensionati stessi e Stato in base al reddito pensionistico che si percepisce, che secondo le ultime e ultimissime notizie potrebbero essere del 3 o 4%; non si sa ancora chi dovrà pagare l’assicurazione di premorienza per il pensionato stesso e di quanto dovrebbe essere. E manca la definizione precisa e puntuale delle occupazioni da considerare faticose e pensanti.  

Cosa vorrebbero cambiare le forze sociali?

Le forze sociali vorrebbero la possibilità di una quota 41 senza oneri per tutti coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale, a 14, 15 anni, indipendentemente dal fatto che abbiano maturato un anno di contributi entro il 19esimo anno di età. E chiedono anche novità per le pensioni per chi svolge occupazioni faticose, a prescindere dalla quota 41, ma per tutta la categoria di questi lavoratori. Resta, però, ancora da definire quali siano le occupazioni faticose per inquadrare i relativi lavoratori, ma è possibile che la definizione di una lista di tali occupazioni slitti, ancora non si sa a quando, continuando, dunque, a considerare faticose le attività che lo sono state finora.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il