BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse, Aziende, Partite Iva, rottamazione cartelle Equitalia, ssunzioni statali, infermieri, dottori: per chi, come legge bilancio

Sparisce Equitalia, incentivi per le aziende, risorse per il Made in Italy e per lo sblocco degli stipendi degli statali.




Nella nuova manovra di Bilancio finiscono anche le partite Iva con una riduzione dei contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps, al 26%. A proposito di fisco, sparisce Equitalia. Si tratta di una norma ordinamentale che potrebbe quindi viaggiare come collegato insieme a una riforma fiscale più complessiva (catasto, processo tributario e semplificazioni varie). Verso la rottamazione delle cartelle, con l'eliminazione delle sanzioni e interessi limitati al 3%. L'incasso stimato è di circa un miliardo di euro. Conferma del superammortamento al 140% e iperammortamento al 250% per gli investimenti in innovazione, sgravi aggiuntivi per quelli in ricerca e sviluppo.

Per le imprese scatterà da gennaio anche la riduzione dell'Ires dal 27,5% al 24%. Attenzione anche alle Pmi con l'introduzione dell'Iri (sempre al 24%) e sul fronte fiscale e con il rifinanziamento delFondodi Garanzia per 900 milioni di euro e della Nuova Sabatini. Risorse anche per il Made in Italy. Nel pubblico impiego riapertura del turnover e quindi possibili concorsi pubblici per 10.000 posti tra infermieri, forze dell’ordine e forse medici. Per il 2017 saranno stabilizzati 3.000 medici precari e 4.000 infermieri. In manovra anche un pacchetto di assunzioni per il mondo della scuola, tra personale Ata e stabilizzazione di 25.000 insegnanti precari.

Particolarmente ricco è il pacchetto delle novità per le pensioni. L'Ape entra in vigore dal primo gennaio 2017. la rata di restituzione del prestito è pari a circa 4,5-4,6% per ogni anno di anticipo. Possono accedere all'Ape agevolata disoccupati, disabili e alcune categorie di lavoratori impegnati in attività considerate faticose, come maestre, edili e alcune categorie di infermieri, purché abbiano un reddito inferiore a 1.350 euro lordi. Per accedere bisognerà avere almeno 30 anni di contributi se disoccupati e 35 anni se lavoratori attivi.

In generale, la nuova legge di Bilancio avrà un impatto per il 2017 da 24,5 miliardi e, nelle intenzioni del governo, porterà la crescita al tanto agognato 1% pieno, con un deficit, però, che potrebbe essere indicato al 2,2-2,3%. Le coperture arriveranno dalla spending review per 2,6 miliardi di euro, dalla riduzione di 1 miliardo di euro, dal rifinanziamento del fondo sanitario rispetto a quanto fino a oggi programmato, dalla rimodulazione trimestrale di pagamenti Iva per altri 3-4 miliardi di euro. Circa 1,5 miliardi di euro arriveranno dalla rimodulazione dell'Ace. E ancora: 60-80 milioni di euro dalla gara per la licenza del Superenalotto e 1 miliardo di euro dalle frequenze.

La seconda puntata della voluntary disclosure, al pari della prima operazione non sarà un condono: nel senso che quanti vorranno riportare in patria i capitali illegalmente trasferiti all'estero pagheranno comunque le imposte dovute vedendo però una consistente riduzione delle sanzioni e con la garanzia di non dover rispondere penalmente. La prima edizione del provvedimento aveva visto un forte afflusso in particolare dalla Svizzera questanno grazie alle nuove intese si attendono fondi soprattutto dal Principato di Monaco, per un incasso un po' inferiore ai due miliardi.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il